Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News (page 590)

News

I giovani guardiani del patrimonio di Alvin Ailey in prima francese alla Biennale de Lyon

L’abbagliante memoria del repertorio dell’emblematico rappresentante della danza afro-americana Alvin Ailey è affidata alla compagnia Ailey II, conosciuta per i suoi giovani e talentuosi danzatori e per la passionale e fresca creatività di alcuni noti coreografi emergenti. Alvin Ailey nominò personalmente Sylvia Waters come direttore artistico nel 1974. Sotto la sua guida, la compagnia è fiorita divenendo molto popolare negli USA. Questa junior company fa da ponte tra la scuola, dalla quale sono stati scelti i dodici membri e il mondo professionale dell’Alvin Ailey American Dance Theater. Oggi i giovani guardiani del repertorio, ci trasmettono l’eredità del loro iniziatore restando aperti all’attualità e integrando le originali creazioni con i lavori di altri coreografi: Jessica Lang ad esempio e la sua gestualità fluida ed espressiva in Spendid Isolation II, Thang Dao che con Echoes si culla in reminiscenze vietnamite e Robert Battle nella potenza rituale di The Hunt. La pièce di culto creata nel 1960 da Alvin Ailey, Revelations, porta in sè un retaggio della sua infanzia in Texas. L’eco della storia del popolo nero nel fervore dei canti del culto battista inonderà il Théâtre Célestins di Lyon (ore 19,30), in prima francese, dal 15 settembre al 26 con due programmi ...

Read More »

Carlos Lopez, una carriera all’American Ballet Theatre

Hai iniziato la tua carriera con il Victor Ullate Ballet, la tua esperienza con questa compagnia? È stata un’esperienza molto positiva. Era la mia prima volta in compagnia ed ho scoperto tante cose del mondo di un danzatore professionista, ad esempio cosa significasse girare in Spagna e in tutta Europa con la responsabilità di doversi esibire in grandi teatri, per un pubblico di tantissime persone, anche quando ero stanco o nervoso, ma i momenti di gloria in scena mi hanno dato molta gioia. Ho ballato così tanto che il palcoscenico era diventata la mia casa ed ho condiviso quei momenti con molti miei amici che erano con me a scuola e che ora sono grandi ballerini. Col tempo la responsabilità è diventata più grande ed i traguardi sempre più importanti e, anche se avevo conquistato una buona posizione, sentivo di non dovermi fermare e di dover provare ancora nuove esperienze. Dunque, a parte i momenti difficili che sempre fanno parte della carriera di un danzatore, ho degli ottimi ricordi di quella compagnia. Quando hai iniziato con l’American Ballet Theatre? Come si è sviluppata la tua carriera… Sono entrato a far parte dell’American Ballet Theatre nel mese di settembre del 2001. È ...

Read More »

Continua la programmazione della Bienal de Flamenco 2010 de Sevilla con il grande Farruquito

La Bienal de Flamenco de Sevilla è senza dubbio il Festival di Flamenco più importante del mondo. Giunto alla sua XVI edizione, anche quest’anno vanta spettacoli ed artisti di grande calibro. Fra i vari appuntamenti, uno dei più grandi nomi del Flamenco: Juan Manuel Fernández Montoya, in arte Farruquito, che il 21 settembre presenterà in esclusiva la nuova creazione, Sonerías basato sui “cantes de ida y vuelta”, in cui la tradizione flamenca si incontra con la ricca cultura musicale cubana e con elementi del XX secolo come il Jazz, El Son, la Salsa o il Bolero. Juan Manuel Fernández Montoya, in arte Farruquito è un bailaor di flamenco nato a Siviglia nel 1982, figlio del cantaor Juan Fernández Flores (El Moreno) e della bailaora Rosario Montoya Manzano, (la Farruca). Erede di una tradizione artistica unica iniziata da suo nonno Farruco, el Farruquito, autentico talento gitano, ha trascorso tutta la vita immerso nello stile flamenco più puro. Il suo debutto a livello internazionale avvenne quando aveva solo cinque anni, a Broadway, con lo spettacolo Flamenco Puro, con le figure più leggendarie di quest’arte. All’età di dodici anni è stato fra gli interpreti del famoso film di Carlos Saura, Flamenco e a ...

Read More »

Diana Negri: le ragioni del cuore e quelle della testa

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO Con la stessa violenza dei temporali di fine estate, qualche giorno fa si è abbattuta sugli addetti ai lavori la notizia della soppressione del premio Positano Leonide Massine. e la bufera ha investito anche tutti quelli che amano la danza e gli habitué di quell’angolo di paradiso dove, da quasi 40 anni, i migliori ballerini del mondo si contendono il premio più prestigioso, suscitando aspre polemiche ed un acceso dibattito. La domanda è semplice: perché sostituire un appuntamento che esiste da 39 anni con un altro, simile, appena nato? E’ giusto? E’ logico? Le ragioni del cuore dicono di no, non è giusto. Positano è un posto magico che all’inizio del secolo scorso incantò un gruppo di intellettuali russi che lo scelsero come rifugio dando così inizio a quella vocazione culturale, élitaria e intellettuale che ormai caratterizza il paese, rafforzata dalla presenza del  celebre coreografo e ballerino Leonide Massine che nel 1924 acquistò l’isolotto de Li Galli creando il suo buen ritiro e trasformandolo in una sorta di laboratorio della danza. Le ragioni del cuore dicono che da allora chiunque abbia anche soltanto desiderato ballare, abbia sognato di calcare, un giorno, il palcoscenico montato sulla Spiaggia Grande ...

Read More »

Al Peacock Theatre di Londra i Les Ballets Trockadero de Monte Carlo

 La compagnia di ballo Trockadero, una tra le più particolari nel panorama della danza, affascinerà il pubblico londinese esibendosi dal 14 al 25 settembre al Peacock Theatre con due programmi fantastici ed un camion carico di cambi costume.  Gli eccezionali ballerini si cimenteranno in balletti moderni e di repertorio classico, sempre con grande ironia, che è la caratteristica che li contraddistingue da sempre, ma anche con molta cura dei particolari. Nel primo spettacolo, in scena dal 14 al 18,  eseguiranno Chopiniana, Patterns in Space, La Vivandière e Raymonda, mentre nel secondo, che sarà in scena dal 21 al 25, danzeranno il Lago dei Cigni atto II, Harlequinade e Valpurgeyeva Noch.        I Les Ballets Trockadero de Monte Carlo nascono nel 1974 per iniziativa di un gruppo di appassionati di danza che si divertivano a mettere in scena il balletto classico, facendone la parodia e presentandolo en travestie. Il successo arrivò ben presto ed intorno al 1976, la Compagnia venne inserita  nel National Endowment for the Arts Touring Program, sempre nello stesso periodo danno vita al loro primo tour negli Stati Uniti ed in Canada.   In tutti questi anni lo scopo originario della Compagnia non è cambiato, il gruppo è difatti ...

Read More »

“Sylvia” di Frederick Ashton al Teatro dell’Opera di Roma

Dal 15 al 21 ottobre il Teatro dell’Opera di Roma proporrà il nuovo allestimento, curato da Beppe Menegatti, di Sylvia, balletto in tre atti, coreografia di Frederick Ashton ripresa da Christopher Newton e Anna Trevien su musiche di Léo Delibes eseguite dall’Orchestra del Teatro dell’Opera diretta da David LaMarche. Interpreti: Ashley Bouder, Lisa-Maree Cullum, Polina Semionova, Giuseppe Picone, Robert Tewsley e il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera. Sylvia (originariamente Sylvia ou La Nymphe de Diane) è ispirato al dramma pastorale Aminta di Torquato Tasso del 1573. Lèo Delibes, autore della musica, compose, in collaborazione con il coreografo Louis Mérante, una partitura di bellezza tale da far disperare P. I. Čiajkovskij riguardo alle sue capacità di scrivere a pari livello. La coreografia originale, al contrario, non raggiunse un grado linguistico altrettanto ricco, infatti quando Sylvia esordì, il 14 giugno 1876 all’Opéra Garnier di Parigi, il balletto passò inosservato per più di sette produzioni. Il successo auspicato si ebbe solo nel 1952, quando il coreografo Sir Frederick Ashton ne allestì una nuova versione. ORARI & INFO Sabato 16 ottobre, ore 18:00 Domenica 17 ottobre, ore 17:00 Martedì 19 ottobre, ore 20:30 Mercoledì 20 ottobre, ore 20:30 Giovedì 20 ottobre, ore 20:30 ...

Read More »

Alberto Testa: il Premio Positano Léonide Massine “la ragione degli altri”

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO: Circa tre anni fa, dopo le due serate di spettacolo, il Gala dei Premiati del Premio Positano e il “Pas des Dieux” del giorno dopo, con i miei collaboratori mi incontrai con il Sindaco Domenico Marrone e gli prospettai l’utilità di effettuare sulla Spiaggia Grande di Positano una sorta di “Festival della Danza”, strettamente collegato al Premio in quanto emblema della città.  Non c’è bisogno di ricordare che Positano per tradizione è la Città della Danza. Oggi purtroppo passa come la città del Mith Festival. Da fare orrore a Massine ed a Nureyev ai quali noi ci richiamiamo. Come “brillante” risposta alla nostra richiesta,  lo scorso anno fu ideato, in concorrenza e nello stesso periodo, appunto, il Myth Festival che non aveva la danza per vocazione ma un  “pastiche” di eventi. Lo “sgarbo” alla danza è stato perpetrato nuovamente quest’anno. Stesso luogo, stessa scena, stesso periodo. Quarant’anni ed uno staff di prim’ordine, a sentire il Sindaco del tempo, sarebbero stati  incapaci di promuove l’evento. E allora ci si rivolse a Ravello, molti più soldi ed uno staff ben pagato contro la gratuità riservata al nostro. Protestai allora e “J’accuse!” oggi. Si vuole fare un Festival di arte ...

Read More »

La protagonista di Dirty Dancing torna alla ribalta col programma tv Dancing With The Stars

  Ha fatto sognare milioni di persone con la sua dolcezza che diventava sensualità quando si lasciava andare ai suoi “balli proibiti”, Jennifer Grey alias Baby, torna al suo primo amore, la danza, partecipando al programma Dancing With The Stars.    La Grey è reduce da un periodo molto difficile dovuto alla scoperta di un tumore, malattia che peraltro ha colpito anche l’attore Patrick Swayze, suo partner nel film, che però oggi è riuscita a sconfiggere, tanto da potersi permettere di calcare nuovamente le scene di un palcoscenico.   L’attrice, racconta di aver scoperto il tumore al collo dopo un controllo medico fatto per problemi alla colonna vertebrale. “Il collo mi stava uccidendo e così ho detto a quelli dello show che sarei andata da un medico per capire se ero in grado di partecipare alla trasmissione”. Queste le dichiarazioni rilasciate dalla Grey che aggiunge inoltre di essersi resa conto di quanto la vita sia breve e quindi, pur avendo molta paura di salire nuovamente su un palcoscenico, ha voluto accettare comunque la sfida di rimettersi in gioco e danzare ancora una volta.   Il Video              www.youtube.com/watch?v=WpmILPAcRQo                                                                                  Alessandro Di Giacomo

Read More »

Prima mondiale di Salves della CCN de Rillieux-la-Pape Compagnie Maguy Marin

Maguy Marin presenterà la sua nuova creazione Salves, alla Biennale de la Danse de Lyon. In collaborazione con Denis Mariotte e i sette interpreti, la pasionaria della danza, porterà in scena “des dangers aux promesses des grandes mutations”. Il nuovo cantiere di creazione ha trasformato i danzatori in guardiani e contrabbandieri del tempo per dimostrare che senza passato nè memoria non si potrebbe considerare possibile un futuro. Tutta l’opera di Maguy Marin nasce da una pulsione vitale e anche qui incontriamo la necessità di “faire surgir ces forces diagonales résistantes, sources de moments inestimables qui survivent à l’oubli, ces voix qui, du fond des temps, nous font signe”. La nuova creazione esplora le paure contemporanee che ci rendono impotenti, tristi e esausti cercando un modo per fuggire il pessimismo e l’ambiente che le genera. Maguy Marin porterà la sua profonda e poetica visione ripensando a ciò che l’ha entusiasmata in Turba (creazione del 2007) ispirata al De rerum natura del filosofo e poeta latino Tito Lucrezio Caro. Turba, che in latino significa “moltitudine disordinata di gente”, riflette sulla Natura non come somma infinita di elementi, ma piuttosto come una potenza legata alla diversità di ogni sua parte: “L’insieme delle cose ...

Read More »

La compagnia del Nederlands Dans Theater II apre la rassegna “Tersicore” all’Auditorium Conciliazione

Mercoledì 29 settembre 2010, alle ore 20.30, l’Auditorium Conciliazione ospita le giovani e brillanti promesse della danza internazionale della compagnia Nederlands Dans Theater II, presentando quattro coreografie, di cui due in prima italiana. Lo spettacolo di alta qualità tecnica e scenica inaugura la quinta edizione di “Tersicore. Nuovi spazi per la danza”, la rassegna realizzata dall’Associazione Amici dell’Auditorium Conciliazione. Il cartellone della serata all’insegna della pura arte della danza e del balletto, vista l’interpretazione di ballerini che si sono formati con un metodo improntato sul sacrificio e l’arduo impegno, rispettando sempre i canoni del balletto classico, presenta quattro coreografie: Sleepless di Jiří Kyliánriguarda, una riflessione sul rapporto tra il movimento nello spazio, gli oggetti, ed i moti dell’anima, un’indagine sui sentimenti reali. Déjà vu di Hans van Manen, in prima italiana, un delizioso e originalissimo passo a due danzato sulla musica di Fratres (1980), di Arvo Pärt, che lascia molto spazio all’improvvisazione. Solo, sempre in prima italiana, un assolo esplosivo, impetuoso e coinvolgente, interpretato da tre ballerini, che rappresenta la perfetta immagine di un uomo in un confronto continuo  con il mondo esterno. Minus 16 di Ohad Naharin, una sorta di patchwork che mette in scena un’entusiasmante compilation musicale di ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi