Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News (page 135)

News

“Tra storia e tecnica della danza” di Flavia Pappacena

Storia e Cultura

La Pirouette delle origini   In uno slancio di ammirazione e di ossequio nei confronti dell’Opéra di Parigi, Carlo Blasis (1795-1878) attribuisce l’invenzione della pirouette ai due grandi ballerini francesi Pierre Gardel (1758-1840) e Auguste Vestris (1760-1842), ma omette di precisare che nella metà del Settecento, nonostante i danzatori indossassero costumi ingombranti e scarpe con tacco, la tecnica maschile prevedeva già tre giri consecutivi su un piede. In effetti, la tecnica del giro si sviluppa soprattutto nell’ultimo ventennio del XVIII secolo e sarà proprio Auguste Vestris, figlio del grande Gaetano, a farsi promotore delle più spettacolari forme di pirouettes. Gli anni Ottanta sono un periodo molto vivo per il balletto francese, un periodo che prelude alla grande riforma che darà vita alle nuove sperimentazioni tecniche (la salita sulla punta dei piedi, lo slancio in alto del corpo nel salto e l’arabesque). La nuova generazione di danzatori, insofferente dei vincoli accademici e protesa verso il nuovo, accoglie con entusiasmo le spericolate proposte del giovane Auguste e se ne appropria sfidandosi in una gara di bravura e di azzardo. Ed è così che le pirouettes, vessillo della “nuova” danza dell’Opéra di Parigi, divengono la principale attrazione di un pubblico assetato di emozioni ...

Read More »

A Opera Estate Festival torna lo stile giocoso ed elegante di Itamar Serussi Sahar

Scapino Ballet.

All’interno di Opera Estate Festival, il 21 agosto 2015, il Teatro Remondini di Bassano del Grappa (VI) ospita il coreografo israelo – olandese, Itamar Serussi Sahar, con il suo Element, su musica del compositore Richard Van Kruijsdijk. Serussi inizia la propria formazione coreutica presso Israel Arts High School e School of Bat-Dor Dance Company, entrando poi far parte della prestigiosa Batsheva Dance Company. Crea compagnie di danza in tutto il mondo, in Inghilterra, Austria, Stati Uniti, Francia, Danimarca e Belgio, diventando in poco tempo uno dei nomi più interessanti e noti nel panorama della danza contemporanea internazionale. Il suo è uno stile personalissimo, che si propone di sperimentare e perfino utilizzare i limiti fisici attraverso l’umorismo e l’improvvisazione, andando oltre la danza tradizionale e dando vita ad un interessante magma coreografico, che miscela diversi stili artistici e discipline, come per esempio Yoga e balletto. Con Element, interpretato da Milena Twiehaus, Genevieve Osbourne, Luc Cacitti e Siro Guglielmi, il coreografo propone un lavoro che prosegue la sua indagine sull’azione del danzatore nello spazio, privilegiando sovrapposizioni di movimenti, alternanza ed unione di movimenti fluidi e movimenti più meccanici, punti di connessione fisica e momenti di indipendenza, in una sinergia tra i ballerini e ...

Read More »

Uno sguardo al festival d’autunno (o d’Automne) in due tappe…(parte prima: settembre e ottobre)

Available Light by John Adams - Lucinda Childs - Frank O. Gehry. Ph. Craig T. Mathew

Agosto, tempo di vacanze…ma non per la danza! Se non siete ancora riusciti a seguire un festival estivo, non disperate: vi restano quelli della stagione invernale! In due tappe in questo agosto vi portiamo a scoprire uno dei festival di arti performative più interessanti dell’autunno: il Festival d’Automne a Parigi. Prima tappa di oggi: il festival tra settembre e ottobre. A seguire novembre e dicembre. Pronti con calendario alla mano: si parte. Apre la sezione di danza, il 16 settembre, la coreografa di origine marocchina Bouchra Ouizguen, con una creazione già presentata a Montpellier: OTTOF, una creazione per danzatrici (tutte donne spesso le protagoniste delle sue coreografie), che si muovono in uno spazio che si comprime e allarga a seconda dei loro canti, risate, grida, come strane streghe o laboriose formiche (ottof in lingua berbera), in un processo di approfondimento di un’esperienza insieme artistica e umana. Triplo appuntamento con Eun-Meh Ahn, performer coreana che ha abituato il pubblico alle sue apparenti stranezze e a una decostruzione ragionata di quello che il pubblico si aspetta da una performance, esibitasi anche al Pina Bausch Festival del 2001, che a Parigi propone un viaggio nelle età dell’uomo: prima, dal 23 al 25 settembre, ...

Read More »

Carla Fracci in “Shéhérazade e le mille e una notte” per il Balletto del Sud

Sheherazade Balletto del Sud

Il Balletto del Sud, nel ventesimo anno di attività, presenta, ad agosto e settembre, una programmazione ricca di appuntamenti che vede la realizzazione di numerosi spettacoli con le coreografie di Fredy Franzutti. Debutta venerdì 7 agosto nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro Romano di Lecce il progetto itinerario danza che giunto alla XIX esima edizione ha come obiettivo la valorizzazione dei centri storici e dei borghi antichi del Salento.  Inaugurazione eccezionale dell’edizione 2015 con lo spettacolo Shéhérazade e le mille e una notte, che vede la straordinaria partecipazione della regina della danza, Carla Fracci nel ruolo di Thalassa degli abissi. Lo spettacolo avrà un’anteprima il 6 agosto nel cortile del Palazzo Marchesale Belmonte-Pignatelli di Galatone  (Lecce) e due repliche: l’8 agosto nella Piazza del Tempo di Carmiano  (Lecce) e il 17 agosto al Festival Armonie d’Arte di Borgia (Catanzaro) realizzato nel Parco Archeologico di Scolacium. Shéhérazade, continua poi il suo tour il 10 agosto al Paladolomiti di Pinzolo (Trento), il 19 agosto al Haus Michael Pacher di Brunico (Bolzano), il 21 agosto nella Piazza Pisanelli di Tricase (Lecce), il 27 agosto nella Piazza San Vincenzo di Ugento (Lecce) e il 5 settembre nella Piazza Libertà di Campi (Lecce). Shéhérazade e le mille ...

Read More »

Alessio Rezza: “Sono molto speranzoso per il futuro del Teatro dell’Opera: mi auguro di poter ballare sempre di più!”

Alessio Rezza Ghetto - Ph.Francesco Squeglia

Una persona timida, riservata che quando entra in scena esplode per bravura ed energia: Alessio Rezza, danzatore di spicco presso il Teatro dell’Opera di Roma, è proprio così. Semplice, educato ma estremamente energico quando sale sul palco. Dopo una formazione in una scuola di danza del suo paese, a quindici anni viene ammesso all’Accademia Nazionale di Danza a Roma e a sedici alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala dove consegue il diploma nel 2008. Completati gli studi, danza con la compagnia del teatro del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione di Vladimir Derevianko dove viene scelto per danzare il ruolo dei Contadini in Giselle. Nel 2009 è ospite nel ruolo di Paride per l’opera Adriana Lecouvreur e interpreta Mercuzio in Romeo e Giulietta al Teatro Massimo di Palermo. Nella stagione 2009/2010 entra nel corpo di ballo dell’Opéra di Parigi dove danza nei balletti Lo schiaccianoci e Cenerentola. Nel settembre 2010 si stabilisce al teatro dell’Opera di Roma dove danza diversi ruoli solistici come: lo schiavo in Sylvia (Frederick Ashton); il bandito in Carmen (Roland Petit); Benno nel pas de trois de Il lago dei cigni. Nel maggio 2011 è il protagonista di Gaîté parisienne (M. Béjart), ruolo ripreso anche nella stagione 2012. Nella stagione 2011/2012 danza l’Idolo d’oro ne La Bayadère, grazie al quale riceve poi ...

Read More »

Carla Fracci allo specchio

Allo Specchio

Carla Fracci è per tutti la personificazione della danza. È il sogno di tutte le bambine che vogliono studiare danza classica. È una donna caratterizzata da dedizione assoluta alla danza: un mito vivente del balletto. Dietro al mito costruito di Carla, c’è la forza che lo ha creato: lei stessa. Non si è infatti costruita un personaggio, non è dovuta ricorrere a continue revisioni e adeguamenti dell’immagine, come tante persone di successo, perché non è un tipo, è lei. Il suo è un successo che non ha conosciuto periodi di crisi, ma solo una continua crescita. Eppure non è diva tradizionale; ha mantenuto la sua spontaneità e genuinità popolare; anche nella vita quotidiana, fuori dal teatro, ha la stessa eleganza, lo stesso equilibrio, la stessa nobiltà d’animo che solitamente esterna attraverso la danza: è come se fosse sempre “in punta di piedi”. Nel primo appuntamento di “Allo Specchio – vizi e virtù” , Carla Fracci ci racconta la sua vita di danzatrice e di donna. Come è nata per Carla Fracci la passione per la danza? E’ stato un puro caso. Alcuni amici di famiglia, vedendomi ballare il tango e il valzer, dissero ai miei genitori: “Perché non la iscrivete alla ...

Read More »

La transizione del danzatore

Inform-azione di Joseph Fontano

I danzatori condividono una devozione verso una forma d’arte che richiede disciplina, dedizione e impegno. I danzatori subiscono diverse umiliazioni, una di queste è la bassa retribuzione che si riceve come professionisti, impegnati unicamente in molte ore di lavoro e di sforzo richiesto per perfezionare la loro arte, subendo inoltre il rischio di lesioni fisiche e stress emotivo, per iniziare una carriera che rischia di iniziare dalla scuola elementare, per poi terminare a circa quaranta anni (Sempre nel 2014, crescerà di 12 mesi, da 45 a 46 anni, anche la soglia minima di età per il pensionamento dei danzatori – legge Fornero). Per i danzatori professionisti, al raggiungimento della loro carriera nello spettacolo dal vivo, le difficoltà economiche, psicologiche ed educative sono tali da avere una conseguenza per il resto della loro vita. Dobbiamo sostenere un’attività culturale che poggia su realizzazione umana, e dobbiamo comprendere le difficoltà nel momento della transizione di una carriera professionale di tale importanza. La rubrica vuole mettere a disposizione semplici risposte ai danzatori alla fine della loro carriera sul palcoscenico, vera risorsa culturale attraverso la loro esperienza e professionalità. I danzatori che hanno svolto per anni loro attività professionale sul palcoscenico sono un patrimonio culturale ...

Read More »

GD Web TV: Misty Copeland, i consigli di una “futura” Principal

Misty-Copeland

Misty Copeland è giovane, bella, brava. Ma soprattutto potrebbe essere la prima Principal di colore nominata all’American Ballet. In questo video, pubblicato dall’Interlochen Center for the Arts, la “futura” prima ballerina condivide alcuni consigli con chi vuole fare della danza…il proprio lavoro.   www.giornaledelladanza.com  

Read More »

“Danza chi, come e perché?” – La posta di Anna Maria Prina

"Danza chi, come e perché?" - La Posta di Anna Maria Prina

Gentile Signora Prina, vorrei indirizzare mia figlia allo studio della danza professionale e vorrei dei consigli su come poter accedere alle scuole degli enti lirici (Giada da Sondrio) Gentile Giada, per poter accedere alle scuole dei grandi Teatri (ora Fondazioni) è necessario partecipare alle selezioni che vengono comunicate annualmente tramite Bando di concorso. Per il prossimo anno scolastico credo che i giochi siano fatti, ovvero gli esami d’ammissione siano già terminati. Le consiglio, comunque, di telefonare alle segreterie delle varie scuole per informazioni più precise anche per il prossimo anno scolastico 2015/2016. In bocca al lupo! Gentile Signora Prina, ho visto che anche Lei ha aderito alla campagna sulla SLA, cosa ne pensa delle polemiche esplose in merito questa estate? (Alessandra da Roma) Gentile Alessandra, credo che le polemiche di cui lei parla siano state, tutto sommato, utili. Qualcuno diceva “Parlate male, ma parlate di me”. Ecco, secondo me chi ha ideato la campagna è un piccolo genio, perché ha saputo sollecitare l’attenzione di un’infinità di persone di diversi ceti sociali (adulti e ragazzi) che altrimenti mai si sarebbero resi conto della necessità del sostegno alla ricerca per questa terribile malattia. Non so quanti soldi siano stati raccolti, ma sempre ...

Read More »

Il corpo come punto di equilibrio tra passato e presente in “Justice” di Mara Cassiani

gSi4fyPj77PiVfUGZWuBxUpozrS2LEA4YjNGREv9i7Q

L’8 agosto 2015, per la serata conclusiva di Civitanova Danza Festival, il Teatro Cecchetti di Civitanova Marche ospiterà Mara Cassiani, una delle più interessanti protagoniste della danza contemporanea, che presenta in prima assoluta Justice, coreografie, concept e performance di Cassiani, in collaborazione con i Video Artists Roberto Fassone e Enrico Boccioletti. Lo stile personalissimo ed eclettico della regista e coreografa marchigiana si basa sulla continua ricerca di nuovi stimoli e idee, attraverso l’avvicinamento e l’utilizzo dei linguaggi anche visivi creati dai nuovi media, che riflettono la capacità dello spettatore di comprendere ed elaborare significati, andando al di là dei codici tradizionali. Tutto questo si trova in Justice, opera che racconta l’eterna contrapposizione tra passato e futuro e l’influsso di questi due momenti sul presente, in un processo di cambiamento ed evoluzione, rappresentato dal corpo femminile, che diventa punto di equilibrio tra le forme culturali passate e presenti, utilizzando i meccanismi dei mezzi di comunicazione (economici, sociali, culturali e di immagine), per creare nuove forme e nuovi schemi di relazione con il pubblico.  ORARI & INFO 8 agosto 2015 – Ore 20.30 Teatro Cecchetti Via Bruno Buozzi, 6 62012 Civitanova Marche (MC) Telefono: 0733 812936 E-mail: info@teatridicivitanova.com Stefania Napoli Fotografia: Dario Bonazza www.giornaledelladanza.com

Read More »