Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Danza chi, come e perché?” – La Posta di Anna Maria Prina  

“Danza chi, come e perché?” – La Posta di Anna Maria Prina  

 

Prina

Gentilissima, forse le sembrerà una domanda indiscreta, ma mi piacerebbe sapere come trascorre le giornate e se l’allenamento di danza rientra ancora nella sua routine quotidiana.

(Rebecca da Udine)

Cara Rebecca, lei non è indiscreta! Le mie giornate sono variegate e diverse l’una dall’altra. Non amo essere abitudinaria, anche se per moltissimi anni lo sono stata, con grande dedizione verso la mia professione. Ora posso scegliere cosa fare e i miei impegni sono meno gravosi. Ovviamente amo tuttora la danza e me ne occupo sempre! Infatti, oltre ad andare in palestra due volte la settimana (per stretching specifico ed esercizi di danza), tengo corsi annuali per Insegnanti, partecipo a stage soprattutto all’estero, fornisco consulenze, scrivo articoli e testi di ballo e cerco di essere utile nel sociale. Seguo gli spettacoli di Balletto, danza contemporanea e di prosa. Ultimo ma non meno importante …..faccio la nonna ! Mi è sempre piaciuto molto, anche se  ora i miei nipoti sono cresciuti e i miei interventi sono naturalmente diminuiti.

Cari saluti

Tra tutti gli spettacoli che ha visto, qual è il suo preferito in assoluto, parlando di repertorio classico?

(Beatrice da Belluno)

Cara Beatrice, la risposta alla sua domanda non può avere un solo titolo….mi limiterò a tre titoli! Giselle perché è il balletto perfetto per antonomasia come costruzione e aderenza alla musica. Bella addormentata e Lago dei cigni  innanzitutto perché ci portano in mondi di favola che ci fanno sognare e che sono immortali, ma anche perché dal punto di vista storico ci riportano ai grandi geni del passato –Petipa e Ivanov- che li hanno creati in collaborazione con Ciaikovsky e alle nostre dive di allora Carlotta Brianza e Pierina Legnani.

Cari saluti

Lei ha girato il mondo, qual è la città che più le è rimasta nel cuore?

(Federico da Roma)

Caro Federico, senz’altro ho viaggiato moltissimo e con grande gioia ho goduto della  ricchezza e dell’apertura mentale che offrono i vari Paesi.

La città che più mi è rimasta nel cuore è senza dubbio Mosca. E’ una città a cui sono ormai legata dai lontani anni ’60, quando mi recai con altre quattro ballerine scaligere (Cosi, Savignano, Merla e Pastore) per il primo stage di Perfezionamento al Teatro Bolshoi. Questa iniziativa, promossa dal Sovrintendente Antonio Ghiringhelli e dall’allora Ministro della cultura sovietico Ekaterina Fursteva, venne denominata “Scambio culturale” poiché in pratica le ballerine scaligere si recavano a Mosca a studiare Danza e i cantanti sovietici venivano a Milano a studiare nella Patria del Bel canto. Gli insegnamenti ricevuti nei primi due anni e in quelli seguenti hanno influenzato la mia vita e il mio modo di vedere la Danza consentendomi  di migliorare e seguire, poi, la carriera didattica. Tutt’oggi ho amicizie a Mosca e vi ritorno ogni tanto.

Cari saluti

La posta di Anna Maria Prina

Scrivete a redazione@giornaledelladanza.com

 

 

Check Also

Erodiade-Fame-di-vento-Alberto-Calcinai_1

Teatro e danza si fondono nel toccante “Erodiade” di Julie Ann Anzilotti

Il 21 aprile 2018, all’interno della rassegna TeatrOltre, palcoscenico per le più importanti esperienze del ...

Lo schiaccianoci 1979/1980

Roberto Bolle, Svetlana Zakharova, Marianela Nuñez, Vadim Muntagirov, Germain Louvet celebrano Nureyev alla Scala

Dal 24 al 29 maggio 2018, in quattro serate al Teatro la Scala le étoile ...