Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità

Attualità

Accademia Vaganova: “Gala Concert”

Conservatory-photo-by-M.Logvinov

Un grande evento per celebrare la grande danza: Lunedì 26 febbraio 2018, al Teatro Politeama di Napoli, DANSEMBLE – RUSSIAN SEASONS – DANZAINFIERA e il direttore artistico dell’evento Riccardo Riccardi presentano Gala Concert, un omaggio a Marius Petipa nel bicentenario della sua nascita.  Allo spettacolo parteciperanno ventidue allievi dei corsi superiori dell’Accademia Agrippina Jakovlevna Vaganova di San Pietroburgo che quest’anno celebra il 280° anniversario dalla sua fondazione e rappresenta un faro di luce nel mondo, un punto di riferimento significativo e prezioso per quanti amano e studiano, la danza. È la scuola in cui si sono formati i più grandi ballerini di tutti i tempi, tra questi: Vaslav Nijinskij, Anna Pavlova, George Balanchine, Rudolf Nureyev, Natalia Makarova, Michail Baryshnikov, Faruk Ruzimatov, Svetlana Zakharova. Gli allievi dell’Accademia saranno accompagnati da Nikolaj Maksimovich Tsiskaridze (Rettore dell’Accademia e Artista Emerito del Popolo Russo), Zhanna Ismailovna Ajupova (Direttore Artistico dell’Accademia), Marina Aleksandrovna Vasil’eva (Preside della Facoltà di Danza e Insegnante), Irina Aleksandrovna Sitnikova (Responsabile Danza Classica e Pas de Deux dell’Accademia e Insegnante), Anastasija Vasil’eva (Responsabile Danza di Carattere dell’Accademia e Insegnante). Prima dello spettacolo, sempre al Teatro Politeama, alle ore 20:30, si terrà un incontro aperto al pubblico con il direttore Nikolaj Tsiskaridze ...

Read More »

Tradizione, passione e contemporaneità con “Break the Tango” di German Cornejo

break-the-tango

Il 13 febbraio 2018, il Teatro Politeama Rossetti di Trieste ospita uno dei massimi esponenti del Tango mondiale, l’argentino German Cornejo con l’originalissimo spettacolo da lui ideato e diretto, Break the Tango. Direttore artistico di The Tango Fire Company di Buenos Aires, vincitore di numerosi premi e riconoscimenti internazionali come Gold New Talent e Competition of Gold Dance, Cornejo dà vita a uno show unico, che mixa due quasi diametralmente opposti universi coreografici, portando sul palcoscenico sei coppie di tanghèri di fama internazionale, compresa la sua storica e straordinaria partner Gisella Galeassi, assieme ad altrettanti famosi ballerini di break dance,. Tradizione, passione e contemporaneità si incontrano e si fondono in due stili che rimangono fedeli alle proprie peculiarità, esaltate uno dall’altro. Il risultato è una contaminazione che tratteggia con successo una nuova forma di ballo, arricchita da straordinari effetti visivi e sonori, in cui le note del tango si alternano e si fondono con quelle pop ed elettroniche, regalando forti emozioni e grande divertimento. ORARI & INFO 13 febbraio 2018, ore 20.30 Teatro Politeama Rossetti – Sala Assicurazioni Generali Largo Giorgio Gaber, 1 34126 Trieste Telefono: +39 040 359 3511 E-mail: info@ilrossetti.it Stefania Napoli www.giornaledelladanza.com

Read More »

Le personalità della Danza , ricordano la grande Elisabetta Terabust sui social

Elisabetta Terabust 4

Noi della redazione del Giornale della Danza abbiamo  voluto raccogliere i tanti post che in questi giorni sono comparsi sulle bacheche dei social di tante personalità della danza per omaggiare la grande Elisabetta Terabust. Ciao Elisabetta  Clarissa Mucci “Buon viaggio Madame Terabust…… Gli artisti sono i custodi della bellezza del mondo, e Dio solo sa di quanta bellezza si ha bisogno in un momento con così tanta decadenza. La Signora Terabust ci ha insegnato che l’arte va difesa, protetta, tramandata , insegnata . E’ stata un esempio di dedizione totale allo stile, alla tutela del repertorio nella sua evoluzione tecnica. Ci ha mostrato “Direzioni” coraggiose, umane, di cui ha sempre pagato il prezzo. Un fiuto da talent-scout con scommesse sempre vinte. E’ stata un esempio di modernità, di generosità, di meritocrazia, di eleganza. Tutti questi valori ,di cui fortunatamente molti di noi hanno potuto nutrirsi dalle sue mani, sono valori che fanno fatica a trovare spazio e non solo sui media. L’atteggiamento mediatico ci consente una riflessione profonda su quanto ci sia bisogno di tornare a dare dignità a quei valori che sono fondamento dell’arte ma forse …. che sono anche fondamento della vita di cui l’arte e’ lo specchio. ...

Read More »

Parsons Dance torna al Teatro Brancaccio con i migliori successi

Ahmad Simmons, Elena d’Amario, Eoghan Dillon, Geena Pacareu, Ian Spring, Omar Roman De Jesus, Sarah Braverman, Zoey Anderson / Parsons Dance

Torna al Teatro Brancaccio Parsons Dance, la compagnia americana amata dal pubblico per la sua danza atletica e vitale che trasmette gioia di vivere. Parsons Dance, nata dal genio creativo dell’eclettico coreografo David Parsons e del light designer Howell Binkley, è tra le poche compagnie che, oltre ad essersi affermate sulla scena internazionale con successo sempre rinnovato, ha lasciato un segno nell’immaginario teatrale collettivo e ha creato coreografie divenute veri e propri “cult” della danza mondiale. I loro show sono già andati in scena in più di 383 città, 22 paesi nei cinque continenti e nei più importanti teatri e festival in tutto il mondo. Parsons Dance incarna alla perfezione la forza dirompente di una danza carica di energia e positività, acrobatica e comunicativa al tempo stesso. E’ ormai un caposaldo della danza post-moderna made in Usa, che può mixare senza paura tecniche e stili per ottenere effetti magici e teatrali, creativi e divertenti. Una danza elegante, ariosa e virtuosistica Sin dagli esordi, l’elevata preparazione atletica degli interpreti e la grande capacità di David Parsons di dare anima alla tecnica sono state gli elementi distintivi della compagnia. Come ha scritto il New York Times, “I ballerini vengono scelti per il ...

Read More »

Addio ad Elisabetta Terabust, il commovente ricordo del Professore Alberto Testa: “Una stella è tornata nel cielo della danza”

terabust

E’ venuta a mancare lunedì 5 febbraio 2018 Elisabetta Terabust, una delle più grandi étoile della danza. Il grande maestro Alberto Testa ha voluto ricordare la danzatrice e al Giornale Della Danza ha raccontato: “Elisabetta era una donna coraggiosa, piena di slanci, d’amore per la sua professione, ed aveva una personalità molto interessante; non era il classico stereotipo di ballerina classica. Era attraente con la sua grazia, era profonda e aveva un stile moderno. La ricordo nel Tchaikovsky pas de deux di Balanchine e di come eseguiva con slancio quello stile. Elisabetta è stata una grande interprete anche del Don Chisciotte, ha danzato a Spoleto ed è stata meritatamente premiata a Positano”. Nel suo ricordo e cordoglio, nel giorno dei funerali, mercoledì 7 febbraio 2018, il Maestro racconta inoltre: “Elisabetta era coraggiosa e intrapida in ogni azione della vita e la sua scomparsa è una notizia molto triste per me. L’ho conosciuta quando aveva 14 anni alla scuola dell’Opera, ed è morta con molti amici accanto a lei che le sono stati vicino fino alla fine. Una stella è tornata nel cielo della danza“. Gaia Cavalluzzo www.giornaledelladanza.com

Read More »

“Milena & Michael” e “Sacre”, intenso e coinvolgente dittico di Emanuel Gat a Napoli

Sacre Gat

Il 10 e l’11 febbraio 2018, il Teatro San Ferdinando di Napoli ospita il talentuoso coreografo israeliano Emanuel Gat con un coinvolgente dittico di cui cura coreografia, luci e musiche: Milena & Michael, produzione Emanuel Gat Dance, Maison de la Danse de Lyon, con il patrocinio della Fondazione BNP Paribas, e Sacre, su musiche di Igor Stravinsky, produzione Emanuel Gat Dance, Maison de la Danse de Lyon, The Suzanne Dellal Centre (Israele), Festival Uzès Danse, Monaco Dance Forum, patrocinio di Fondazione BNP Paribas, Dellal Foundation, Theatre de l’Olivier-Istres, Ballet Monte-Carlo. Interpretato dai versatili performer tedeschi Michael Loehr e Milena Twiehaus, Milena & Michael racconta l’azione del danzare e la ricerca di un rapporto con l’altro da sé, in un affascinante studio su movimenti, frammenti di coreografia, suono e contatti tra i due danzatori. Premiata con il Bessy Award 2006 al Lincoln Center Festival di New York, Sacre è un riadattamento dell’opera creata nel 2004 dallo stesso Gat, una rilettura originale, complessa, dal forte impatto drammaturgico del capolavoro di Stravinsky, focalizzata non sul concetto di sacrificio ma di azione, illustrando l’infinità di opzioni che l’uomo possiede per agire e cambiare le cose.   ORARI & INFO 10 febbraio 2018, ore 21.00 11 ...

Read More »

Addio a Ivana Gattei ballerina e maestra degli anni d’oro della danza

gattei

Addio a Ivana Gattei, se ne andata oggi lunedì 5 febbraio a Roma, presso l’Ospedale San Giovanni, dopo giorni di malattia. Ci lascia una grande Artista e una grande Maestra che ha vissuto gli anni d’oro della Danza, gli anni del fermento artistico a stretto contatto con immensi Maestri come Léonide Massine e Aurel Milloss. Una storia lunghissima, segnata da un unico filo rosso, quello della passione, che da sempre la guida in ogni suo passo: Ivana Gattei, una vita per la danza, proprio perché la danza è la sua vita. All’età di 9 anni entra alla scuola del Teatro Reale dell’Opera di Roma, diretta dalle sorelle Battaggi, studiando con grandi insegnanti come il maestro Gennaro Corbo e Attilia Radice, ultimi allievi di Enrico Cecchetti. Con la Radice balla in molti balletti e opere, tra cui Biancaneve, dove interpreta Cucciolo. Entra ufficialmente a far parte del corpo di ballo dello stesso teatro nel 1944, ove rimane fino al 1977, quando si ritira per star vicino al marito, venuto poi a mancare un anno dopo. Nel 1940 Maestro Aurel Milloss la chiama a lavorare con sé e la guida fino alla fine della sua carriera coreutica con l’ultimo spettacolo, alle terme di Caracalla, col Ballo ...

Read More »

Addio ad Elisabetta Terabust, stella internazionale della danza

Elisabetta Terabust - Foto di Cristiano Castaldi

Elisabetta Terabust, stella internazionale della danza, è mancata nella notte del 4 febbraio 2018 a Roma. La danzatrice aveva 71 anni e la sua presenza scenica rimarrà per sempre nel cuore di tutti coloro che l’hanno amata. Occhi neri profondi, classe e un sorriso comunicativo erano i punti di forza di uno dei grandissimi nomi del firmamento della danza degli anni ’70 e ’80. Nominata étoile all’Opera di Roma, aveva trascorso parte della sua carriera all’English National Ballet. La Terabust era stata inoltre artista ospite per molti anni con Aterballetto durante la direzione di Amedeo Amodio, del quale aveva portato al successo “Schiaccianoci” e “Romeo e Giulietta”. L’étoile aveva inoltre interpretato titoli contemporanei quali “Steptext” di William Fosythe. Lasciate le scene aveva diretto il corpo di ballo della Scala mettendo in luce artisti come Roberto Bolle e Massimo Murru.  Gaia Cavalluzzo www.giornaledelladanza.com

Read More »

GD Web TV: Lago dei Cigni – Pas de deux II atto – Pacific Northwest Ballet

PNW SWAN LAKE

Swan Lake, ovvero Il Lago dei Cigni, significa anche lo studio intenso di momenti come questi, raccontati in questo video, che vede protagonisti i Principal Noelani Pantastico e Seth Orza, della compagnia Pacific Northwest Ballet.    www.giornaledelladanza.com

Read More »

Dal Bolshoi al Cinema: Svetlana Zakharova è La Signora delle Camelie

la-signora-delle-camelie-home

Il prossimo imperdibile appuntamento con la grande Danza del prestigioso teatro moscovita al cinema, distribuito in HD da QMI nell’ambito di Stardust Classic, è con uno dei balletti la cui storia ha affascinato tantissimi coreografi, La Signora delle Camelie, trasmesso domenica 4 febbraio e, in replica, martedì 6 febbraio nei cinema selezionati e domenica 18 febbraio nei circuiti UCI. Il programma di Stardust Classic continua con questo tragico capolavoro, interpretato in modo intenso e drammatico dall’étoile Svletlana Zakharova con le coreografie di John Neumeier, stella del teatro statunitense che esplora il tragico destino dei due amanti accompagnato dalla partitura di Chopin, trasformando La signora delle camelie in uno dei balletti più romantici di sempre. Con questo balletto, John Neumeier entra nello spirito letterario di entrambi i romanzi che costituiscono l’intreccio della sua opera, La Dame aux camélias del 1848 di Alexandre Dumas, che si era ispirato alla sua storia d’amore con Marie Duplessis, morta di tubercolosi a soli ventitré anni, e la Manon Lescault dell’Abbé Prevost. Il balletto, in tre atti, con le musiche di Frédéric Chopin, mette in scena una trama travolgente tipica dello spirito romantico e passionale di quel tempo. Si apre con il prologo in cui i gioielli di Marguerite Gautier vengono messi all’asta dopo la sua morte. Armand Duval, amante della cortigiana scomparsa, ...

Read More »