Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Nel libro “Unveiling Motion and Emotion” Anabella Lenzu racconta la sua vita dedicata alla danza

Nel libro “Unveiling Motion and Emotion” Anabella Lenzu racconta la sua vita dedicata alla danza

Unveiling Motion and Emotion - CopertinaUnveiling Motion and Emotion è il libro di chiaro stampo autobiografico di Anabella Lenzu, impreziosito dalle fotografie di Todd Carroll. Originaria dell’Argentina, Anabella Lenzu è una danzatrice, insegnante e coreografa di fama internazionale. Le sue coreografie, infatti, hanno fatto il giro del mondo e sono state interpretate da varie compagnie prestigiose, come Anna Sokolow Theatre/Dance Ensemble (New York) o Movimento Danza (Napoli), per citarne alcune. Attualmente è Direttrice Artistica della compagnia Anabella Lenzu/DanceDrama, fondata nel 2006. Lo spunto per la nascita di questo libro è stato proprio l’intento da parte dell’autrice di raccontare e celebrare al tempo stesso i suoi 20 anni di attività di insegnamento e i 5 anni di vita della sua compagnia.

Leggendo questo libro, si percepisce immediatamente l’enorme importanza che la danza ha rivestito per l’autrice; essa è divenuta una sorta di filtro privilegiato attraverso cui vedere, sentire ed affrontare qualsiasi tipo di esperienza, un vero e proprio linguaggio dell’anima, oltre che del corpo. Una sintesi perfetta di questo pensiero ce la fornisce la stessa Anabella Lenzu, quando afferma nelle primissime pagine: «From my earliest thoughts and memories, dance has been my life. […] Dance is an intrinsic part of my being and identity».

Pertanto questo volume bilingue, scritto in inglese e spagnolo, diventa un mezzo efficace e diretto per dispensare a studenti e aspiranti insegnanti utili consigli, attraverso il racconto di un’insegnante con 20 anni di esperienza alle spalle. Sono molte quindi le concezioni innovative fissate in questo libro; ad esempio, il fatto che la Lenzu si consideri in realtà un’eterna allieva, perché ritiene, e come darle torto, che, mentre si insegna, essenzialmente non si finisce mai di imparare e di migliorare se stessi, grazie al confronto costruttivo che viene a stabilirsi con gli studenti, con gli altri, con la società: «Teaching requires constant internal growth, a thirst to grow, to improve, to develop and to evolve. A good teacher is an excellent student».

Nel suo volume Anabella Lenzu ripercorre anche la sua impegnata e importante attività coreografica, specchio del suo modo di approcciarsi con la società e con la vita. Il repertorio ideato dalla coreografa argentina è ricco e variegato; esso affronta diversi temi dal carattere universale: il rapporto tra l’individuo e la società, il rapporto tra la popolazione e l’ambiente, la figura della donna e il suo ruolo nella comunità e, in ultimo, ma non certamente per importanza, la celebrazione del nostro corpo come il tempio per eccellenza del nostro intelletto e del nostro sentimento. Motivo per cui l’autrice arriva giustamente ad affermare: «As a choreographer, I celebrate, meditate, respond, protest, scream, cry, and laugh about life through dance. My aim is to wake the creative impulse in others».

 

Leonilde Zuccari

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Nexo Digital: al via la nuova stagione 2017-2018 della Royal Opera House al cinema

Nexo Digital: al via la nuova stagione 2017-2018 della Royal Opera House al cinema

Entrò e l’intera Opera House le si aprì davanti. In fin dei conti non era ...

cosimi-Thanks for hurting

Dolore come percorso di crescita: “Thanks for hurting me” di Enzo Cosimi

Il 26 e il 27 settembre 2017, a chiusura della terza edizione della rassegna Il ...