Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News / Esclusiva / GD.COM: UN ANNO DI DANZA!

GD.COM: UN ANNO DI DANZA!

Un Anno di Cronaca di Danza

Un nuovo anno di danza sta per cominciare ed il giornaledelladanza.com vuole salutare il 2017 ripercorrendo alcune tappe fondamentali che lo hanno caratterizzato. Il mondo della danza, italiana ed internazionale, è stato protagonista di molti avvenimenti riassunti di seguito per i nostri lettori. 

 

SCONTRO PARISI/CUCCARINI (GENNAIO 2017)

Scoppia la lite tra due primedonne della televisione italiana: Heather Parisi e Lorella Cuccarini. Le due si sono ritrovate a dividere lo schermo con la trasmissione Nemicamatissima su Raiuno e la vecchia rivalità, che negli anni 80 le ha viste contrapposte, si è riaccesa più forte di prima. Alla fine dei lavori la Parisi ha avuto da ridire contro la produzione del programma che l’avrebbe penalizzata favorendo invece la collega. La Cuccarini ha preso  le parti del produttore invitando la Parisi a fare pace con sé stessa.

ASSOLUZIONE PER MARGHERITA PARRILLA (GENNAIO 2017)

Il Tribunale di Roma, dopo sette anni, ha assolto con formula piena Margherita Parrilla, ex direttore dell’Accademia Nazionale di Danza ed ex Presidente della Fondazione ad essa collegata. Era accusata insieme a Bruno Borghi di appropriazione indebita di beni della fondazione, e di sostituzione di persona per quanto riguarda Borghi, ma sono stati assolti perché “il fatto non sussiste”, portando così alla negazione delle accuse formulate da Consiglio di Amministrazione della FAND presieduto da Larissa Anisimova.

LICENZIAMENTI ALL’ARENA DI VERONA (FEBBRAIO 2017 )

Licenziato tutto il corpo di ballo dell’Arena di VeronaGiuliano Polo, nuovo Sovrintendente della Fondazione, ha inviato 19 lettere di licenziamento ai ballerini, come già annunciato dopo che a fine 2016 non era stato trovato nessun accordo nella trattativa con le organizzazioni sindacali. In seguito all’apertura della procedura di mobilità da parte della stessa Fondazione, chiude dunque definitivamente il corpo di ballo stabile “nel disinteresse delle istituzioni, con in testa il Ministero dei Beni Culturali deputato a vigilare e tutelare le arti di cui la danza è essenziale bene comune”, denunciano in un comunicato i sindacati Fials e Cisal. Nelle 14 Fondazioni Lirico-Sinfoniche italiane, rimangono ora solo quattro corpi di Ballo: Milano, Roma, Napoli e Palermo.

CIAO TRISHA (MARZO 2017)

Il 18 marzo all’età di 80 anni si è spenta Trisha Brown, pioniera della postmodern dance americana, colpita da una lunga malattia a causa della quale già nel 2012 aveva dovuto annunciare il ritiro, definendo come “the last”, le ultime, le coreografie create alla fine del 2011. Trisha Brown ha collaborato con i più grandi artisti suoi contemporanei: da Laurie Anderson a Robert Rauschenberg, da Baryshnikov al corpo di ballo dell’Opera di Parigi. Proprio in Francia le conferirono nel 1988 il titolo di Chevalier dans l’Ordre des Arts et Lettres (fino a diventare Commandeur nel 2004), mentre è suo il primato di prima coreografa a ricevere, nel 1991, il riconoscimento McArthur Fellow.

ADDIO AD AGNESE DE DONATO (MARZO 2017)

Il mese di marzo segna un’altra grande perdita per il mondo della danza, quella di Agnese De Donato, giornalista e fotografa dalla lunga carriera. Inizia la sua attività giornalistica e di fotoreporter nel 1968, collaborando tra l’altro con periodici come l’Europeo e Il Tempo Illustrato. Collabora inoltre con Paese Sera, la Gazzetta del Mezzogiorno, Panorama, Dance Magazine, Cosmopolitan e cura l’ufficio stampa di importanti istituzioni, compagnie di danza, gruppi teatrali sperimentali rassegne internazionali: dall’Accademia Filarmonica Romana al Teatro dell’Opera di Roma, dall’Arterballetto alla “Piramide” di Memé Perlini, dal Festival di Danza di Castiglioncello alla rassegna “Oriente Occidente” di Rovereto, alla “Fiumara d’Arte” di Antonio Presti.

UDIENZA DAL PAPA (APRILE 2017)

In occasione della Giornata Mondiale della Danza, alcuni esponenti di spicco del mondo del balletto sono stati ricevuti in Vaticano da Papa Bergoglio. L’iniziativa è stata organizzata dal Professore Alberto Testa che, dopo una cernita accurata, ha selezionato le persone da portare con sé davanti al Santo Padre. Inutile dire che il disappunto è velocemente cresciuto tra quanti sono stati esclusi, che hanno ritenuto incomprensibile il criterio di selezione applicato da Testa.

DIVO NERONE ATTO I (MAGGIO 2017)

Viene allestito in pompa magna il musical Divo Nerone Opera Rock che ha tutta l’aria di diventare lo spettacolo dell’anno: 80 repliche previste, 3000 posti a sedere, cinque giorni su sei lo spettacolo sarà recitato in inglese per favorire i turisti e il Colle Palatino come location. Si scoprirà però che i grandi allestimenti, i costumi incantevoli, gli artisti di alto livello e le scene suggestive non saranno sufficienti a far evitare le polemiche che di li a poco lo avrebbero travolto.

DIVO NERONE ATTO II (GIUGNO 2017)

Il musical non decolla: la sera del debutto si comincia con 2 ore di ritardo, poche vendite di biglietti e tante polemiche per l’uso della location. Il Comune di Roma impone il fermo del musical per mancanza delle autorizzazioni necessarie per la messa in scena. Questo sarà solo l’inizio della fine, che arriverà a settembre con lo smantellamento del palco, e le polemiche di molti artisti nei confronti della produzione per mancati pagamenti.

SCONTRO FRA ETOILE (LUGLIO 2017)

Nasce la polemica tra due importanti étoile, Roberto Bolle e Giuseppe Picone. Ad accendere la miccia sono state le dichiarazioni di Bolle che, lamentando la situazione della danza in Italia, elencava gli ultimi corpi di ballo rimasti in vita escludendo però quello del Teatro San Carlo diretto proprio da Giuseppe Picone. Il direttore del San Carlo è subito intervenuto a difesa dei propri danzatori invitando Bolle ad andare ad assistere ai loro spettacoli.

 

TUTTI IN VACANZA! (AGOSTO 2017)

 

REBECCA BIANCHI ETOILE (SETTEMBRE 2017)

Rebecca Bianchi, al termine della rappresentazione di mercoledì 20 settembre di Giselle di Patricia Ruanne, è stata nominata dal Presidente del Teatro dell’Opera di Roma Virgina Raggi, alla presenza del Sovrintendente Carlo Fuortes e della Direttrice del Corpo di Ballo Eleonora Abbagnato, étoile del Teatro dell’Opera di Roma. E’ entrata alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano all’età di undici anni e nel 2009 arriva nel corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, dove sotto la Direzione di Eleonora Abbagnato nel maggio 2015 vince il concorso da solista e nel dicembre dello stesso anno è nominata prima ballerina.

ADDIO MAESTRO ZAPPOLINI (OTTOBRE 2017)

Si è spento a Roma all’età di 87 anni Walter Zappolini, ballerino, coreografo, soprattutto grande maestro per generazioni di giovani danzatori. Insieme a Franca Bartolomei ha fondato e diretto per lunghi anni il Balletto di Roma, prima compagnia privata italiana, pur non abbandonando la carriera in teatro. Dal 1973 al 1987 è stato direttore della scuola di ballo del Teatro dell’Opera di Roma e durante il suo incarico ha promosso l’istituzione di nuove discipline per arricchire lo studio tradizionale della danza.

LEGGE SULLO SPETTACOLO (NOVEMBRE 2017)

E’ stato approvato definitivamente il decreto legge contenente “Disposizioni in materia di spettacolo e deleghe al Governo per il riordino della materia”. Il testo contiene un principio fondamentale che mai nessuna legge aveva sancito prima, l’introduzione di una normativa che regolamenta l’insegnamento della danza tramite la definizione di percorsi formativi e professionalizzanti validi su tutto il territorio nazionale. 

POMPEA SANTORO DIMISSIONI (NOVEMBRE 2017)

Pompea Santoro, celebre musa di Mats Ek ha assunto l’incarico di direttore di Aterballetto lo scorso settembre, e appena due mesi dopo ha deciso di mollare. Dopo aver seguito la Compagnia in alcune tournée, Pompea Santoro ha fatto pesare la propria assenza in occasione dello spettacolo di Aterballetto al Teatro Valli di Reggio Emilia. Le motivazioni che l’ hanno portata alle dimissioni non sono state chiarite, l’unica cosa certa è che da parte del CDA della Fondazione le dimissioni non sono state accettate.

MUORE LUDOVICO DURST (DICEMBRE 2017)

E’ morto all’età di 87 anni Ludovico Durst, ballerino, insegnante di danza per più generazioni di ballerini, e protagonista della grande stagione di danza del Teatro Massimo di Palermo a partire dalla fine degli anni Cinquanta, quando è stato interprete delle coreografie di Aurel Milloss, fino agli anni ’80, in scena al fianco di Carla Fracci e Gheorghe Iancu in tanti titoli del grande repertorio della danza. Per ricordarlo, a lui è stata dedicata l’ultima recita de La Bella Addormentata del coreografo Matteo Levaggi andata in scena il 28 dicembre. 

 

Alessandro Di Giacomo 

www.giornaledelladanza.com

 

Check Also

goldberg variationen (7)

Nuovo debutto per il Corpo di Ballo della Scala: Goldberg-Variationen per la prima volta nel repertorio

Nuovo debutto per il Corpo di Ballo della Scala: Goldberg-Variationen, acclamato balletto di Heinz Spoerli entra ...

dance-dance-dance-tommassini-incontrada-lettieri-ezra

La Danza in Tv: al via l’edizione 2018 del Talent “Dance Dance Dance”

Sta per debuttare la seconda edizione di «Dance Dance Dance», il talent show ideato da ...