Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / La Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli diretta da Anna Razzi presenta lo spettacolo di fine anno

La Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli diretta da Anna Razzi presenta lo spettacolo di fine anno

Il prossimo 18 giugno gli allievi della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli diretti da Anna Razzi si esibiranno nel consueto spettacolo di fine anno. La parte tecnica, suddivisa in danza di carattere, danza spagnola e danza moderna, prevede: Tritsch-Tratsch-Polka, musiche di Johan Strauss jr., coreografie di Fausta Mazzucchelli; Farandole, musiche di George Bizet, coreografie di Gianni Vacca; Pulcinella, musiche di Igor Stravinskij,  coreografie di Dino Verga.

L’Oriente, protagonista del Romanticismo ottocentesco è il fil rouge che lega i tre balletti della seconda parte, basata su estratti da Il Corsaro (“Le Jardin animé”), musiche di Adolphe Adam e Riccardo Drigo, coreografie di Anna Razzi da Marius Petipa; Raymonda (III Atto), musiche di A. Glazunov, coreografie di Anna Razzi da Marius Petipa; Troy Game, musiche di Bob Downes e Batucada, coreografie di Robert North.

Raymonda, ambientato in pieno Medioevo nella Provenza ed è ispirato ad una leggenda cavalleresca, narra la storia d’amore tra Raymonda e il principe Jean de Brienne, la cui passione è insidiata dal saraceno Abderaman mentre de Brienne è lontano per una crociata. Nella sua versione originale di Marius Petipa, il famoso maître de ballet dei Teatri Imperiali di San Pietroburgo, Raymonda era un balletto in 3 atti e 4 scene con Apoteosi, su musica del grande compositore Alexander Glazunov (op. 57) diretta da Ivan Vsevolozhsky, con la collaborazione della giornalista Lydia Pashkova.

Rappresentato a San Pietroburgo per la prima volta dal Balletto Imperiale al Teatro Mariinsky il 7 (secondo il calendario giuliano) o il 19 (secondo il calendario gregoriano) gennaio 1898, il balletto è famoso soprattutto per il Grand Pas Classique noto con il titolo di Grand Pas Classique Hongrois o Raymonda Pas de Dix. Il Pas Classique è nel III Atto e spesso viene rappresentato indipendentemente dal balletto intero.

Il balletto è stato messo in scena molte volte dalla prima rappresentazione, le produzioni più importanti sono state quelle di Mikhail Fokine per i Ballet Russes (1909); di Anna Pavlova per la sua compagnia itinerante (1914); di George Balanchine e Alexandra Danilova per i Ballet Russe de Monte Carlo (1946); di Rudolf Nureyev per l’American Ballet Theatre (1975) e per il balletto dell’Opéra di Parigi (1983); di Yuri Grigorovich per il Bolshoi Ballet (1984). Molte produzioni si sono invece basate solo su estratti dal balletto, la maggior parte delle quali prese dal Grand Pas Classique Hongrois del III Atto.

Il Corsaro racconta una drammatica avventura di Conrad, capo corsaro e capobanda dei pirati dell’Arcipelago Greco, capace di mettere a repentaglio l’amore della sua vita, Medora, pur di salvare la schiava di un harem turco. È un balletto in tre atti basato sul poema The Corsair di Lord Byron (1814) e musicato da Adolphe Adam. Il debutto, nella prima versione coreografica di Joseph Mazilier avvenne il 23 gennaio 1856 all’Académie Royale de Musique di Parigi. Durante il XIX secolo la partitura di Adam aveva già visto un considerevole aumento di musica addizionale e all’inizio del XX secolo si erano già aggiunti sei compositori diversi: Cesare Pugni, il granduca Pietro II di Oldenburg, Léo Delibes, Léon Minkus, il principe Nikita Trubetskoi e Riccardo Drigo.

Attualmente Le Corsaire è rappresentato fondamentalmente in due versioni: in Russia e in Europa nella versione di Pyotr Gusev del 1955 e in America e in alcune parti dell’Europa occidentale nella versione di Konstantin Sergeyev del 1973. Spesso però, a causa di una trama fumosa e poco coerente che ne rende difficoltoso l’allestimento, vengono presentati i suoi brani più famosi: Le Jardin Animé e il Pas de trois del II atto danzato da Conrad, Medora ed Alì.

Troy Game è un balletto include inoltre virtuosismi classici, jazz e della danza moderna basati sulle arti marziali dell’Aikido e della Capoeira. Il tema è un’ironica presa in giro del “machismo”, ma allo stesso tempo sottolinea che è il ballare, il sentire il ritmo vibrare la cosa più importante. Gli uomini lottano, competono fra di loro, danzano assieme come una squadra, giocano e si spingono al fine dell’esaurimento delle loro energie. Il balletto Troy Game è repertorio delle grandi compagnie internazionali ed è oggetto di studio in molte accademie di danza europee, australiane e americane.

ORARI

Sabato 18 giugno, ore 19:00

INFO

Teatro San Carlo

Via San Carlo 98/F – Napoli

Tel. 081 7972331/7972412

biglietteria@teatrosancarlo.it

http://www.teatrosancarlo.it

Lorena Coppola

Foto di Alessio Buccafusca

Check Also

Timofej Andrijashenko sarà Romeo alla Royal Opera House Covent Garden

Riconoscimenti, premi, inviti, successi nel corso delle tournée internazionali, attenzione dei coreografi che alla Scala ...

Connessioni simbiotiche tra mondo umano e animale in “Animale” di  Francesca Foscarini

  Il 30 aprile 2019, in occasione di Festival FOG Triennale Milano Performing Arts 2019, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi