Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Danza, momenti di bellezza e libertà con “La causa ed il caso” di Giulia Gussago

Danza, momenti di bellezza e libertà con “La causa ed il caso” di Giulia Gussago

Luna_evidenza

Il 10 giugno 2016 al Teatro Sociale di Brescia andrà in scena la Compagnia Lyria con La causa ed il caso, concept e coreografia di Giulia Gussago, live set elettronico e sound design di Junk Flavour Academy.

Lyria nasce nel 1995 a Brescia per volontà dell’attuale direttrice artistica Gussago, danzatrice, coreografa formata presso London Contemporary Dance School e di Monica Cinini, al fine di promuovere e diffondere la cultura e l’arte contemporanea, in particolare la danza.

Molti sono infatti spettacoli ed eventi performativi, conferenze, seminari di contact improvisation e danceability, jam session, attività di studio, ricerca e produzione, messi in essere dalla Compagnia, con l’intento di arricchire il patrimonio culturale della danza bresciana, creando una collaborazione tra le numerose scuole di danza e realtà artistiche locali.

Nel 2011 Lyria collabora inoltre alla realizzazione del progetto Senti_menti libere, svolto presso la sezione femminile della Casa di Reclusione Verziano Brescia, a cui segue la nascita del Progetto Verziano, che vede coinvolti detenuti della sezione maschile e femminile, insieme a gruppi di studenti e cittadini in attività di laboratorio e performative.

La causa ed il caso, liberamente ispirato ai Sonetti di William Shakespeare, interpretato da Giannalberto De Filippis e la Gussago, è l’esito di laboratori creativi, svolti tra novembre 2015 e giugno 2016 presso diverse sedi cittadine, a cui hanno partecipato liberi cittadini e detenuti, tutti non professionisti, che hanno fornito un prezioso contributo al processo creativo, condividendo riflessioni, ricordi e gesti, che costituiscono l’anima del lavoro .

Nell’opera si vuole raccontare come l’arte sia un veicolo potente e immediato che ci porta a ripercorrere le nostre esperienze e a trovare ovunque attimi di bellezza, grazia ed energia, un processo di condivisone e scambio, che favorisce la solidarietà, combatte l’isolamento e apre nuove e inattese finestre di conoscenza su se stessi e sul mondo.

ORARI & INFO

10 giugno 2016, ore 20.30

Teatro Sociale di Brescia
Via Felice Cavallotti, 20
Brescia

Telefono. Biglietteria +39 030 2808600

E Mail: sociale.biglietteria@ctbteatrostabile.it

Stefania Napoli
www.giornaledelladanza.com

Check Also

Andrè De La Roche, storia di una leggenda della danza Jazz: “Non dimentichiamo le nostre origini”

Andrè De La Roche, definito il più grande ballerino jazz al mondo, è un fiume in piena ...

Lombalgia cronica nei giovani danzatori: perché molti soffrono di “mal di schiena”?

  La lombalgia, ovvero il dolore riferito a livello della parte lombare della colonna vertebrale, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi