Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Maria Meoni: “La danza è sempre stata presente nella mia vita”

Maria Meoni: “La danza è sempre stata presente nella mia vita”

Spesso non si conosce la realtà dietro un grande evento di danza, ossia mesi di preparazione, grande impegno, infaticabile dedizione. Cosa vuol dire essere un event management? Lo scopriremo insieme a Maria Meoni, che in questa intervista si racconta al Giornale della Danza.

Lei si occupa di event management, un lavoro molto impegnativo e tuttavia dinamico, può descrivere una Sua giornata tipo?

Tra le attività di routine sicuramente rientrano: gestire le mail, gli appuntamenti telefonici con i partecipanti, la gestione delle prenotazioni e registrazioni all’evento organizzato, rispondere ai messaggi su WhatsApp, Messenger. Poi si iniziano a contattare gli enti che permetteranno la buona riuscita dell’evento: il Comune, la Provincia, la Regione… E qui solitamente cominciano le prime difficoltà, ovviamente sempre superabili! Tutto questo per ogni evento che sia organizzato un anno, un mese, una settimana, un giorno prima.

Quando ha iniziato a interessarsi agli eventi di danza?

La danza è sempre stata presente nella mia vita fin da piccola. Mi ricordo che alla tenera età di tre anni mio padre metteva la musica classica con i fantastici 33 giri in salotto ed io ballavo a piedi nudi.  Mi ritengo davvero fortunata a poter dire che il mio lavoro e la mia passione coincidono, perciò non ho mai vissuto i vari sacrifici e i vari impegni come tali, anzi, ho sempre voglia di mettermi in gioco. Definisco inoltre il mio lavoro di organizzazione di eventi una professione che desta sempre tanta curiosità.

Ha studiato danza? Ha svolto carriera di ballerina?

Ho cominciato a prendere lezioni di danza dai quattro anni di età fino a quando non sono rimasta incinta del mio primo figlio, che oggi ha 23 anni. Da allora ho cominciato ad insegnare fino a quando ho deciso di seguire la mia seconda figlia che vuole fare la ballerina. Ed è proprio per lei che da ben 10 anni organizzo eventi in cui la danza fa da protagonista: festival, spettacoli, conferenze, incontri con gli artisti e tanto altro.

Quali sono gli eventi che organizza maggiormente?

Maggiormente organizzo Festival ossia stage di danza insieme a concorsi e gala. Da qualche anno sono la manager degli artisti Sabrina Brazzo, étoile internazionale, e Andrea Volpintesta, primo ballerino della Scala di Milano e delle loro due compagnie: Jas Art Ballet e Jas Art junior. È un lavoro di promozione e distribuzione simile in alcuni aspetti al lavoro che svolgo per l’organizzazione di eventi.

Tra le varie attività, organizza molti concorsi di danza, cosa comporta tutta la preparazione di un simile evento?

I passaggi sono tanti: bisogna innanzitutto trovare la location giusta e poi, a seconda dell’evento che si vuole realizzare, tutte le varie sfaccettature: se si tratta di un concorso, scegliere la giuria adeguata, se invece si tratta di un festival, scegliere un team di professionisti del settore.

Chi sono i Suoi riferimenti principali per la gestione del Suo lavoro?

Principalmente me stessa

Spesso tutto il lavoro di chi si muove “dietro le quinte” non è percettibile all’esterno, pur tuttavia è un grande onere ed è il principale impegno che permette che tutto vada per il meglio, Lei come vive questo aspetto?

Un buon event manager deve saper rimanere nascosto nell’ombra e monitorare, o meglio tirare le fila dell’evento, come un bravo burattinaio. Coordinare da bravo regista da dietro le quinte come in uno spettacolo teatrale. I tempi di preparazione di un evento possono essere molto lunghi e durare diversi mesi, se non addirittura più di un anno, soprattutto per grandi eventi; questo perché le cose da preparare sono molte, quindi saper gestire al meglio il tempo che resta è un aspetto fondamentale.

Al momento è impegnata in un grande progetto: l’organizzazione di “Key Dance Competition”, la prima edizione del concorso di danza diretto da Franco Miseria, può parlarci di questa nuova avventura?

Franco Miseria l’ho conosciuto la prima volta in un mio concorso a Roma otto mesi fa. Da quel giorno abbiamo deciso di collaborare e quindi è nata l’idea del concorso “Key Dance Competition”, in cui saranno selezionati elementi meritevoli per inserimento in realtà lavorative. Riuscirò inoltre a mettere in palio borse di studio per NY meta raggiunta quest’anno con i miei eventi. Ho avuto l’opportunità di poter collaborare con una grande realtà newyorkese.

Quali saranno gli impegni successivi?

Prossimamente ho 5 concorsi in agenda, da gennaio a luglio, e quattro Festival: “Pinzolo in Danza”, dal 20 al 24 giugno 2018, con la presenza del grande Giuseppe Picone; “Jesolo Dance”, Festival giunto alla sua ottava edizione; il Festival “Promesse della Danza”, con la presenza della Signora della Danza; il Festival “Salento in Danza”, giunto alla V edizione.  Eventi da nord a sud in cui la danza è protagonista per dare ai giovani reali opportunità e di lavoro e di formazione.

Progetti futuri?

Per ora non ho obiettivi particolari, per me l’importante è sempre dare la possibilità ai futuri giovani ballerini di studiare e lavorare qui in Italia e di non doversene andare per ottenere una formazione adeguata.

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.com

Photo Credits: Press Office Maria Meoni

Check Also

In prima italiana l’originale mix di sogno, poesia e danza ne “Lo Schiaccianoci” di George Balanchine

  Il 19 dicembre 2018 e fino al 15 gennaio 2019, il Teatro alla Scala ...

Roberto Bolle torna in tv con “Danza con me” il primo gennaio 2019

Dopo il successo di critica e pubblico dell’edizione precedente e dopo aver vinto il prestigioso ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi