Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Amici di Maria De Filippi riparte dalle selezioni

Amici di Maria De Filippi riparte dalle selezioni

Sta per riaprire i battenti la scuola di Amici di Maria De Filippi, il talent show più fortunato degli ultimi anni, un’importante vetrina per giovani talenti della musica e del ballo che vogliono mettere in luce le proprie capacità. In attesa di conoscere i nomi dei fortunati che verranno scelti per formare la classe di ballo della scuola, su canale 5 vanno in onda le scremature finali dei provini che lasciano già intravedere i possibili cambiamenti all’interno del programma.

Per selezionare gli aspiranti allievi sono stati incaricati due nomi importanti della danza italiana, Silvio Oddi per la danza moderna e Fara Grieco per quella classica. I due maestri hanno già provinato un cospicuo numero di ragazzi ritenuti idonei a partecipare al programma ma a dare la conferma ufficiale saranno i maestri che dovranno lavorare con loro all’interno del talent: Alessandra Celentano, Luciano Cannito, Garrison Rochelle.

I ballerini si esibiscono davanti ai probabili futuri insegnanti portando una coreografia su cui si sentono ben preparati ed i maestri decidono chi di loro può andare ad affrontare quello che sarà il successivo e definitivo step ovvero quello da cui verranno estratti gli allievi ufficiali della scuola di Amici. Inutile negare le diversità di metro di giudizio tra gli insegnanti e come prevedibile le differenze di opinione tra Alessandra Celentano e Luciano Cannito la fanno da padrone.

I due maestri già nella scorsa edizione avevano dimostrato di pensarla non solo diversamente ma proprio in maniera opposta su molte cose, tecnica, interpretazione, stile, carattere, energia, possibilità lavorative di ogni singolo ragazzo ed anche adesso non fanno mancare siparietti interessanti di ordinario disaccordo.

Dove la Celentano afferma di non trovare basi interessanti su cui lavorare, Cannito intravede invece possibili ed interessanti mondi da esplorare con buona pace di Garrison che assiste esausto alle divergenze di opinione dei due colleghi. I ragazzi dal canto loro sono tesi e concentrati, e come accade in ogni audizione che si rispetti cercano di giocarsi nei pochi minuti di coreografia a disposizione la loro carta per il futuro.

Alessandro Di Giacomo

Check Also

Il Balletto di San Pietroburgo sarà al Teatro Alfieri di Torino con Lo Schiaccianoci

Il Balletto di San Pietroburgo sarà ospite il 16 dicembre alle ore 20.45 presso il ...

Corpi in bilico tra Paradiso e Inferno in “Dopo la fine” di Paola Lattanzi

Il 7 dicembre 2019, nell’ambito del XXV Festival di danza contemporanea e arti performative, il ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi