Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Incontro con i protagonisti di “Danza Estate 2011”

Incontro con i protagonisti di “Danza Estate 2011”

Tutto pronto per il Galà di Danza Internazionale Danza Estate 2011 che si svolgerà il 31 luglio alle 21:30 in Piazza Grande a Gubbio organizzato dal centro di formazione professionale Umbria Ballet diretta da Marina Tofi, Francesco Mariottini e Alessandra Tognoloni e patrocinato dal Comune di Gubbio e dalla Provincia di Perugia.

Giornata intensa di prove per gli artisti che prenderanno parte all’evento, che hanno con gioia voluto condividere  le loro emozioni con i nostri lettori:

Alicia Amatriain

È la seconda volta che mi esibisco qui e sono molto contenta, lavoriamo tutti nella stessa compagnia e siamo tutti amici, l’atmosfera è molto piacevole e rilassante, si lavora ma c’è anche divertimento. Apro lo spettacolo con  “Il Lago dei Cigni”, che è uno dei miei balletti  preferiti che ho sempre interpretato con grande emozione. Il ruolo di Odette è il ruolo che ogni ballerina sogna, ma è anche quello che incute più timore, ma la musica è fantastica e ti lasci trasportare completamente dalle sensazioni. Io tutte le volte che l’ho interpretato nel corso degli anni mi sono sempre emozionata, anche se naturalmente nessuna emozione è mai ripetibile in scena, cambia sempre, dipende da come ti svegli, da cosa hai sognato, da cosa hai vissuto quel determinato giorno e questa è la parte più interessante. Poi interpreto una coreografia di Hans Van Manen.  Io amo lo stile  classico perché lo trovo estremamente elegante e pieno di lirismo, ma adoro anche il contemporaneo, che dà la possibilità di esprimere tante cose diverse e ad ogni coreografo di tirar fuori da ogni artista aspetti sempre nuovi e inesplorati. Se mi chiedessero un giorno di scegliere fra classico e contemporaneo non saprei decidere, sarebbe una decisione impossibile da prendere.

Stefania Ballone

Sono molto felice e orgogliosa di partecipare a questo galà con ballerini fantastici che sono anche delle persone straordinarie e in un luogo bellissimo. Per me è il primo anno qui, sono stata invitata da Denny Lodi e danzerò con lui una coreografia che abbiamo montato specificamente per questo evento. Io e Denny ci siamo conosciuti alla Scala, siamo amici da tempo e lavoriamo bene insieme, abbiamo montato questa coreografia in brevissimo tempo essendo entrambi molto presi in tantissimi impegni. Io, oltre a danzare al Teatro alla Scala,  sto completando la mia laurea in Scienze dello Spettacolo, non è facile conciliare tutto ma speriamo di dare il massimo in scena.

Denny Lodi

È un onore per me essere qui perché c’è la danza ad altissimi livelli. Ero già abituato a lavorare con danzatori così bravi quando ero alla Scala, ma nel contesto di un galà è un’esperienza diversa. Qui mi sono messo in gioco doppiamente, anche sul piano coreografico oltre che interpretativo, perché la coreografia che presentiamo stasera l’abbiamo creata io e Stefania Balloni specificamente per questo evento. Confrontarsi con grandi coreografi è una bella sfida e speriamo di essere all’altezza. Per me è un mettersi in gioco a tutti i livelli e mi auguro vada tutto alla grande!

Francesco Mariottini

Sono qui il secondo anno in veste sia di coordinatore artistico che di ballerino e riesco ad affrontare questo duplice ruolo grazie anche alle mie precedenti esperienze, all’Aterballetto, a Stoccarda e anche ad “Amici”, dove ti abitui ad essere sempre pronto a qualsiasi evenienza. Ho sempre avuto interesse anche per gli aspetti organizzativi e le mie precedenti esperienze sono state molto formative in questo senso perché  mi hanno insegnato a saper gestire ogni situazione in scena e fuori scena. L’anno scorso è stato il primo anno di questa manifestazione ed ho dovuto occuparmi di tutto dalla A alla Z, oltre a ballare. In più c’era stata pioggia fino a pochissime ore prima dell’inizio dello spettacolo. Quest’anno il tempo fortunatamente è stato dalla nostra parte e in più abbiamo avuto la fortuna di avere uno staff composto da più persone che ha consentito una più agevole suddivisione di compiti; così ho potuto concentrarmi più sul lato prettamente artistico, anche se fino a poco fa ho scaricato le sedie e mi sono occupato delle luci e di tanti aspetti tecnici. Sono cose di fronte alle quali non mi tiro mai indietro e che, anzi, faccio con piacere per assicurare che tutto funzioni in modo corretto per la buona riuscita dello spettacolo.  Umbria Ballet per me è un’esperienza bellissima, lo è sempre stata e sempre lo sarà. Mi auguro che sia un progetto che duri molto a lungo arricchendosi sempre di più. La mia idea è di creare Umbria Ballet Eventi, un vero e proprio contenitore di appuntamenti annuali con la danza e con l’arte in generale. Anche quando un domani smetterò di danzare, non smetterò mai di occuparmene a 360 gradi.

Marijn Rademaker

Danzo qui a Gubbio per la prima volta. Sono stato diverse volte in Italia con la mia compagnia, per Bolzano Festival  ed anche per Roberto Bolle & Friends. Questo spettacolo è organizzato molto bene ed è bellissimo per me farne parte perché siamo tutti amici da molto tempo e,  lavorando insieme da tanti anni, l’atmosfera fra noi danzatori è molto rilassata e piacevole. Stasera danzerò una coreografia di Hans Van Manen, che è uno stile che conosco molto bene e sono felice di poter danzare qui. Spero di poter ritornare a questa manifestazione anche il prossimo anno, anche se ho un’agenda già molto fitta di impegni, in quanto quest’anno, oltre a lavorare con lo Stuttgard Ballet, sarò resident principal all’Het National Ballet e quindi   il mio impegno sarà duplice e difficilmente mi consentirà di avere degli spazi liberi; in ogni caso sarei davvero molto felice, se fosse possibile, di ripetere questa straordinaria esperienza.

Jason Reilly

Per me è il secondo anno che Alessandra Tognoloni mi invita a questa manifestazione ed è un’esperienza davvero fantastica ed entusiasmante. C’è molto affiatamento fra noi artisti e gli organizzatori sono straordinari. A me piace viaggiare ed esibirmi in luoghi diversi e l’Italia è un paese favoloso. Mi piace inoltre l’idea di poter dare al pubblico la possibilità di vedere cose diverse. Sono molto felice di essere qui.

Evan Mckie

Adoro danzare in Italia, l’atmosfera qui è bellissima, mi piace molto il modo di vivere degli italiani. Siamo tutti amici e ci divertiremo in scena. Io amo molto gli stimoli nuovi ed è per questo che ho fatto la scelta di trasferirmi dall’ABT a Stoccarda, dove ho la possibilità di danzare coreografie diverse. Per me è la prima volta a Gubbio ed è una cittadina che mi piace moltissimo.

Alexander Jones

Sono qui perché Alessandra Tognolini è la mia ragazza. Viviamo insieme a Stoccarda ed ogni estate torniamo qui. È il secondo anno che organizziamo questo galà, ma avevamo già una grande esperienza nei vari spettacoli organizzati in precedenza dall’Umbria Ballet. Ed è qui esattamente qui che immagino  il mio futuro. Quando un giorno smetterò di danzare è qui che mi piacerebbe vivere. Lavorare con amici è bellissimo, anche l’anno scorso i ballerini che hanno partecipato a questo galà erano tutti amici di vecchia data ed è raro trovare un’atmosfera così piacevole.

Alessandra Tognoloni

Sono contentissima di portare per il secondo anno un livello così alto di danza a Gubbio e far conoscere le persone con cui lavoro. Come ballerina è sempre bello ballare a casa propria e per me e organizzare questo evento  è anche un’occasione per far conoscere la danza di qualità con danzatori internazionali così straordinari. Con l’esperienza  si migliora sempre più con l’esperienza e sto imparando a gestire sempre meglio questo mio duplice ruolo di danzatrice ed organizzatrice. La risposta del pubblico l’anno scorso è stata davvero sorprendente in questo senso e ci ha ripagato di tutti i nostri sforzi. Spero che anche quest’anno ci sia un interesse molto forte per uno spettacoli con danzatori così bravi che riescono a catturare anche il pubblico dei profani.

Piero Martelletta

Il mio impegno di stage manager lo vivo dal punto di vista di un danzatore innanzitutto, non come un tecnico qualsiasi. È un po’ un lavoro da mangiafuoco che deve tenere insieme tutti i fili. Per me si tratta proprio di DNA, ci sono danzatori che non guardano oltre il sipario e si concentrano solo sul fatto di ballare; io invece ho sempre avuto la curiosità di guardarmi intorno e considerare anche altri aspetti dello spettacolo. Questo mi ha portato nel tempo poi alla trasformazione da ballerino a operatore di scena, ma devo dire che le emozioni non sono cambiate. Per me ogni volta che seguo uno spettacolo sul piano tecnico è come se avessi ballato, un balletto per è sempre come un figlio.

Il giornaledelladanza.com, nella figura del direttore Sara Zuccari e del vicedirettore Lorena Coppola, sarà presente alla serata per consegnare un riconoscimento speciale all’Umbria Ballet.

ORARI & INFO

31 Luglio ore 21.30

Piazza Grande

Gubbio

www.umbriaballet.it

Lorena Coppola

Foto di Paolo Panphili

Check Also

Audizione per danzatori e danzatrici solisti per la stagione 2019/2020 MM CONTEMPORARY DANCE COMPANY

Michele Merola, direttore della MMCONTEMPORARY DANCE COMPANY, compagnia con sede a Reggio Emilia, cerca danzatori ...

Teatro EuropAuditorium: al via la stagione 2018|19

                              ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi