Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “La Fille mal gardée” all’Hungarian National Ballet

“La Fille mal gardée” all’Hungarian National Ballet

 

Il 27 novembre l’Hungarian National Ballet metterà in scena La Fille mal gardée, balletto in due atti su musiche di Ferdinand Hérold, coreografia di Sir Fréderick Ashton. Il balletto, creato originariamente da Jean Dauberval, fu rappresentato per la prima volta al Grand Théâtre di Bordeaux il 1 luglio 1789 col titolo Le ballet de la paille ou il n’est qu’un pas du mal au bien. Si racconta che Dauberval abbia tratto ispirazione per la sua creazione osservando le vetrine di un negozio di stampe a Bordeaux dove vide un’incisione del dipinto di Pierre Antoine Baudouin dal titolo Le reprimande/Une jeune fille querrillée par sa mère, nel quale una serva in lacrime con i vestiti in disordine viene sgridata da una vecchia in un granaio mentre il suo spasimante, sullo sfondo, si arrampica su una scala per scappare. Il lavoro ebbe un notevole successo di pubblico e fu il balletto più popolare e duraturo di Dauberval, sebbene nelle versioni successive non sia rimasta nessuna traccia della coreografia originale, tranne che il canovaccio della storia. Si tratta del primo ballet d’action nel quale le parti virtuosistiche si alternano a parti mimate. Rimontato innumerevoli volte e con titoli diversi, è l’unico balletto classico del XVIII secolo ancora oggi in repertorio.  Nel 1791 fu rimontato dallo stesso Dauberval a Londra presso il Pantheon Theatre, dove acquisì l’attuale titolo. Di argomento pastorale, si differenzia dagli altri balletti in voga all’epoca perché i suoi protagonisti non sono né degli dei, né delle creature mitologiche ma giovani comuni. Vengono abbandonati per la prima volta i temi mitologici per descrivere la vita di ogni giorno attraverso l’esposizione di una storia semplice e lineare di ambiente contadino.

La trama è incentrata sulla storia di una giovane contadina, Lise, innamorata di Colas e il cui amore è osteggiato dalla madre Simone (ruolo danzato da un uomo en travesti) che vuole che la figlia sposi Alain, figlio di un ricco proprietario terriero. Dopo varie vicissitudini, culminate nel ritrovamento dei due innamorati nella stanza da letto, la madre infine acconsente alle nozze ed i due giovani possono finalmente coronare il loro sogno d’amore. Una storia semplice e popolare, che determina anche una svolta come genere nella storia del balletto, poiché rappresenta la nascita del balletto pantomima in opposizione alle forme coreografiche del secolo precedente più virtuosistiche e meno verosimili.

Nel 1828 La Fille mal gardée fu ripresa da Jean Aumer all’Opéra di Parigi con un nuovo arrangiamento musicale costituito in parte dalle musiche originali di ignota attribuzione e in parte da brani tratti dalle opere di Rossini completati dalle musiche composta da Louis Ferdinand Herold specificamente per il balletto. Nel 1864 il musicista Peter Ludwig Hertel compose una nuova versione che fu coreografata da Filippo Taglioni al Teatro di Berlino e su questa versione si basa la ripresa del balletto messa in scena a Pietroburgo nel 1885 e coreografata da Petipa ed Ivanov. Ma il culmine del successo La Fille mal gardée lo ebbe il 28 gennaio 1960, quando Fréderick Ashton ne creò una sua versione per il Royal Ballet sulla partitura di Herold ripresa da John Lanchberry con l’aggiunta di nuovi brani musicali tra i quali il tema del “temporale” tratto dal secondo atto della Cenerentola di Rossini. Nel balletto, in due atti e tre scene, vengono richiamate le danze popolari francesi (danze dei nastri e degli zoccoli) ed ogni quadro è introdotto da un danzatore-gallo accompagnato da quattro ballerine-galline.

ORARI & INFO

Sabato 27 novembre, ore 19.30

Domenica 28 novembre, ore 19.30

Mercoledì 1 dicembre, ore 19.30

Giovedì 2 dicembre, ore 19.30

Sabato 4 dicembre, ore 19.30

Domenica 5 dicembre, ore 19.30

Hungarian State Opera, Budapest

H-1061 Budapest Andrassy Ave. 22

Tel. +36 1 814-7100
Email: info@opera.hu
http://www.opera.hu

Lorena Coppola

Check Also

LA MIA VITA D'ARTISTA

Sabrina Brazzo danza la sua dislessia in: “La mia vita d’artista”

La mia vita d’artista, frutto del lavoro di un folto gruppo di danzatori e coreografi, ...

“KALSA” di Giuseppe Muscarello in scena a Cagliari

Un eterno conflitto tra corpo e anima, tra visibile e invisibile. La pièce, Kalsa, nasce ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi