Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Andreea David tra narcisismo e autocritica con “A portrait of a nude black haired woman”

Andreea David tra narcisismo e autocritica con “A portrait of a nude black haired woman”

A-portrait-of-a-nude-black-haired-woman_231059

Il 17 marzo 2018, all’interno del Festival del silenzio ideato da Fattoria Vittadini per offrire al pubblico udente e non udente spettacoli, performance e altre forme artistiche che utilizzino le lingue dei segni, il DID Studio di Milano ospita la coreografa Andreea David con A portrait of a nude black haired woman, produzione Colectiv A, Cluj Napoca, con il sostegno di National Dance Center, Bucharest (CNDB).

Danzatrice e architetto, laureata in Architettura all’Università di Bucarest, Andreea David studia danza contemporanea presso il National Centre for Dance di Bucarest e nel 2012 è tra i partecipanti di DanceWEB – ImpulsTANZ a Vienna. Lavora come coreografa indipendente e con altri artisti, partecipa a festival come Explore Dance Festival Bucharest, ImpulsTanz Vienna, Temps d’Images Cluj e LIKE CNDB. Nel 2014, dà vita al Laboratory for Common Practices, un laboratorio dove sperimentare ed esplorare nuove pratiche coreografiche e performative.

Per questa performance, l’artista si muove in uno spazio solitario, studia i propri movimenti attraverso le riprese di una videocamera e si trasforma nel soggetto del proprio giudizio estetico e nell’oggetto del proprio narcisismo, alla ricerca di un continuo perfezionamento.

ORARI & INFO

17 marzo 2018, ore 20.15

DID Studio
Via Procaccini, 4
20100 Milano (MI)

Tel: +39 02 345 0996

E-mail: info@didstudio.org

Stefania Napoli
Fotografia: Alina Usurelu
www.giornaledelladanza.com

Check Also

La prima edizione del FestivalDanza Roma: un nuovo modo di vivere la danza

Arriva un evento “globale” dedicato alla danza, un nuovo modo di viverla e farla vivere ...

Il caleidoscopico linguaggio della danza con “Blanks”  di Ingrid Berger Myhre

  Il 20 ottobre 2018, nell’ambito di Romaeuropa Festival 2018, al complesso architettonico Macro al ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi