Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / redattori (page 2)

redattori

Emanuela Serra racconta solitudine e appartenenza con l’apprezzato “Just before the forest”

Just before the forest

L’8 settembre 2018, all’interno del Festival Short Theatre di Roma, presso Macro al mattatoio andrà in scena Just before the forest, concept Emanuela Serra e Alessandro Pallecchi, in collaborazione con Ebrima Jawara, Emanuela Serra, Giovanni Russo, Kassim Sulaiman, Samba Jallow, Souleymane Traore, Vazoumana Sidibe, colonna sonora e installazione scenica Alessandro Pallecchi, interpreti Ebrima Jawara, Emanuela Serra e Vazoumana Sidibe. Una produzione Balletto Civile, Carrozzerie No.t, FuoriLuogo/ Fisiko, Associazione Mondo Nuovo Caritas “Progetto SPRAR”. Liberamente ispirato all’opera di Bernard-Marie Koltès, La notte poco prima della foresta, e ai fumetti di GIPI, Just before the forest racconta la solitudine, il tentativo di ritrovarsi e di essere trovati, di riconoscersi nell’altro simile a noi e nel bisogno di afferrarlo per sentirsene parte, rinunciando all’individualismo e all’egoismo a favore del senso di appartenenza al gruppo. Il progetto nasce dalla collaborazione fra artisti italiani e stranieri, e prende vita attraverso danza, intensa drammaturgia e la potente musica dal vivo di Pallecchi, che accompagna testo e gesti performativi, dando vita in maniera toccante e appassionante al tema quanto mai attuale della condivisione e coesione culturale. ORARI & INFO 8 settembre 2018, ore 19.00 Macro al mattatoio – Pelanda foyer 1 Piazza Orazio Giustiniani, 4 00100 ROMA ...

Read More »

“Hatched”: Johanna Nuutinen porta in scena il suo viaggio interiore

Hatched

  Una prima, per raccontare l’identità e l’anonimato, rigorosamente attraverso la tecnologia, in grado di realizzare un viaggio personale ed interiore: Johanna Nuutinen, finlandese, con alle spalle una brillante carriera come danzatrice nel Finnish National Ballet, si orienta a creare performance nelle quali il rapporto con la tecnologia e il video traducono un viaggio interiore e personalissimo. Con l’assolo Hatched, in scena per la prima volta in Italia al Festival Oriente Occidente, l’artista tratta il tema dell’identità e dell’anonimato immersa seminuda in proiezioni digitalizzate. Intraprende, come nel rito della nascita, un viaggio viscerale che scuote le emozioni e risveglia in chi osserva nuovi interrogativi. Hatched è il primo germe per una definizione, i primi passi per la determinazione del sé. Che l’artista, con questo lavoro, vuole esprimere attraverso la “sua” danza. ORARIO & INFO 3 settembre ore 20.30 Auditorium Melotti Corso Angelo Bettini 43 Rovereto (Tn) www.orienteoccidente.it/it/   www.giornaledelladanza.com

Read More »

GD Web TV: Glass Pieces – Jerome Robbins – Boston Ballet

Boston Ballet Robbins

Con questo video facciamo un breve viaggio dietro le quinte del Boston Ballet e, soprattutto, delle prove della pièce Glass Pieces di Jerome Robbins. Tocchiamo con mano lo slancio urbano e gli schemi intricati e mutevoli di questa grande ensemble impostato sui ritmi ipnotici della colonna sonora di Philip Glass. Uno spettacolo da non perdere!     www.giornaledelladanza.com  

Read More »

GD Web TV: My First Ballet: Swan Lake – English National Ballet

My First Ballet Swan Lake – English National Ballet

Un breve estratto di My First Ballet: Swan Lake, quando Odette (Chloe Keneally) incontra il Principe Sigfrido (Harvey Littlefield). Questa versione riadattata appositamente per i ragazzi è stata coreografata da Antonio Castilla e portata in scena dagli studenti dell’English National Ballet School, con il racconto di Louise Calf.   www.giornaledelladanza.com

Read More »

Creazione, difesa e distruzione dei nostri idoli con “Icon” di  Sidi Larbi Cherkaoui

Icon

Il 10 settembre 2018, all’interno di Torinodanza festival, il Teatro Regio di Torino ospita GöteborgsOperans Danskompani con Icon, coreografia Sidi Larbi Cherkaoui, musiche Patrizia Bovi, Gabriele Miracle, Kazunari Abe, Anna Sato e Woojae Park, drammaturgia Antonio Cuenca Ruiz, set design Antony Gormley. Leader religiosi e politici, attori, popstar, modelli che noi stessi creiamo, adoriamo e imitiamo, fino all’arrivo della prossima icona. E’ questo il leitmotiv che ispira Icon, creato dal coreografo belga-magrebino Cherkaoui, in collaborazione con il giovane stilista Jan-Jan Van Essche e con l’artista visivo Gormley che realizza una scenografia composta da 3,5 tonnellate di argilla con cui i danzatori interagiscono, trasferendo la loro energia su quella di un materiale plasmabile, dotato di proprietà effimere, che non sempre reagisce come ci si aspetta, dando forma a qualcosa di inaspettato. Il risultato è un palcoscenico trasformato in campo di battaglia, in cui ciascun interprete lotta con se stesso e gli altri nel gioco di costruzione, difesa e distruzione di un proprio idolo, attraverso movimenti imprevedibili e imprevisti, che evocano un rituale primordiale. Il tutto è amplificato dalle musiche eseguite live da musicisti e cantanti provenienti da Italia, Giappone e Corea del Sud. Un capolavoro di espressione, emozione, gesto ed estetica ...

Read More »

Dentro la Danza: #LORELLACUCCARINI – #LUCATOMMASSINI – #STEFANODEMARTINO – #MULLERPEPARINI

Dentro la Danza

La rubrica del giornaledelladanza.com, Dentro la Danza, è un mix di notizie a volte importanti altre piccanti, divertenti, raccontate con ironia e leggerezza per svelare cosa avviene dietro le quinte del mondo della danza e del balletto. Anche i nostri lettori possono diventare protagonisti delle news del giornale scrivendoci all’indirizzo mailto:redazione@giornaledelladanza.com specificando nell’oggetto Dentro la Danza e raccontandoci in anteprima le indiscrezioni di cui sono a conoscenza.    #LORELLACUCCARINI L’ex più amata dagli italiani, Lorella Cuccarini, non si rassegna ad essere fuori dai palinsesti televisivi e continua a sperare di poter rientrare a lavorare al suo primo amore, la tv. Ballerina famosa sul finire degli anni ’80, la Cuccarini si è poi ritagliata nuovi ruoli nel mondo dello spettacolo come ad esempio la conduttrice, con risultati altalenanti. Sempre più spesso impegnata a teatro con musical e prosa, Lorella aspira sempre ad avere un nuovo ruolo in tv. Che nel suo ultimo viaggio a Medjugorje sia andata a chiedere la grazia? #LUCATOMMASSINI Che fine ha fatto la casa romana del coreografo Luca Tommassini? Molti lettori mi hanno segnalato come da qualche mese a questa parte la vita di Tommassini si svolga principalmente all’interno di un albergo, mentre prima era solito promuovere ...

Read More »

Costruzione e destrutturazione della realtà individuale e collettiva con “Noetic” di Sidi Larbi Cherkaoui

Eastman-Noetic (1)

Il 10 settembre 2018, nell’ambito di Torinodanza festival, il Teatro Regio di Torino ospita GöteborgsOperans Danskompani con Noetic, coreografia Sidi Larbi Cherkaoui, drammaturgia Adolphe Binder, musica Szymon Brzóska eseguita live da Miriam Andersén, Shogo Yoshii e Göteborg Opera Orchestra, una produzione GöteborgsOperans Danskompani e Eastman. Ballerino e coreografo belga, Cherkaoui ha realizzato oltre cinquanta coreografie e ricevuto due Laurence Olivier Award, tre Ballet Tanz come miglior coreografo nel 2008, 2011 e 2017, e il premio Kairos nel 2009. Nel 2010 ad Anversa crea la sua compagnia Eastman, residente al DeSingel International Arts Campus e insignita del titolo di ambasciatrice culturale europea nel 2013, e dal 2015 è direttore artistico del Royal Ballet of Flanders. La parola noetico deriva dal greco noetikos che significa mente intuitiva o abilità interiore, ed è su tale concetto che si fonda il lavoro di Cherkaoui, ideato per GöteborgsOperans Danskompani. Noetic esplora il bisogno istintivo dell’uomo di strutturare ogni dettaglio della propria esistenza e insieme il suo impellente desiderio di liberarsi dalle regole e scoprire cosa si trova al di là di esse. I movimenti dei performer, meccanici e automatizzati solo in apparenza, mostrano al pubblico come l’uomo costruisce e de-costruisce la realtà, e come le ...

Read More »

A Verona tre capolavori firmati dall’icona della danza moderna americana Paul Taylor

ClovenKingdomCO2

Il 17 e il 18 agosto 2018 il Teatro Romano di Verona ospiterà la compagnia newyorchese di danza contemporanea Paul Taylor Dance Company, con tre capolavori firmati Paul Taylor, Cloven Kingdom, su musiche di Arcangelo Corelli, Henry Cowell e Malloy Miller, Piazzolla Caldera, musiche di Astor Piazzolla e Jerzy Peterburshsky, e Promethean Fire, su Toccata e Fuga in Re minore, Preludio in Mi bemolle minore e Preludio corale BWV 680 di Johann Sebastian Bach. Considerato il più grande coreografo americano vivente, icona indiscussa della modern dance americana, già danzatore per Merce Cunningham, Martha Graham e George Balanchine, con la sua inesauribile vena creativa, Taylor ha creato oltre centoquaranta coreografie in oltre sessant’anni di attività, dando vita nel 1954 alla sua straordinaria compagnia. Il trittico proposto nelle due serate veronesi prevede dunque Cloven Kingdom, opera del 1976, che prende spunto dall’idea di Spinoza che considera l’uomo un animale sociale per mostrare la doppia natura di dodici danzatori in abiti da sera il cui formalismo svanisce in movenze ironiche e informali; Piazzolla Caldera del 1997, che cattura la natura del tango ricreandone la sensualità, la passione e gli istinti; infine, Promethean Fire del 2002, toccante lavoro commissionato da American Dance Festival, non una ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi