Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Ammutinamenti 2016”: la danza d’autore italiana giunge alla (vera) maturità

“Ammutinamenti 2016”: la danza d’autore italiana giunge alla (vera) maturità

“Ammutinamenti 2016”: la danza d’autore italiana giunge alla (vera) maturità

 

Con l’arrivo dell’autunno muta nel panorama italiano anche la stagione di produzioni inerenti la danza urbana e, soprattutto, d’autore, la quale trova terreno assai fertile in un appuntamento romagnolo che è ormai giunto alla diciottesima edizione, il Festival Ammutinamenti. Location predisposta a tale evento – ormai ben consolidata – è la città di Ravenna, che per quest’anno ospita il Festival dal 10 al 22 settembre, sparpagliando per tutta la città (e in provincia) i luoghi deputati alla performance: le Artificerie Almagià, la Biblioteca Classense, la Piazza del Popolo, la Piazza San Francesco, il Darsena PopUp, la Darsena di città, gli Antichi Chiostri Francescani, il Palazzo Rasponi, la Piazza Kennedy, il Caffè Letterario, la Piazza Einaudi, il Teatro Alighieri, il MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna, il Garage Gradenigo, il Teatro Rasi e, infine, la Piazza Italia di Savarna (RA).

Ammutinamenti 2016 propone all’interno del suo cartellone la ventesima edizione della Vetrina della Giovane Danza d’Autore® (16-18 settembre), a cui partecipano giovani autori e compagnie emergenti selezionati dai più importanti operatori della danza nazionale che fanno parte della rete Anticorpi XL.

Grazie, dunque, alla direzione artistica curata da Monica Francia e Selina Bassini insieme all’Associazione CANTIERI il Festival ravennate offre un punto di vista ulteriore sulla danza che attraversa la generazione contemporanea, promuovendo al contempo plurime possibilità di significati e linguaggi performativi.

Il 10 settembre si apre il programma di eventi con il laboratorio pomeridiano Corpogiochi® Off, tenuto dalla stessa Francia in collaborazione con i bambini delle scuole secondarie e portato in scena in serata alle Artificerie. Nella medesima giornata si articolano quattro diverse performance (Das Spiel di Alessandro Bedosti, ¿Hasta Donde..? di Sharon Fridman, Entomo di Elias Aguirre & Alvaro Esteban, The fifteen project-duet di Arno Schuitemaker), nonché Garage Sale, crogiolo di forme artistiche altalenanti tra la cultura vintage e la fotografia. Senza contare, inoltre, che nella stessa data ha inizio Nuove Traiettorie XL, “comunità artistica al Festival Ammutinamenti formata da coreografi emergenti agli esordi della propria ricerca” – come recita il sito web di Ammutinamenti – curato dal Network Anticorpi XL e presente in cartellone fino al 19 settembre.

L’11 settembre spalanca le porte al nuovo lavoro di Nicola Galli e Alessandra Fabbri denominato Oro e pietà, a cui segue una triade di performance, tutte incluse nel progetto Bioma: Puro – Supereroi di NNChalance con Dance Lab & Centro 21 (Rimini); Bianco di Corpogiochi® con la Scuola Media “Montanari” (Ravenna); e Montyon del Centro Mousikè con Gruppo Phren. Successivamente, un Aperitivo d’autore in compagnia di Danza Urbana XL & Bioma (conduce Massimo Carosi) e, infine, la doppia performance della Compagnia Simona Bertozzi/Nexus Prometeo: Architettura e Prometeo: Il dono.

Balzando al 13 settembre, è la volta dello spettacolo MDLSX dei Motus, a cui segue il dj set curato da Silvia Calderoni e Trinity; mentre per il 14 settembre è previsto un’ennesimo Aperitivo d’autore animato dagli Appunti coreografici di Galli e la compagnia Junior Balletto di Toscana, seguiti dall’incontro con gli stessi protagonisti.

Il 16 settembre, come già detto, Ammutinamenti da il via alle performance della Vetrina, di cui fa da apripista Electric Counterpoint di Maria Francesca Guerra. Il programma viene poi intervallato da Xebeche del gruppo nanou, per poi tornare alla Vetrina con le creazioni di Arianna Rodeghiero (In between), Andrea Costanzo Martini (What happened in Torino), Francesco Colaleo, Maxime Freixas e Francesca Linnea Ugolini, ossia la Compagnie MF (Beviamoci su_No Game) (LEGGI ANCHE: DANZA AUTORIALE TRA GIOCO E DEMOCRATICITÀ: INTERVISTA A COMPAGNIE MF), Orlando Izzo (Vib-Vibrations in body), Barbara Berti (I am a shape, in a shape, doing a shape), e Fabio Novembrini & Roberta Racis (Shelter).

Apre la giornata del 17 settembre ancora il gruppo nanou con Sport, seguito da altre tre performance della Vetrina: Satura…Si! di Sara Pischedda, Soggetto senza titolo di Olimpia Fortuni e Cheerleaders del Collettivo Pirate Jenny. Uno spazio pomeridiano dedicato a De Rereum Natura di Galli (esito finale della residenza d’autore nell’ambito di Prove d’Autore XL, eseguito in collaborazione con lo Junior BdT) per dare poi spazio alla penultima tranche di creazioni della Vetrina: Paradise: Part 1 di Francesco Marilungo, TaikokiaT studi01 di Masako Matsushita, YellowPlace di Mattia Russo & Antonio De Rosa – Kor’sia, Cosmopolitan Beauty di Davide Valrosso e Monarch: Antigone di Mattia de Virgiliis.

L’ultimo gruppo di performance targate Vetrina della Giovane Danza d’Autore® va in scena il 18 settembre ed è composto da Ad Libitum di Alessandro Sollima, La partita sull’aria di Nicola Marrapodi & Roberto Orlacchio, Cunae di Marco Bissoli, SpliThoughts di Ermanno Sbezzo e It moves me di Aristide Rontini.

A conclusione dell’intero festival, le ultime quattro giornate vedono l’alternarsi di due progetti molto interessanti: l’uno è Assaggi di danza d’autore (19-20-21 settembre), a cura del gruppo nanou con gli autori Denis Guerrini, Serena Ballarin e lo stesso Galli; l’altro è Compito in piazza (21-22 settembre), dimostrazioni urbane dei laboratori CorpoGiochi® a scuola effettuati con gli allievi della scuola primaria “Bartolotti” di Savarna (RA) e “Masiq”, “Pasini” e “Muratori” di Ravenna, nonchè della scuola secondaria “Montanari” del medesimo capoluogo romagnolo.

 

ORARI & INFO

10-22 settembre

Artificerie Almagià – Via dell’Almagià, 2 – Ravenna

Biblioteca Classense – Via Alfredo Baccarini, 3 – Ravenna

Piazza del Popolo – Ravenna

Piazza San Francesco  Ravenna

Darsena PopUp – Darsena di città

Darsena di città – Via Antico Squero, 1 – Ravenna

Antichi Chiostri Francescani – Via Dante Alighieri, 2 – Ravenna

Palazzo Rasponi – Piazza Kennedy, 12 – Ravenna

Piazza Kennedy – Ravenna

Caffè Letterario – Via Armando Diaz, 26 – Ravenna

Piazza Einaudi – Ravenna

Teatro Alighieri – Via Angelo Mariani, 2 – Ravenna

MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna – Via di Roma, 13 – Ravenna

Garage Gradenigo – Via Gradenigo – Ravenna

Teatro Rasi – Via di Roma, 39 – Ravenna

Piazza Italia – Savarna (RA)

Tel: +39 0544 251966 / +39 320 9552632 (Info Ammutinamenti 2016)

www.festivalammutinamenti.org

 

Marco Argentina

www.giornaledelladanza.com

Compagnie MF / Beviamoci su_No Game © Christian Di Egidio

Gruppo nanou / Xebeche © Daniele Casadio

Check Also

José Perez

Essenza e passione: intervista a Josè Perez

Josè Perez, nasce all’Havana (Cuba) nel 1976. Inizia i suoi studi alla Scuola Nazionale “Alejo ...

In between

Corpo, gestualità e ricordi con “In between” di Arianna Rodeghiero

Il 27 marzo 2017, il Teatro Sala Fontana di Milano ospita la danzatrice e coreografa ...