Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Zappalà Danza a MilanOltre Festival – “Corpo a Corpo”: una meditazione sul tema della violenza

Zappalà Danza a MilanOltre Festival – “Corpo a Corpo”: una meditazione sul tema della violenza

Compagnia-Zappalà-Danza-Corpo-a-Corpo-photoSerena-Nicoletti

Continuano gli appuntamenti di MilanoOltre Festival, giunto quest’anno alla sua trentaduesima edizione. Il 10 ottobre 2018 la COMPAGNIA ZAPPALÀ DANZA presenterà CORPO A CORPO: (prima meditazione su Caino e Abele), da un’idea di Nello Calabrò e Roberto Zappalà, coreografia, regia e costumi di Roberto Zappalà, su musiche Nick Cave e Johannes Brahms. Interpreti: Gaetano Montecasino e Fernando Roldan Ferrer. Lo spettacolo, dal progetto Liederduett (due episodi su Caino e Abele), una co-produzione Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza-Centro di Produzione della Danza e Bolzano Danza/Tanz Bozen, in collaborazione con KORZO (Den Haag, NL) e MilanOltre Festival, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Sicilia, Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo

Corpo a Corpo (prima meditazione su Caino e Abele) è lo spettacolo che ha dato l’avvio al nuovo progetto e al percorso di riflessione di Roberto Zappalà ispirato alla vicenda di Caino e Abele, che si compone di 3 spettacoli. I primi due, Corpo a Corpo e Come le ali (seconda meditazione su Caino e Abele) sono due step di “meditazione”, due parti al contempo autonome e complementari che confluiscono poi in Liederduett (due episodi su Caino e Abele), creazione per 4 danzatori, pianoforte e controtenore in prima assoluta al Festival BolzanoDanza nel luglio 2018. L’albero/progetto di Transiti Humanitatis si arricchisce di una nuova ramificazione, una “fronda” che richiama e rafforza, per affinità di riferimenti, una nuova possibile genesi già esplorata dal coreografo in Oratorio per Eva (spettacolo debuttato nel 2014). Corpo a Corpo indaga la violenza che i corpi subiscono e esprimono sin dall’inizio della vita.

L’intenzione è quella di meditare sul tema della violenza, sul bene e il male, sulle lotte dell’umanità partendo dalle figure di Caino e Abele. È la prima lotta e anche il primo delitto; il primo fratricidio e anche il primo martirio; la prima conseguenza della rottura del rapporto fra gli uomini con Dio. Una rottura così tragica e definitiva da condurre, appunto, al delitto. Il dizionario di Corpo a Corpo include: conflitto, odio, rancore, lotta, gelosia, incomprensione, invidia, rifiuto, attacco, violenza. Tutti significanti e posizioni emotive che perpetuiamo fino a quando crederemo che tutto dipenda da qualcosa che l’altro ci fa e rimarremo nella nostra parte più superficiale, chiamato anche ego, la nostra personalità che ha paura e quindi attacca e difende. In Corpo a Corpo che trasfigura il primo lutto dell’umanità (vedi l’omonimo quadro di William-Adolphe Bouguereau), i corpi di Zappalà “vivono” le tragedie del nostro tempo nella contrapposizione tra Caino e Abele. La nuova creazione di Roberto Zappalà con i mezzi che ovviamente le sono propri. i corpi, il movimento, la danza, parte dal primo lutto come monito e avvertimento per i lutti di oggi.

ORARI & INFO

MilanOltre Festival

Mercoledì 10 ottobre, ore 20:30

Teatro Elfo Puccini

Sala Shakespeare

Corso Buenos Aires, 33, Milano

www.milanoltre.org

Lorena Coppola

giornaledelladanza.com

Photo Credits: Serena Nicoletti

Check Also

Stéphane Fournial: “La danza non ha confini” [ESCLUSIVA]

Sabato 15 dicembre 2018, nel quartiere Scampia, la danza sarà protagonista per un progetto mirato ...

Contemporaneità e tradizione ne “Lo Schiaccianoci” del Balletto di San Pietroburgo

Il 19 dicembre 2018, il sipario del Teatro Il Celebrazioni di Bologna si alza sullo ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi