Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità (page 20)

Attualità

Wolfgang Kossuth in mostra a Città della Pieve

Capriccio-Kossuth

Kossuth 1981 – 2009, questo il titolo della mostra antologica che il 30 maggio, alle ore 18, verrà inaugurata dal noto critico d’arte Vittorio Sgarbi nel nuovo Spazio Kossuth che Città della Pieve dedica all’arte contemporanea. Del celebre scultore contemporaneo, molto sensibile al mondo della danza e della musica si potranno ammirare 40 opere, tra quadri e sculture, visitabili fino al 31 ottobre 2015. Da affermato violinista e direttore d’orchestra, Kossuth abbandonò il linguaggio della musica per concentrare la propria creatività in ambito plastico, dove ha saputo amalgamare leggerezza ed equilibrio producendo opere raffinate ed eleganti. Illustri personaggi della musica, della letteratura e della danza hanno posato per lui. Grandi ammiratori della sua arte, tra i quali: Mario Del Monaco, Luciana Savignano, Milva, Valeria Moriconi, Mario Soldati, Sergiu Celibidache, Sandor Vegh, Sierk Schroder, Ottavio Mazzonis, Andrea Jonasson-Strehler, Liliana Cosi, Alessandra Ferri, Massimo Murru, Roberto Bolle. Anima del nuovo spazio culturale di Città della Pieve, le opere di Kossuth inaugurano un programma di mostre annuali che avranno come tema i soggetti dell’artista, molto legato alla cittadina dove ha anche deciso di essere sepolto. Miti, ritratti ed opere religiose, disegno e fusioni a cera persa, saranno alcuni degli argomenti scelti in collaborazione ...

Read More »

Purezza, stupore e provocazione con la coinvolgente danza Butho di Sayoko Onishi

Bothu

Il 31 maggio 2015 in occasione di Al presente, rassegna di teatro contemporaneo della città di Macerata, la coreografa, danzatrice e regista giapponese Sayoko Onishi porta in scena alla Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti l’opera Loto – dal fango nascerai pura e illuminerai il mondo, spettacolo prodotto da HangartFest, Festival della scena indipendente. Onishi, vincitrice di svariati e prestigiosi concorsi, tra cui il concorso internazionale di danza solista di Augsburg (Germania) e Lipsia e il Die Platze Contemporary Dance Festival di Tokyo, si ispira alla danza Butoh per unire danza tradizionale e contemporanea, mescolando elementi orientali e occidentali. Ancestrale, provocatoria e antichissima, la danza Butoh (letteralmente danza camminata, pestata con i piedi), nasce negli anni Venti, quando alcuni danzatori giapponesi si recarono in Germania per studiare ed importare in oriente la tecnica della danza europea, dando vita a questa singolare forma artistica. Sintesi di teatro e danza, calibrato mix di elementi giapponesi e occidentali, il Butoh prevede una severissima preparazione tecnica e originali caratteristiche coreografiche spesso antitetiche, come corpi dipinti di bianco, oro, argento o la totale nudità e teste completamente rasate o il ricorso ad acconciature elaboratissime per i suoi danzatori. Loto vede come interpreti la stessa Onishi assieme con ...

Read More »

Napoli Teatro Festival Italia VIII edizione: dodici gli spettacoli di danza

Furla dels Baus ph. Alcaldia de Caracas

L’ottava edizione del Napoli Teatro Festival Italia, prevede 26 giorni di programmazione con 32 spettacoli tra debutti assoluti e nazionali, di cui 10 stranieri e 30 debutti assoluti per E45 Napoli Fringe Festival, la rassegna parallela dedicata alle giovani compagnie. Per quanto riguarda la danza ben 12 sono gli spettacoli in programma tra Napoli Teatro Festival Italia e Fringe. Lo spettacolo di Paco Décina, napoletano trapiantato a Parigi, La douceur permeable de la rosée aprirà la manifestazione il 3 giugno alle ore 21:30 (con repliche il 4 e 5 sempre alle 21:30) nello splendido scenario della Piazza d‘Armi di Castel Sant’Elmo, struttura medioevale che sovrasta la città di Napoli dalla collina del Vomero. Subito dopo arriverà al Festival la compagnia catalana La Veronal con Russia (8, 9 giugno ore 21:30 a Castel Sant’Elmo), coreografia di Marcos Morau, seconda tappa di un percorso artistico sui luoghi geografici che diventano simboli di sentimenti dell’animo umano (il primo risale al 2011 e si intitolava Mosca, il secondo al 2012 Islanda, il terzo, al 2013, Siena). Per la prima volta al Festiva arriverà La Fura dels Baus (13 giugno, ore 22:30 – Mostra d’Oltremare), con Afrodita y el juicio de Paris, uno spettacolo multidisciplinare che ...

Read More »

A Milano è “Tiempo De Tango”!

Juan Carlos Copes - Ph.Alberto Bolos

Miguel Angel Zotto presenta al pubblico una serata storica nel suo genere, una festa offerta al pubblico milanese per celebrare il ballerino che ha rivoluzionato il tango argentino e la sua storia: Juan Carlos Copes. Dopo sessantacinque anni di carriera professionale in tutto il mondo e all’età di 84 anni, Copes festeggia in danza il suo ritiro dalla scene europee in una grande serata di tango e musica: Tiempo De Tango, il tango e la sua evoluzione. Quest’uomo, pura essenza del tango fatta gesto, dotato ancora di uno stile inimitabile e di una eleganza impeccabile, di grande lucidità e prestanza fisica, stupirà il pubblico del Teatro Arcimboldi insieme alla figlia Johana Copes, sua partner nel ballo. A questa straordinaria coppia si uniscono il “discepolo” Zotto, insieme alla moglie e partner Daiana Guspero, e gli eredi più accreditati a rappresentare il futuro del tango: Sebastian Arce e Marina Montes, Pablo Moyano e Roberta Beccarini. Sul palcoscenico faranno da cornice a questi affermati interpreti di tango più di venti coppie scelte da Zotto in questi anni, alcune delle quali appartengono alla sua rinomata Compagnia. Non da ultima sarà protagonista anche la musica, suonata dal vivo dall’Orchestra Minimal Flores Del Alma, che saprà ...

Read More »

Spazio ai nuovi coreografi (e ai danzatori…) per Aterballetto

Aterballetto-giovani-coreografi

Se c’è una compagnia che ha abituato il pubblico a un buon equilibrio tra tecnica, tradizione e sperimentazione, è sicuramente Aterballetto, che continua la sua ricerca anche in campo coreografico, portando nel teatri balletti di grandi coreografi, ma dalle prospettive inedite, e, soprattutto, dando spazio a nuovi autori della danza italiana. Ancora più importante quest’ultimo aspetto se gli autori sono danzatori della compagnia, chiamati a dare libero sfogo alla loro creatività. Ormai da diversi anni, infatti, la direzione artistica di Aterballetto dà la possibilità ai danzatori di cimentarsi nella coreografia, così da scoprire il potenziale talento coreografico degli interpreti di Aterballetto. A loro è quindi dedicata la Serata giovani coreografi del 29 maggio ore 21 alla Fonderia39, dove debutteranno le creazioni dei danzatori Damiano Artale, Hektor Budlla e Roberto Tedesco. Aprirà la serata la creazione di Damiano Artale, danzatore in compagnia da due stagioni, ma al suo primo lavoro per Aterballetto, che ha intitolato questa sua “opera prima” Migliori, un lavoro su musica di Antonio Vivaldi, che tratta delle relazioni tra uomo e donna, entrambi alla ricerca di un equilibrio mutevole, e di armonie tra animi diversi. A seguire la creazione di Roberto Tedesco, danzatore della compagnia dal 2011, alla ...

Read More »

GD Web TV: “Romeo & Juliet” – San Francisco Ballet

Romeo & Juliet - SF Ballet

Ecco il trailer di Romeo & Juliet, portato in scena dal San Francisco Ballet. www.giornaledelladanza.com

Read More »

Paure, speranze e vero amore con “Belles de Sommeil” di Opus Ballet

Bella addormentata Opus Ballet @

Il 28 maggio 2015 in prima nazionale al Teatro Comunale di Modena, la compagnia Opus Ballet presenta Belles de Sommeil, coreografia e regia di Philippe Talard, su musiche originali Armand Amar, in coproduzione internazionale con Les Théâtres de la Ville de Luxembourg Grand Théâtre e Théâtre des Capucins. La compagnia, riconosciuta e sostenuta della Regione Toscana, nasce nel 1999 sotto la direzione artistica della coreografa Rosanna Brocanello e propone una molteplicità di stili diversi che unendosi danno vita ad un linguaggio di forte impatto espressivo, accompagnato da un elevatissimo profilo tecnico. In Belles De Sommeil, Talard, coreografo francese che ha collaborato con i più grandi interpreti della danza modniale come Rudolf Nureyev, Mikhail Barychnikov, Maurice Bejart e Pina Bausch, si allontana dallo stile del celebre balletto di Marius Petipa e prende spunto dagli scritti originali del racconto di Charles Perrault e da studi condotti su concetti antitetici che si attraggono e si respingono: sonno e risveglio, giorno e notte, vita e morte. In scena dunque sogni, paure, pensieri e desideri non solo di una principessa, interpretata dalla bravissima attrice italiana Laura Bandelloni, ma di tutte le persone che si ritrovano per un lungo periodo in uno stato di isolamento e ...

Read More »

Dentro la Danza: W LA MODESTIA – SALVAGUARDIA – CUORE DI MAMMA – IL PASSO FALSO!!!

dentro-la-danza

La rubrica del giornaledelladanza.com, Dentro la Danza, è un mix di notizie a volte importanti altre piccanti, divertenti, raccontate con ironia e leggerezza per svelare cosa avviene dietro le quinte del mondo della danza e del balletto. Anche i nostri lettori possono diventare protagonisti delle news del giornale scrivendoci all’indirizzo mailto:redazione@giornaledelladanza.com specificando nell’oggetto Dentro la Danza e raccontandoci in anteprima le indiscrezioni di cui sono a conoscenza.    W LA MODESTIA                                                  Divertente siparietto di una delle coppie più conosciute della danza italiana, quella formata da Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta. I due sono sposati, nella vita e nel lavoro, e sono anche genitori di un bimbo. Alcuni giorni fa sono stati ospiti di una trasmissione radiofonica di Radio Capital in cui hanno fatto sfoggio di grande modestia. La Brazzo si è autoreferenziata presentandosi come prima ballerina del Teatro alla Scala (vero) ed étoile “internazionale”, il marito come primo ballerino “internazionale”. Considerando che l’investitura di “internazionale” non viene assegnata ufficialmente da un ente ma arriva dopo anni di grandi successi planetari, vorremmo sapere da marito e moglie chi ha consigliato loro di autoproclamarsi tali!                SALVAGUARDIA   Salvaguardia è la parola d’ordine del programma d’intervento per il rilancio ...

Read More »

Bolzano, la danza, le étoiles: il programma della nuova edizione di Bolzano Danza

carlson-all-that-falls-foto-lpaillie

Si annuncia un’estate di grande danza a Bolzano, per l’edizione 2015 di Bolzano Danza, festival che riunisce sia grandi nomi nazionali e internazionali, sia coreografi emergenti con il circuito Anticorpi Explo.  A inaugurare la rassegna il 13 luglio alle 21.00 al Teatro Comunale di Bolzano, proprio una compagnia che unisce talento italiano e internazionale: il Ballet de l’Opéra Nationale du Rhin, diretto dal ballerino e coreografo Ivan Cavallari, originario proprio di Bolzano, già Primo ballerino allo Stuttgarter Ballett. La serata, che porta il titolo di Silk, è un omaggio a lui, che presenta la sua recente coreografia Ombra leggera, un passo a due ispirato all’aria dell’opera Dinorah di Giacomo Meyerbeer interpretata da Maria Callas. Lo affiancano la canadese Aszure Barton che firma Untouched, un’esplosione di ritmo e contrattempi, il tedesco Stephan Thoss, autore di un Boléro-girotondo per sei “signore” e Benjamin Millepied con Without, un gioco di coppie e solitudini su musica dell’amato Chopin. Un’altra grande ospite proprio la sera successiva, ma al Teatro Studio di Bolzano, Carolyn Carlson presenta il trittico Short Stories, che comprende il poetico passo a due All that falls, in prima nazionale, che apre la serata. Segue il mitico assolo del 1973 Density 21.5, ricostruito per la danzatrice Isida Micani; chiude la serata Mandala, brano ipnotico ...

Read More »

Roberto Altamura: “Milano Contemporary Ballet – una nuova realtà per i giovani”

R. Altamura - ph. Benedetta Pitscheider

  Nasce a Milano il Milano Contemporay Ballet, un progetto che unisce giovani danzatori che abbiano il reale obiettivo di fare della danza un mestiere. Non è una scuola professionale, ma un percorso formativo che, oltre a dare ai giovani danzatori un training giornaliero, darà l’opportunità di lavorare con una compagnia di fama mondiale: la Wayne McGregor|Random Dance. Roberto Altamura, direttore artistico del progetto, si racconta al giornaledelladanza.com Nasce in questi mesi il Milano Contemporay Ballet, realtà che unisce giovani danzatori con l’obiettivo di fare della danza un mestiere, i fondamenti su cui si basa questo progetto? Mi piace pensare che questo progetto, a cui lavoro ormai da un anno, nasce per dare ai ragazzi una grande opportunità. Non capita tutti i giorni di poter collaborare come danzatore, con una grande compagnia come la Wayne McGregor|Random Dance. A parte questo, le mie motivazioni sono molteplici, ne spiegherò solo un paio per non dilungarmi più di tanto. Dirigo da quattro anni il Milano City Ballet, dove cerchiamo di dare una formazione sensata e di buon livello ai nostri ragazzi, e devo dire con buoni risultati.  Il mio punto di riferimento sono sempre i ragazzi, sono partito da loro per elaborare questo ...

Read More »