Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Ticker

Ticker

Danzando con la Storia: intervista a Marigia Maggipinto

marigia maggipinto

Marigia Maggipinto, danzatrice, membro della compagnia del “Tanztheater Pina Bausch” dal 1989 al 1999. Inizia la sua carriera professionale con il balletto nella compagnia della Fondazione Niccolò Piccinni (J. De Min/Roberto Fascilla). Nel 1985 partecipa al tour internazionale con la compagnia di danza contemporanea dei “Danzatori Scalzi” di Roma, partecipa al film “Il Giovane Toscanini” di Franco Zeffirelli. Studia a Roma con Viola Faber, Libby Ney (tecnica Limon) André Peck, Roberta Garrison (tecnica Cunningham), Richard Haisma (Nikolais) Mudra (Bejart), Matt Mattox (Jazz) e Martha Graham. Partecipa alla creazione dello spettacolo di Giorgio Rossi (Sosta Palmizi/Carolin Carlson) per il Festival di Polverigi. Studia con le tecniche di Jean Cebron (composizione/improvvisazione), Hans Zullig (tecnica Joss) alla Folkwang Hochschule di Essen (diretto da Pina Bausch). Danza con Pina Bausch in quattordici differenti coreografie e partecipa alle nuove creazioni della coreografa tedesca: “Tanzabend II” (1992), “Schiff” (1993), “Trauerspiel” (1994), “Danzon” (1995), “Fensterputzer” (1997). Lascia la Compagnia nel 1999 ma ritorna come ospite successivamente partecipando ai festival del Tanzteather (2000, 2001, 2002). Negli Stati Uniti partecipa alla creazione di un pezzo di teatro con la compagnia “Mutation Theater Projet”, e insegna nella facoltà dell’“American Dance Festival” alla Duke University (2003, 2004, 2005). Lavora con “Emilia ...

Read More »

«Il nostro mestiere non si occupa di artisti, ma di spettatori». Intervista a Gianmario Longoni della Show Bees

«Il nostro mestiere non si occupa di artisti, ma di spettatori». Intervista a Gianmario Longoni della Show Bees

  Da moltissimi anni addentro al settore della cultura e dello spettacolo, anche per eredità familiare, Gianmario Longoni è Artistic Consultant presso la società Show Bees, sita a Milano, fortemente interessata alla promozione e distribuzione di spettacoli appartenenti alle più disparate forme d’arte e d’intrattenimento. Precedentemente proprietario e direttore artistico del Teatro Smeraldo del capoluogo lombardo (precisamente dal 1982 al 2012), Longoni pone le fondamenta non solo del suo operato, ma anche della propria visione contemporanea del settore d’interesse, sul concetto di eterogeneità degli stili performativi, nonché di altissimo livello qualitativo per salvaguardare il rispetto del pubblico. A dimostrazione di ciò, il portfolio Show Bees annovera spettacoli che spaziano dal balletto classico alla commedia musicale, dal circo al concerto di musica leggera, proponendo titoli di grido come Notre Dame de Paris, Matthew Bourne’s Swan Lake, Cirque Éloize e Jesus Christ Superstar, solo per citarne alcuni. Partiamo da un tassello importantissimo della sua carriera professionale, il Teatro Smeraldo di Milano, aperto nel 1942 e chiuso definitivamente nel 2012. Che ricordi conserva del suo periodo di direzione artistica e come saprebbe descrivere la risposta del pubblico a quel tipo di programmazione degli spettacoli? Il Teatro Smeraldo era nato sulla scorta di un ...

Read More »

Nederlands Dans Theater II a Cremona con quattro imperdibili opere

Nederlands II

Il 25 febbraio 2017, il Teatro Ponchielli di Cremona ospita Nederlands Dans Theater II con uno spettacolo composto da quattro opere, frutto di collaborazioni con coreografi di fama internazionale: Sad case, coreografia di Sol León e Paul Lightfoot, musiche di Perez Prado, Alberto Domínguez, Ernesto Lecuona, Ray Barretto e Trio Los Panchos; Feelings, di Sharon Eyal e Gai Behar su composizione musicale originale di Ori Lichtik; Solo, di Hans van Manen su musica di Johann Sebastian Bach; Handman, in prima italiana, coreografia di Edward Clug, musiche di Milko Lazar, Justin Hurwitz e Tim Simonec. Nato originariamente come fucina per la formazione di nuovi elementi da inserire nella compagnia di danza contemporanea principale, Nederlands Dans Theater I, il gruppo si è affermato a livello internazionale, grazie al talento dei suoi danzatori e alla collaborazione con numerosi artisti esterni (fra i quali Hans van Manen, Cayetano Soto, Marco Goecke, Wayne McGregor e William Forsythe), sodalizio che ha dato vita a tecniche e metodi di lavoro diversi e a un linguaggio coreografico eterogeneo e poliedrico. ORARI & INFO 25 febbraio 2017, ore 20.30 Teatro Ponchielli Corso Vittorio Emanuele II, 52 26100 Cremona CR Telefono: +39 0372.022010 E-mail: info@teatroponchielli.it. Stefania Napoli Fotografie: Johan Persson ...

Read More »

“TOREN”: le mille sfumature della danza dei Sonics

Sonics EdFringe

I Sonics tornano nei teatri con una nuova avventura acrobatica dal titolo TOREN, spettacolo fortemente visuale e ricco di nuove sperimentazioni sceniche e acrobatiche. Presentato in anteprima mondiale al Fringe Festival di Edimburgo nell’estate del 2015, forte di quell’incredibile esperienza umana ed artistica, TOREN è un vero e proprio “inno” al colore, simbolo di felicità, passione e speranza. Lo spettacolo suggerisce una riflessione: tutta la magia e l’emozione che il colore è in grado di creare si perdono man mano che l’essere umano da bambino diventa adulto. Sul palco si dipana la storia di un uomo che, inconsapevolmente intrappolato nella sua routine, vive una vita in “bianco e nero”, oramai incapace di cogliere le mille e colorate sfumature della realtà. Un giorno però qualcosa sconvolge questi equilibri e l’uomo scivola in un mondo di colore e stupore dove, grazie ad un salvifico stravolgimento di punti di vista, iniziano a succedere cose incredibili. Il segreto di TOREN è cominciare a guardare la vita con occhi diversi … solo a quel punto il bianco si rivelerà per quello che è in realtà, ovvero la somma di tutti i colori! TOREN è una sorta di “Torre” dalle mille sfumature, dove si racchiudono le ...

Read More »

NDT2 con un tris di prime nazionali al Teatro Valli

NDT2_Feelings_II_foto_Joris-Jan_Bos

Serata di grandissima danza internazionale al Teatro Valli, dove va in scena il 22 febbraio alle 20.30 la compagnia NDT2 con tre prime italiane e un titolo da vedere e rivedere. NDT2 è una delle Compagnie più accattivanti della scena internazionale, per la qualità superlativa dei suoi giovani interpreti, e propone per la serata al Valli un programma eclettico: accanto a Some Other Time, straordinario esercizio nell’emozionale linguaggio danzato di Lightfoot/Léon, Solo di van Manen, ritratto di un uomo alla ricerca del suo posto nel mondo, Feelings del duo Eyal/ Behar, in cui la fisicità assume forme ipnotiche e rituali, e infine Out of Breath di Johan Inger, recente vincitore come miglior coreografo del Prix Benois de la Danse. Some Other Time (prima italiana) ha debuttato nello spettacolo dedicato al venticinquesimo anniversario di collaborazione tra Paul Lightfoot e Sol Léon: un pavimento bianco e nero, arredamenti che sembrano fluttuare intorno alla stanza, evidenziano la sensazione spensierata e allo stesso tempo oppressiva che i danzatori interpretano in questa coreografia. Sharon Eyal e Gai Behar sono da anni riconosciuti come un duo innovativo nella danza contemporanea. Linea guida delle loro creazioni è l’approccio multidisciplinare: in Feelings (prima italiana) una danzatrice esegue dei ...

Read More »

GD Web TV: William Forsythe – Boston Ballet

Boston Ballet Forsythe

Finalmente. Forsythe. Un balletto che in molti hanno definito “un balletto che ti cambia la vita” viene portato in scena dal Boston Ballet, dal 23 febbraio al 5 marzo. Da vedere!   www.giornaledelladanza.com

Read More »

“La danza umana”: intervista all’étoile Luciana Savignano

Luciana Savignano è nata a Milano ed è considerata da tutti una stella di prima grandezza, applaudita dalla critica più autorevole. Si forma presso la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano nella quale si diploma in seguito ad un periodo di perfezionamento al Teatro Bolshoi di Mosca. Nel 1968 Mario Pistoni la sceglie come ballerina Solista per il “Mandarino Meraviglioso”, su musica di Béla Bartòk, con il quale ottiene la sua prima importante affermazione nel mondo della danza. Nel 1972 diventa Prima Ballerina alla Scala di Milano per essere nominata tre anni dopo, Étoile. Maurice Béjart la invita nella sua compagnia “Ballet du XXe siècle” dove interpreta la “Nona Sinfonia”. In seguito Béjart crea per lei “Ce que l’amour me dit” danzato in coppia con Jorge Donn. Luciana partecipa a tutte le più significative coreografie di Maurice Béjart, in particolare “Leda e il cigno” (con i costumi disegnati da Gianni Versace), “Duo”, “Romeo e Giulietta”, l’assolo “La Luna da Heliogabalo”, “La Voce”, “Bhakti” e il celebre “Bolero” su musica di Maurice Ravel, contemporaneamente sul palcoscenico della Scala danza nel “Lago dei Cigni”, “La Bisbetica domata” e “Cinderella”. Si esibisce poi negli spettacoli creati dal coreografo Micha Van ...

Read More »

Kataklò Athletic Dance Theatre a Milano con “Eureka”

Eureka_ph.-Alessio-Amato-4_legg-1024x711

Dal 22 al 26 febbraio 2017, il Teatro Carcano di Milano ospita Kataklò Athletic Dance Theatre con Eureka, ideazione, coreografie e regia di Giulia Staccioli, su musiche di autori vari. Compagnia indipendente che da quasi 20 anni si esibisce con successo in Italia ed all’estero, Kataklò prende il suo nome dal greco antico e significa ‘io ballo piegandomi e contorcendomi’, che esprime perfettamente lo stile che la contraddistingue, basato su gesti intensi e mai scontati, su un’elevata preparazione atletica e tecnica e sulla versatilità ed espressività di tutti i performer. Anche Eureka, titolo della nuova produzione della compagnia, deriva dal greco e si riferisce alla celebre esclamazione ‘ho trovato’ di Archimede, comunicando il desiderio di condividere con il pubblico la ricerca e la scoperta di nuovi e originali movimenti, immediatamente comprensibili e apprezzabili da tutti. E’ proprio in quest’ottica che sarà richiesta la partecipazione attiva degli spettatori, cinque dei quali saliranno sul palco con gli artisti ad ogni replica, per vivere un’esperienza magica ed emozionante. ORARI & INFO 22 e 23 febbraio 2017, ore 20.30 24 febbraio 2017, ore 19.30 25 febbraio 2017, ore 20.30 26 febbraio 2017, ore 16.00 Teatro Carcano Corso di Porta Romana, 63 20122 Milano Telefono: +39 02 ...

Read More »

A Invito di Sosta è di scena…Charlie Chaplin! (in danza e musica)

CINEMATIC.2_HiRes_33

Continua la IX edizione della rassegna Invito di Sosta – Appuntamenti con la danza contemporanea d’autore ideata e organizzata dall’Associazione Sosta Palmizi, in collaborazione con il Comune di Arezzo. Domenica 19 febbraio, alle ore 18.15 al Teatro Mecenate di Arezzo, in prima assoluta va in scena Cinematic.2: ballata della coreografa e danzatrice Gabriella Maiorino, con il pianista Simone Giacomini. Lo spettacolo nasce da un progetto artistico consistente in una serie di ritratti dove la danza e la musica si intrecciano con suggestioni cinematografiche. E parlando di cinema, il focus non poteva non essere su una figura che del cinema ha fatto la storia, con i suoi personaggi e la sua velata e divertentissima critica sociale. Il focus è infatti sul personaggio romantico di Charlie Chaplin e sulla sua particolare, animata ed empatica, comprensione del mondo. La natura romantica, partendo dalla nota Ballade di Chopin, si intreccia con la continuazione di linee specifiche che gli autori hanno esplorato con lavori precedenti: da un lato la ricerca di un’analisi quasi molecolare sulla musica e le sue componenti, dall’altro la definizione di melodia, in chiave sia musicale che coreografica, nonostante la difficoltà ‘implicita’ dello scardinare la melodia dagli aspetti armonici e ritmici della composizione. Il corpo e il ...

Read More »

“Paradox”: un’esplorazione del concetto di “genere”

“Paradox”: un’esplorazione del concetto di “genere”

Venerdì 17 febbraio 2017 al Teatro Goldoni di Venezia quarto appuntamento con EVOLUZIONI, la Stagione di Danza promossa dal Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale. In scena Paradox, una produzione Balletto di Roma, frutto di un rinnovato percorso di ricerca coreografica, portato avanti dal direttore artistico Roberto Casarotto. Paradox, che ha debuttato con successo l’anno scorso al Belgrade Dance Festival, è una serata dedicata all’indagine del concetto di “genere”, da parte dei due coreografi Itamar Serussi Sahar e Paolo Mangiola: due sguardi distanti per colori e prospettive, accomunati dall’universale strumento di comunicazione della danza e rappresentati attraverso le abilità tecniche e interpretative dell’ensemble del Balletto di Roma. Protagonisti di Paradox, che è stata la creazione di apertura del nuovo progetto artistico dello storico gruppo romano, sono il coreografo di origine israeliana Itamar Serussi Sahar, già danzatore per Batsheva Dance Company e resident coreographer di Scapino Ballet, e Paolo Mangiola, autore per Royal Ballet e Wayne McGregor | Random Dance e coreografo associato del Balletto di Roma. Provenienti da percorsi formativi differenti, Serussi e Mangiola scelgono di esplorare le storie e gli esiti di un universo diviso in due, calando gli interpreti in un ideale stato di separazione dei generi. ...

Read More »