Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Danza chi, come e perché?” – La Posta di Anna Maria Prina  

“Danza chi, come e perché?” – La Posta di Anna Maria Prina  

Prina

Carissima Signora Prina, Lei che ha pubblicato molti libri sulla metodologia didattica della danza classica cosa ne pensa del fatto che alcune scuole di danza private abbiano dei corsi destinati a bambine al di sotto dei quattro anni di età? Pensa sia un’età adatta per il giusto approccio alla danza?

(Luigi da Catania)

Caro Luigi, lei mi parla di approccio alla danza e io le dico che sarebbe possibile avvicinare bimbi di 3-4 anni alla Danza. Ma il condizionale in questo caso ha una grande importanza! Prima di tutto non si parla di danza classica, ma di danza in generale e lo si può fare in vari modi: dai video all’educazione al movimento, da esercizi ritmici a camminate, salti e movimenti liberi con percorsi liberi e obbligati nello spazio. Quindi intendo attività che educano al movimento (raramente armonico a quell’età) e non impegnano eccessivamente il corpo, rispettando le capacità e le possibilità di concentrazione del singolo. Tutto ciò, esposto in poche parole, presuppone una grande preparazione pedagogica, didattica, musicale e anatomica oltre a grande sensibilità. In genere, consiglio ai genitori di lasciar giocare i bambini fino alla prima elementare, magari introducendoli a qualche disciplina sportiva leggera – tipo il nuoto -, e solo in seguito impegnarli in attività più strutturate. Oggi esiste la tendenza ad anticipare tutto, ma ritengo sia una cosa da valutare con attenzione caso per caso e soprattutto occorre verificare di affidarsi a persone con reali competenze.Cari saluti

Gentilissima Signora Prina, ho scoperto all’età di 26 anni la passione per la danza contemporanea. Da circa due anni sto studiando le basi della danza classica e il mio sogno è entrare in una compagnia di danza contemporanea. Lei crede che, al di là dei miei risultati e l’esperienza nel settore, sia troppo tardi per me iniziare una carriera data la mia età?

(Mirco da Milano)

Caro Mirco,

nulla è impossibile! Bisogna però essere lucidi e analizzare i pro e i contro, le reali doti e l’eventuale talento in suo possesso. I risultati raggiunti in 2 anni sono una variante importantissima per valutare i margini di riuscita nella professione. Esistono molti casi di appassionati che, pur avendo iniziato tardi lo studio della danza, hanno raggiunto buoni risultati e svolto un’onorevole professione. Importante sarebbe rivolgersi a persone realmente competenti, farsi vedere a una lezione e ottenere un giudizio spassionato e onesto. Soprattutto al giorno d’oggi è bene non crearsi (e non creare) false illusioni. Il mondo del lavoro è già così competitivo e arduo e, sempre più, è richiesta la qualità. Mi faccia sapere, IN BOCCA AL LUPO!

 

Cara Signora Prina, volevo chiederle quale altro percorso artistico avrebbe intrapreso se non avesse scoperto la magia della danza?

(Lucia da Roma)

Bella domanda, Lucia! La mia risposta forse la stupirà. Da giovane avrei voluto fare il medico (non chirurgo). La medicina è sempre stata, e lo è tuttora, la mia grande passione. Ho sempre avuto un occhio particolare per la salute fisica e psichica delle persone interessandomi ai vari rimedi e cure proposte da miei amici medici. Durante i 32 anni della mia Direzione alla Scuola della Scala ho seguito con passione e massima attenzione gli esami medici d’Ammissione tenuti da medici specialisti. Non ho mai perso una seduta per potere, oltre che capire in diretta lo stato di salute dei candidati, imparare tutto il possibile per poterlo applicare, all’occorrenza, su parenti e amici. Cordiali saluti

La posta di Anna Maria Prina

Scrivete a redazione@giornaledelladanza.com

 

 

Check Also

Barriere sociali, rispetto per la natura e voglia di emergere ne “Lo Schiaccianoci” di Massimiliano Volpini

Dal 18 al 31 dicembre 2018, il Teatro Vascello di Roma ospita la Compagnia del ...

A Genova nasce IAFC: il prestigioso Istituto di Alta Formazione Coreutica

A Genova nasce IAFC, L’ Istituto di Alta Formazione Coreutica conforme al corso di Diploma ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi