Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Fiori di garza”: la poesia incontra la danza

“Fiori di garza”: la poesia incontra la danza

Colore e bellezza. Fragilità e forza. Sono i fiori i prescelti dalla natura per rinascere da sé stessa. Così le donne di cui Fiori di garza canta le storie. Antiche e attualissime, intense. Combattono sfide e inseguono sogni, comunicano il mondo in cui credono e lo rendono possibile. Vincenti anche quelle il cui percorso sembra pieno di ombre. Fiori di garza è il nuovo spettacolo proposto dalla Stagione TPE per la rassegna “Palcoscenico Danza”, in scena sabato 23 marzo 2019 alla Lavanderia a Vapore di Collegno. Lo spettacolo nasce dall’incontro fra il progetto, la poesia e la voce di Laura Fusco e la coreografia e danza di Cristiana Casadio.

La prima peculiarità di Fiori di garza, che la rende un’opera unica nel panorama delle creazioni coreutiche, è che è stato ideato da una poetessa. Lo spettacolo torna alle radici dell’Arte, quando la Poesia era orale, la Parola creava, la Danza era energia. Laura Fusco, non nuova a progettare inediti linguaggi e a contaminare, ne ha scritto il testo già con l’idea di farne uno spettacolo per danza. E dopo averlo scritto ne firma la regia e lo interpreta: farlo, per lei definita “erede dei bardi”, è estensione necessaria e naturale del suo fare Poesia. Con lei la danzatrice Cristiana Casadio e le sue coreografie, capaci di creare quel doppio fuoco con i versi, che le ispirano, in un fluire simbiotico di rimandi.

Il linguaggio del lavoro è arcaico e riportato all’incantesimo dell’essenza. Sul palco la Parola e la Danza, luci e pochi oggetti scenici, tutti di carta, simbolici e creati sotto gli occhi degli spettatori in un fare e disfare della danzatrice che fa pensare a qualcosa di magico, pochissima musica e un lavoro sul suono che accompagna la voce, registrata, live, mixata e a tratti rielaborata in tempo reale. La formula è quella del work in progress.

“Fiori di garza” – spiega Laura Fusco – si basa su un’idea semplice e rivoluzionaria: la forza creatrice della Parola si unisce all’energia della Danza, diventa Danza, non c’è posto per altri media. È una novità assoluta e, in un tempo di overdose di stimoli, ho voluto riandare alle radici dell’arte e al cuore delle cose. Per Palcoscenico Danza ho trovato in Cristiana Casadio un’interprete che in scena con me lo rende possibile. La prima sfida è stata “inventare un alfabeto tra di noi”, la seconda trasformare l’apparente limite della scena volutamente e totalmente nuda in elemento di forza e bellezza per una dedica appassionata alle donne e al potere della poesia e della fantasia.

L’opera è divisa in quadri. Una protagonista per quadro. Alcune esistite realmente, come Isabella di Morra, Ingeborg Bachmann o Emily Dickinson: le loro biografie sono rese poesia e ci sono citazioni prese a prestito, rivisitate o ricreate. Altre sono frutto di fantasia, ma calate in contesti fitti di eventi e riferimenti storici, dall’Inquisizione agli anni ’50, al ’68, a oggi. Le due artiste dipanano il filo rosso delle loro vicende, che uniscono generazioni di donne. Combattenti per quei diritti per cui la poetessa collabora con Libera, Amnesty International e le ASL, ma anche ragazze che emergono da mondi misteriosi in un crossover tra universi: quello della letteratura e della cultura, quello pop e della fantasia, quello delle laceranti battaglie civili e sociali.

L’iniziativa si pone nel solco di lavori che Laura Fusco, da sempre convinta del potere della Parola, ha dedicato al mondo femminile: i progetti internazionali contro i femminicidi e la violenza; quelli per l’acqua – oro blu ma anche archetipo femminile; quelli per le donne in difficoltà; la raccolta poetica La pesatrice di perle e i testi pubblicati in collaborazione con la Columbia University di New York, i numerosi reading poetici realizzati. Il binomio Poesia e Danza fa parte dei progetti format che Fusco ha dedicato all’incontro tra Poesia e altre arti, tra cui Poesia e Arte e Poesia e Musica: in pochi anni hanno già una storia internazionale e collaborazioni con Conservatori di Musica, Venaria Reale, il Turin Jazz Festival, Università.

Anche Poesia e Danza, cui Fiori di garza appartiene, comprende già diverse opere e produzioni: quella del 2018 con Cristiana Casadio, uno studio realizzato nella splendida cornice della Villa della Regina di Torino, in collaborazione con il MIBAC – Ministero Beni Artistici Culturali Polo Museale del Piemonte, e in passato con altre danzatrici; i primi esperimenti collaudati con successo nella coproduzione italo-franco-tedesca Faust, Le madri; in Germania il progetto “Wo zuerst” e atelier internazionali.

ORARI & INFO

Sabato 23 marzo 2019, ore 21:00

Lavanderia a Vapore

Corso Pastrengo, 51 – Collegno (TO)

www.fondazionetpe.it

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.com

Photo Credits: Andrea Macchia

Check Also

Timofej Andrijashenko sarà Romeo alla Royal Opera House Covent Garden

Riconoscimenti, premi, inviti, successi nel corso delle tournée internazionali, attenzione dei coreografi che alla Scala ...

Connessioni simbiotiche tra mondo umano e animale in “Animale” di  Francesca Foscarini

  Il 30 aprile 2019, in occasione di Festival FOG Triennale Milano Performing Arts 2019, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi