Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Carla Fracci, 80 anni in Tv speciale su Rai Tre

Carla Fracci, 80 anni in Tv speciale su Rai Tre

Carla Fracci

Speciale ‘Colpo di scena’ per festeggiare gli 80 anni di Carla Fracci. Nella prestigiosa cornice della Gagosian Gallery di Roma – che, per la prima volta, grazie all’eccezionalità dell’evento, ospita al suo interno una troupe televisiva – Pino Strabioli incontrerà la grande étoile milanese amata ed apprezzata in tutto il mondo, sabato 20 agosto 2016 alle ore 20.10 su Rai Tre.

Un omaggio alla carriera di questa straordinaria artista che settant’anni fa approdò al Teatro alla Scala di Milano, quasi per caso. Lei, che da bambina sognava di fare la parrucchiera, passò l’esame di ammissione e si distinse presto per carattere e determinazione. E così, da “tranvierina”, soprannome che le era stato dato in riferimento al mestiere di suo padre, divenne, poco più che ventenne, una “Giulietta d’alto stile”, come la definì il poeta Eugenio Montale quando la vide danzare in ‘Giulietta e Romeo’ nel 1958.

Dalla Scala all’American Ballet Theatre, fino ai successi internazionali di Mosca e Tokyo, sempre accanto a grandi partner. Tra i più amati, Erik Bruhn e Rudolf Nureyev con i quali l’étoile ha interpretato balletti che hanno segnato la storia della danza: ‘Giselle’, ‘Les Sylphides’, ‘La bella addormentata’, per citarne soltanto alcuni dei più celebri.

Ma non soltanto successi legati ai grandi teatri di tutto il mondo, perché la Fracci ha danzato ovunque: “Ho danzato nei tendoni, nelle chiese, nelle piazze. Sono stata una pioniera del decentramento. Volevo che questo mio lavoro non fosse d’élite”, ha dichiarato. E nel suo repertorio ci sono anche “sperimentazioni” di alta poesia danzata come quella di Gelsomina, tratta da ‘La strada’ di Federico Fellini, e di Filumena Marturano, di Eduardo De Filippo.

Assieme al ricordo delle tappe più significative di una vita dedicata alla danza, anche suggestive immagini di vita privata e di repertorio tratte dalle teche Rai, per raccontare una parabola artistica che ha trasformato una giovane ragazza italiana del dopoguerra nella ‘Duse della danza’.

Pino Strabioli conduce e firma lo Speciale assieme ad Assunta Magistro, Tiziana Pellegrini e Adriana Sodano.

Redazione www.giornaledelladanza.com

 

Check Also

Morphed06

Umanità e potere espressivo del corpo in “Morphed” di Tero Saarinen

Il 4 agosto 2017, all’interno del Festival Civitanova Danza, il Teatro Rossini di Civitanova Marche ...

Lo Spellbound Ballet a Ferento “danza d’Estate” per chiudere il tour 2017

Lo Spellbound Ballet a Ferento “danza d’Estate” per chiudere il tour 2017

  A conclusione del tour 2017, che lo ha visto protagonista sulla scena di numerosi ...