Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Claudio Rocco racconta come ha portato al successo l’Argentario Dance Festival.

Claudio Rocco racconta come ha portato al successo l’Argentario Dance Festival.

 

Claudio Rocco, si è formato tra l’ Italia e gli Stati Uniti, dove ha lavorato come danzatore. La sua esperienza, sia teatrale che televisiva, sono la base della sua attuale ricerca. Ha lavorato come coreografo a un “disco per l’estate” e “Carramba che fortuna” mentre in teatro, firma le corografie di Emozioni e della commedia musicale L’ultimo Tarzan. Attualmente la sua attività si divide tra l’insegnamento e la direzione di tre  grandi eventi: “La Grande Danza” a San  Pantaleo, il “Dance Festival e Concorso Internazionale di Danza” di Porto Rotondo e “Argentario Dance Festival” a Porto Santo Stefano.

Otre ad essere un insegnante e coreografo, è anche direttore artistico, da ormai quattro anni, dell’ Argentario Dance Festival di Porto Santo Stefano, com’è nata l’idea del Festival? 

L’Argentario Dance Festival nasce come progetto turistico. Girando il mondo per festival internazionali, concorsi e stage venivo spesso sollecitato da colleghi, direttori artistici di concorsi, o di scuole di danza, ad uno scambio interculturale e ad organizzare un festival in Italia che potesse coniugare arte e cultura e, perché no, l’opportunità visitare la nostra meravigliosa Penisola. Contemporaneamente, amministrazioni comunali con cui collaboro mi chiedevano un progetto che valorizzasse e promuovesse il territorio anche all’estero. E così è nato il progetto Argentario Dance Festival, che è l’esatta sintesi di tutto questo.

Perché la scelta è ricaduta su Porto Santo Stefano come luogo ideale per organizzare il suo Festival?

La scelta di Porto Santo Stefano nasce intanto perché è uno dei luoghi più belli al mondo e poi perché costituisce una forte attrattiva per scuole o compagnie di danza provenienti dall’ estero, motivo in più per partecipare al Concorso Internazionale di Danza Argentario Dance Festival.

Attualmente, secondo molti, ci troviamo in un periodo di crisi per la danza e per l’arte in generale, a causa del periodo di crisi economica che stiamo attraversando, infatti negli ultimi anni molte manifestazioni e festival promotori di arte stanno man mano scomparendo e quelli che ancora resistono trovano sempre più ostacoli nella realizzazione. Vorrei sapere, cosa ne pensa a riguardo, e se si è mai trovato in situazioni che hanno in qualche modo ostacolato la manifestazione? 

Per quanto riguarda il periodo che stiamo vivendo, non penso che la danza sia in crisi, o  che l’arte sia in crisi,  penso più ad una crisi dei valori dell’uomo, dei valori umani in quanto società, ed è il riflesso che si abbatte sull’essere umano che lo fa divenire arido verso ogni forma d’arte. Quando questo accade, come sta accadendo, tutto finisce, tutto scompare. Cosa ostacola le manifestazioni? Non c’è amore, non c’è passione, non c’è volontà ed intenzionalità perché non c’è competenza di chi amministra. Non si capisce, o non si vuol capire, che l’arte e la cultura sono risorse in cui si deve investire, come si dovrebbe investire nel Turismo. In questo mi ritengo molto fortunato ad aver incontrato gli amministratori di Monte Argentario che credono fortemente in questi valori.

Cosa si prova a vedere ogni anno giovani provenienti da tutta Italia, e non solo, partecipare al concorso del’ Argentario Dance Festival, con tanta voglia di fare e di farsi notare dai grandi personaggi della danza, che ad ogni edizione l’affiancano nell’arduo compito di giudicare i ragazzi durante il concorso?

La sensazione che si prova a vedere tanti talenti è indescrivibile, sapere che un giorno questi ragazzi saranno protagonisti di questa magnifica Arte che è la Danza è magnifico. Ma, sopratutto, saranno uomini migliori, perché sono convinto che l’arte nobilita l’uomo.

Crede che il suo Festival possa aiutare in qualche modo questi giovani?

Il compito dell’ Argentario Dance Festival è quello di dare l’opportunità a giovani danzatori e coreografi di incontrarsi con il mondo del lavoro e con importanti atenei di formazione attraverso i loro Direttori. L’Argentario Dance Festival ha prestato sempre tanta attenzione alla scelta della Giuria, invitando alti nomi della Danza,  garantendone così l’alta professionalità e qualità.

Per il futuro ha qualche novità in cantiere, o qualche progetto, che vorrebbe realizzare?

In futuro vorrei realizzare, e ci stiamo lavorando, un programma televisivo per giovani coreografi e compagnie, che spieghi o mostri semplicemente l’arte coreografica.

                                                                                                        Mattia Aversa

Check Also

Timofej Andrijashenko sarà Romeo alla Royal Opera House Covent Garden

Riconoscimenti, premi, inviti, successi nel corso delle tournée internazionali, attenzione dei coreografi che alla Scala ...

Connessioni simbiotiche tra mondo umano e animale in “Animale” di  Francesca Foscarini

  Il 30 aprile 2019, in occasione di Festival FOG Triennale Milano Performing Arts 2019, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi