Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News (page 135)

News

Il Mulino più famoso del mondo, immortalato da pittori e artisti di ogni epoca, compie 125 anni

101956726-7d83cc43-2fa9-4f25-bd48-b1fe0c2e4b45

Era il 6 ottobre 1889 e quello che si preparava a diventare uno dei simboli parigini più fotografati, tanto quanto la Tour Eiffel o la reggia di Versailles, apriva le sue porte nel quartiere di Pigalle, ai piedi della collina di Montmartre. Nato sulla scia del successo del Moulin de la Galette, un vero mulino, che da bar divenne sala da ballo, ospitando feste e incontri della Belle époque parigina, il Moulin Rouge nacque molti anni dopo, dall’idea dei proprietari dello storico teatro Olympia, che fecero costruire un finto mulino sulla sommità dell’entrata, per attirare i clienti. Allora, come oggi, il ‘Mulino rosso’ era il luogo di svago per eccellenza, dove tutti potevano assistere agli spettacoli più incredibili di danza e intrattenimento. Il re Eduardo VII, principe del Galles, era nelle sale del Moulin nel 1890 e tre anni più tardi, tra le altre stravaganze proposte al pubblico, fece la sua comparsa il  Bal des Quat’z’arts , il punto forte del locale, con ballerine nude, che diffusero in tutto il mondo la fama del posto. E non conosce crisi neanche oggi la culla del Cancan francese, immortalato dal celebre Toulouse Lautrec in tutte le variazioni di luci e posizioni del corpo di ...

Read More »

“Il cerchio primo”: lo spazio come luogo di incontro

G. Brancaccio

                                                                          Nell’ambito della prima edizione di FILE NAPOLI, Festival Internazionale dei Linguaggi Elettronici, realizzato da Fondazione Città Nuova e dalle associazioni culturali Interno5, Le Ali di Dedalo e Parresia, con il contributo della Regione Campania POR FESR 2007-2013, in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Napoli e Teatro Bellini di Napoli, sabato 16 maggio, il collettivo IF0021 presenta Il cerchio primo, una produzione E45 Fringe Napoli Teatro Festival Italia Campania Dei Festival – Artgarage. Il Festival FILE NAPOLI, una novità nella scena culturale cittadina e del territorio campano, sulla scia di un format consolidato e di grande successo nelle principali capitali europee e mondiali, indaga i rapporti e le interazioni tra arte e linguaggi multimediali e digitali, attraverso un programma di eventi multidisciplinari, per la direzione artistica di Ira Palmieri, diviso nelle sezioni Spettacoli, Laboratori, Workshop, Incontri, Concerti e Installazioni & Co, le ultime due curate da Stefano Perna. Lo spettacolo –  coreografia Emma Cianchi, con video creazioni di Gilles Dubroca, performer Giuseppe Brancaccio, violoncello Manuela Albano –  è scritto e diretto da un collettivo di artisti, IF0021, di provenienza artistica diversa, che sperimentando nelle nuove tecnologie audiovisive, uniscono e contaminano i linguaggi, indagando nelle infinite possibilità creative. Il cerchio ...

Read More »

“Once upon a time”: sei coreografi per uno spettacolo

Compagnia-DIA

Il Teatro Vascello di Roma ospiterà lo spettacolo di Michele Pogliani dal titolo Once upon a time. Appuntamento mercoledì 20 maggio alle ore 21 per assistere ad una produzione realizzata da diciassette danzatori, sei coreografi e un regista che hanno interpretano in chiave moderna quattro fiabe, quattro eterne storie di formazione, per raccontare la loro visione del mondo e insieme il loro personale percorso. I ballerini appartengono alla compagnia D.I.A. nata con l’intento di dare ai giovani talenti della Formazione Bartolomei, a cui appartiene, un completamento della loro attività di studio e al tempo stesso di promuovere giovani coreografi italiani e stranieri da affiancare a nomi già affermati della coreografia italiana. Once upon a time porta le firme coreografiche di Nastja Bremec-Michal Rynia, Christian Fara, Eleonora Frascati, Gabriele Montaruli, lo stesso Michele Pogliani, e Lorenzo Schiavo. Si cresce con le favole, le favole raccontano la cultura umana, sono il patrimonio dell’inconscio collettivo; lo hanno spiegato bene Popper e Calvino. Rileggendo le favole si può guardare con occhi diversi al cambiamento della società. Si possono anche modificare le distinzioni storiche fra generi e preferenze sessuali. Ogni favola ha un eroe/eroina che cresce e scopre se stesso/a e il mondo, che sia ...

Read More »

Esplosione di emozioni in danza a Milano con Junior Ballet

waitingforexpo309

Dal 16 al 25 maggio 2015 nel segno di Expo 2015, il teatro Martinitt di Milano ospita Dance Exp(L)Osion, una rassegna dall’alto valore artistico e dal linguaggio universale, sei spettacoli imperdibili che spaziano dalla danza neoclassica alla danza dinamica, passando per quella contemporanea, rappresentati da compagnie provenienti da tutta Italia. Tra queste, il Centro di formazione Junior Ballet diretto da Marisa Caprara, Maître de Ballet e Presidente di A.I.D.A. Associazione Insegnanti Diplomati presso il Teatro alla Scala e Direttrice del Centro di Formazione Professionale A.I.D.A a Milano, che il 17 e 18 maggio 2015 porterà in scena E… motion, spettacolo scritto a più mani da quattro eccellenze della coreografia italiana e straniera. I giovani e talentuosi danzatori della compagnia ci porteranno in un viaggio carico di emozioni tra i differenti stili coreutici, perfettamente amalgamati tra di loro, con uno spettacolo espressivamente, musicalmente e tecnicamente vario e accattivante, rivolto ad un pubblico eterogeneo per età e inclinazione stilistica. Si parte dalla sinuosa ed elegante composizione di Biagio Tambone, coreografo e primo ballerino del corpo di ballo del Teatro alla Scala, sulle note di Frédéric Chopin, passando per il linguaggio neoclassico utilizzato da Stefania Ballone, ballerina del corpo di ballo della Scala ...

Read More »

Al Filarmonico di Verona “Gran Gala di danza – Tre scuole a confronto”

Adagietto Teresa Strisciulli Antonio Russo - Ph.Ennevi

Questa sera alle ore 20.30 debutta Gran Gala di Danza, il terzo e ultimo spettacolo coreutico al Teatro Filarmonico di Verona per la Stagione di Balletto 2014-2015 di Fondazione Arena. Lo spettacolo è il risultato di un invito che Fondazione Arena e il suo Corpo di ballo hanno rivolto a tre grandi scuole delle tre nazioni depositarie dei metodi accademici che, nei secoli, hanno scritto la storia della danza. Le tre coppie protagoniste provengono quindi da importanti compagnie, una russa, una italiana ed una francese: Ernest Latypov e Nadezda Batoeva dal Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, Marco Agostino e Nicoletta Manni dal Teatro alla Scala di Milano, Alexandre Van Hoorde e Stephanie Madec-Van Hoorde dall’Operá National du Rhin di Strasburgo, che si alternano ai Primi ballerini Teresa Strisciulli, Evghenij Kurtsev e Antonio Russo, ai Solisti e al Corpo di ballo dell’Arena di Verona in un programma di capolavori della tradizione tersicorea internazionale. Accompagna i danzatori l’Orchestra areniana diretta dal M° Roman Brogli-Sacher. Gran Gala di Danza rappresenta un viaggio tra le coreografie di maestri internazionali della danza, di ieri e di oggi, per portare in scena la grande storia del balletto mondiale. La serata intende, infatti, rendere un omaggio alle ...

Read More »

Rigenerazioni eccentriche…per l’anteprima di Inequilibrio 2015

Teatro Comunale di Ferrara DANZA CONTEMPORANEA FUORISTRADA 8_10_2013 "GRAFICHE DEL SILENZIO"
Coreografie - Improvvisazione Manfredi Perego
scene costumi Manfredi Perego
musiche Paolo Codognola

Partirà il 21 maggio (fino al 30) dall’anteprima Rigenerazioni eccentriche/danza la nuova edizione di Inequilibrio Festival, che, anticipa Armunia, tra Castiglioncello e Rosignano ospiterà sette coreografi: Virginie Brunelle, Silvia Gribaudi, Elisabetta Lauro con César Augusto Cuenca Torre, Francesca Pennini, Manfredi Perego e Irene Russolillo, tutti chiamati a interpretare il tema del maschile/femminile e dell’età. Un’anteprima che comincia il 21 giugno alle 21.15 al Castello Pasquini con l’Amleto più inaspettato che abbiate mai visto: quello di Collettivo Cinetico, compagnia di danza e teatro, che propone una versione reality del celebre testo, che diventa azione corporea e sfida tra quattro candidati anonimi, che a poco a poco restano sul pavimento, sconfitti dal vincitore deciso dall’applausometro… Il 22 maggio ancora i Collettivo Cinetico di Francesca Pennini, ma a Rosignano alle 16.00, con XD – vignette sfuse per uso topico, che trasforma lo spazio urbano in vignette tratte dallo spettacolo XD, in cui tragiche maschere sorridenti danzano con malandati eroi del postmoderno. Di nuovo a Castiglioncello il 23 maggio alle 21.15 con la Compagnie Virginie Brunelle, che in una danza acrobatica, ironica e intensa di tre coppie mette in scena l’opposizione tra maschile e femminile, nella ricerca della propria identità in relazione all’altro. La ...

Read More »

Dentro la Danza: CRAZY DANCE – TRA MOGLIE E MARITO… – ADDIO ALLE SCENE – IL PASSO FALSO!!!

dentro-la-danza

La rubrica del giornaledelladanza.com, Dentro la Danza, è un mix di notizie a volte importanti altre piccanti, divertenti, raccontate con ironia e leggerezza per svelare cosa avviene dietro le quinte del mondo della danza e del balletto. Anche i nostri lettori possono diventare protagonisti delle news del giornale scrivendoci all’indirizzo mailto:redazione@giornaledelladanza.com specificando nell’oggetto Dentro la Danza e raccontandoci in anteprima le indiscrezioni di cui sono a conoscenza.    CRAZY DANCE                                                     A volte può capitare che facendo un determinato lavoro si rischi di cadere nella deformazione professionale. E’ proprio quello che sembra aver colpito Giulia Pauselli, ex amica della De Filippi, oggi ballerina del Crazy Horse con lo pseudonimo di Ann Atomic. La ballerina, con tanto di diploma della scuola di ballo del Teatro alla Scala, ha scelto di ballare nel celebre locale parigino, famoso per l’audacia dell’intrattenimento. Oggi la Pauselli fa parte del corpo di ballo della trasmissione The Voice, ma da come ha ballato durante l’ultima puntata sembra non essersi accorta di essere lontana dagli impegni francesi.                TRA MOGLIE E MARITO…         Incursione piuttosto pericolosa durante l’ultima puntata del programma mediaset Gran Hotel Chiambretti. A fare capolino sulle reti del biscione è stato Michele Carfora per ...

Read More »

GD Web TV: “A Midsummer Night’s Dream – NYC Ballet”

MSD NYC Ballet

La produzione magica di George Balanchine torna in scena a New York: da non perdere! www.giornaledelladanza.com

Read More »

Alla Fabbrica del Vapore di Milano l’architettura coreografica di Davide Manico

Forse sei performing guys 2

  Il 17 maggio 2015, nell’ambito di IT – Independent Theatre, festival del Teatro Indipendente nato per far conoscere al vasto pubblico il lavoro di decine di artisti indipendenti milanesi, la Fabbrica del Vapore di Milano ospita il debutto della compagnia Forse Sei _ Performing Guys, con l’opera Ioànnes 13:21-30 Lividi d’attesa, regia e coreografia del danzatore e coreografo Davide Manico, aiuto regia Silvia di Francesco, musiche tratte da La grande bellezza, vincitore del Premio Oscar come migliore film straniero. Forse sei è una factory nata da un gruppo di giovani performers (Leonardo Moreno, Cristina Spinetti, Francesca Garbagnati, Sara Valenti, Laura Ballarati, Giulia Zucconi e Elena Garatti) provenienti da percorsi artistici molto diversi, ma che hanno scoperto il comune obiettivo di esplorare, conoscere e raccontare nuove forme di comunicazione attraverso il corpo e la voce, che vedremo nel loro lavoro d’esordio. Artista dotato di ecletticità, sottile ironia, carisma e straordinaria sensibilità artistica, co-fondatore di Collettivo Pirate Jenny, due volte finalista al premio Equilibrio dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, semifinalista al Premio Scenario 2013 e ideatore della coreografia che fa da contorno al video Come vorrei di Vasco Rossi, in Ioànnes 13:21-30 Lividi d’attesa, Manico parte dalle famosissime opere di ...

Read More »

Andrea Cagnetti: “Una forte struttura interna è fondamentale per il processo creativo”

A. Cagnetti

Andrea Cagnetti, danzatore e coreografo, per anni direttore della Compagnia Ars Movendi, in seguito direttore della Compagnia Oriolo Romano B side,  promotore di molteplici iniziative a favore della danza, tra cui Cultural Bridge, Limen ed altri, ideatore di un corso per diventare coreografi che ha visto la luce proprio in questi giorni, si racconta al giornaledelladanza.com Gli sviluppi del Suo percorso artistico negli ultimi anni… Dal Natale 2008 ho iniziato una trasformazione interna che mi ha portato a tanti e drastici cambiamenti nella mia vita. Sentivo che tutti i risultati raggiunti, le gratificazioni e i riconoscimenti, oltre a rendermi orgoglioso, mi bloccavano. Erano diventati la mia identità pubblica e inibivano completamente quella mia qualità che mi aveva portato fino a lì: la curiosità, l’essere duttile, il nutrirmi di nuove esperienze. In altre parole, mi sentivo fossilizzato. Così ho deciso di esplorare il mio mondo interno senza il condizionamento del presente e ho scoperto nuovi desideri. Ho iniziato a studiare la comunicazione e la creatività in modo scientifico iscrivendomi allo IED di Roma in un corso per diventare Copywriter e Art Director, poi ho seguito dei corsi di comunicazione e ascolto efficaci diretti dal maestro Piero Capodieci. Ho iniziato un profondo ...

Read More »