Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Danzano le silfidi… ed è tutto così umano!

Danzano le silfidi… ed è tutto così umano!

Danzano le silfidi… ed è tutto così umano!

 

Una profonda immersione nella Natura, ben oltre la stessa Natura: questo l’obiettivo che il CollettivO CineticO è riuscito sicuramente a raggiungere lo scorso 14 ottobre all’Arena del Sole di Bologna con il nuovo spettacolo Sylphidarium. Maria Taglioni on the ground.

Il collegamento tra entomologia e balletto, il cui filo rosso è innervato nella differente visione della figura della silfide, viene concepito, diretto e coreografato da Francesca Pennini secondo uno schema scenico a quadri – commentati con voce fuori campo e non – che si connotano fuori dal Tempo, catapultando lo sguardo e le emozioni dello spettatore in un universo parallelo dove la Natura e l’Umanità combaciano, dove la danza non rappresenta soltanto l’arte del movimento, ma simboleggia un che di misterioso, affascinante, quasi ipnotico.

Come in una sfilata di haute couture, infatti, gli otto performer del CollettivO (Simone Arganini, Margherita Elliot, Carolina Fanti, Carmine Parise, Angelo Pedroni, la stessa Pennini, Stefano Sardi e Vilma Trevisan) si presentano al pubblico alternandosi sulla passerella immaginaria di una scenografia fissa a telo bianco per sfoggiare tutte le “anime” che le silfidi hanno rappresentato in campo scientifico, storico e letterario nel corso dei secoli. Anime candide, corvine, irriverenti, sexy, sadomasochiste, appariscenti ed eteree. Anime così profuse di palpabile realismo da estraniarsi – quasi per un attimo – dal contesto immaginifico del palcoscenico dell’Arena.

A contornare perfettamente l’atto performativo sono le musiche originali di Francesco Antonioni, eseguite live dallo stesso insieme alla violinista Marlene Prodigo e il percussionista Flavio Tanzi. Nei saltuari rimandi alle note di Chopin, inframmezzati alle intense vibrazioni da musica elettronica e ai carnali interventi di Prodigo e Tanzi, si intuisce, infatti, come il desiderio di guardare al passato (per trasformarlo e rivivificarlo) sia pregnante nel progetto di creazione dell’intero spettacolo. Proprio come se Sylphidarium fosse un grido di rivalsa del balletto, di quella danza che stupisce ogni volta, ma al contempo appare vetusta.

Ed ecco che il genio creativo di Pennini trova la soluzione: svecchia l’immagine della ballerina classica, silfide per eccellenza, accorciando il tutù – comunque debitamente rispolverato – per mostrare al meglio il luccichio di leggings argentati e scaldamuscoli, come vuole la “scuola” di ginnastica dei frizzanti anni ’80. L’icona di Jane Fonda, dunque, scavalca il simulacro di Maria Taglioni, che seppur “on the ground” – per citare ancora una volta il sottotitolo – non abbandona le scarpette da punta.

Le silfidi, allora, diventano Uomini a tutti gli effetti, nudi nella carne e nell’istinto, anelanti l’Amore senza alcuna discriminazione, corroborati dalla danza fino all’ultimo respiro. Proprio come quello che, col buio, chiude lo spettacolo.

Marco Argentina

www.giornaledelladanza.com

CollettivO CineticO / Sylphidarium. Maria Taglioni on the ground © Giuseppe Di Stefano

Check Also

Fiducia e trasgressione nell’acclamato “Bunny” di Luke George e Daniel Kok

Il 26 giugno 2019, all’interno di Biennale Danza 2019, il Teatro alle Tese di Venezia ...

Bolzano Danza 2019: “Wanderer”

Gauthier Dance ©Regina Brocke Non sono molti i festival di danza contemporanea che possono vantare ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi