Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: étoile del mese

Tag Archives: étoile del mese

Etoile del mese di Cristiano Castaldi: Eleonora Abbagnato

Eleonora Abbagnato - photo Cristiano Castaldi

Esordisce in televisione a 11 anni, ballando in diretta in un programma presentato da Pippo Baudo. A 12 anni si trasferisce a Montecarlo, dove studia nella scuola di Marika Bresobrasova, e nello stesso anno vince il DanzaEuropa. A 13 anni è in tournée fra Marsiglia e Parigi con La bella addormentata di Roland Petit (nel ruolo di Aurora da bambina). Quindi viene ammessa, dopo un’audizione privata, all’Ècole de Danse dell’Opéra di Parigi come borsista. Nel 1996, appena maggiorenne, si diploma ed entra nel corpo di ballo dell’Opéra, dove fa una rapida carriera: Coryphée nel ’99, Sujet nel 2000, Première Danseuse nel 2001ed étoile dal 28 marzo 2013. Nel 2001 partecipa al video di musica dance Little Scare di Benjamin Diamond insieme al ballerino francese Jéremie Belingard. Nel 2005 partecipa alla seconda parte dello spettacolo di Ficarra e Picone trasmesso da Canale 5 Ma chi ce lo doveva dire?. Nel 2007 esordisce come attrice nel film Il 7 e l’8 di Ficarra e Picone. Sempre nello stesso anno partecipa anche come ballerina per una notte alla quarta puntata della quarta edizione del reality show Ballando con le stelle, condotto da Milly Carlucci, su Rai Uno. Il 18 febbraio del 2009 affianca ...

Read More »

Etoile del mese di Cristiano Castaldi: Ekaterina Maximova e Vladimir Vasiliev

Ekaterina Maximova, Vladimir Vasiliev - Foto C. Castaldi

EKATERINA MAXIMOVA Ekaterina Maximova è una delle più popolari e amate ballerine russe del 20° secolo. Nata a Mosca il 1° febbraio 1939 ha studiato presso l’Istituto di Mosca sotto la direzione della ballerina Elisaveta Gerdt. Essendo una studentessa di talento eccezionale, fu presa al Bolshoi immediatamente, dove si diplomò nel 1958. La sua biografia creativa è indissolubilmente legata a quella di Vladimir Vasiliev. All’inizio della sua carriera al Bolshoi ha ballato alcuni piccoli ruoli come il pas de deux dei contadini in Giselle, Colombine nel Bronzo Horseman, la Belle Dance nel secondo atto della fontana di Bakhchisaraj. Successivamente sotto la guida di Galina Ulanova ha ballato il suo primo ruolo nel balletto Giselle nel 1960. Tuttavia il suo primo grande successo lo ebbe nel 1959 con il ruolo di Katerina nel balletto Il fiore di pietra. Qui avvenne il suo primo incontro con il coreografo Yuri Grigorovich da cui nacque una collaborazione durata 20 anni. Con lui ha ballato una serie di ruoli di spicco nella sue produzioni, in particolare il ruolo di Frigia nel balletto Spartacus e Clara nello Schiaccianoci. Altri ruoli principali durante il periodo al Bolshoi sono stati Kitri nel Don Chisciotte e Cenerentola nella versione della fiaba.  Ekaterina Maximova, ha assunto un ruolo attivo nello sviluppo ...

Read More »

Etoile del mese di Cristiano Castaldi: Lindsay Kemp

Lindsay Kemp - photo Cristiano Castaldi

Lindsay Kemp, nato sull’ Isola di Lewis e cresciuto nel nord dell’Inghilterra, sin dall’infanzia s’innamora della danza, del teatro, del cinema. Terminati gli studi al Bradford College of Arts, si trasferisce a Londra dove frequenta la scuola del Ballet Rambert, quindi si perfeziona con Sigurd Leeder, Charles Wiedman, Marcel Marceau e tanti altri. Lavora in varie compagnie di danza, teatro, teatro-danza, cabaret, musical, mimo, ecc. Infine, nel 1962, forma la sua prima compagnia, la The Lindsay Kemp Dance Mime Company. Verso la fine degli anni sessanta continua a sviluppare la propria sintesi fra diversi linguaggi teatrali privilegiando un approccio personale ed innovativo alla danza e al teatro, così nel 1968-1969 nasce la prima produzione di Flowers… una pantomima per Jean Gênet. Durante gli anni vissuti ad Edimburgo (1966-1970) crea per una nuova compagnia le opere Turquoise Pantomime, Crimson Pantomime e Legend. Nel 1974 debutta con una nuova versione di Flowers in un piccolo teatro londinese ottenendo un tale successo che quasi subito deve trasferirsi in un teatro più grande, poi al West End, infine, dopo mesi di trionfo assoluto, a New York On Broadway. Ha così inizio un ventennio ricchissimo di successi che porta Kemp e la sua compagnia in ogni ...

Read More »

Etoile del mese di Cristiano Castaldi: Giuseppe Picone

Giuseppe Picone-foto Cristiano Castaldi

GIUSEPPE PICONE è nato a Napoli, nel 1976. A nove anni entra nella Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, a dodici è scelto da Carla Fracci per interpretare il ruolo del giovane Nijinsky nell’omonimo balletto di Beppe Menegatti. Prosegue gli studi presso l’Accademia Nazionale di Roma, vincendo i Concorsi di Rieti e Positano. A sedici anni è invitato come solista da Pierre Lacotte al Ballet National de Nancy debuttando nel ruolo di Petrushka, cui seguono La Sonnambula di Balanchine, Paquita di Petipa e L’Ombre dello stesso Lacotte. Nel 1993 entra a far parte dell’English National Ballett di Londra, con cui rimane fino al 1997, subito dopo raggiunge l’American Ballet Theatre di New York, debuttando in Cenerentola di Ben Stevenson, guadagnandosi il plauso di Anne Kisselgoff, decana dei critici di danza statunitensi. Ha interpretato i ruoli principali nei balletti più importanti del repertorio classico: Giselle, Il Lago dei Cigni, Cenerentola, Romeo e Giulietta, Lo Schiaccianoci, La Bayadère, Etude, Onegin, Gaité Parisienne, Les Patineurs, Variation for Four, La Bella Addormentata, Raymonda, Don Chisciotte. Giuseppe Picone negli scatti d’autore di Cristiano Castaldi   [slideshow auto=”on” thumbs=”on”]     Foto Copyright Cristiano Castaldi

Read More »

Etoile del mese di Cristiano Castaldi: Alicia Amatriain

Amatriain-Ortega-photo C. Castaldi

Alicia Amatriain è nata a San Sebastian, in Spagna, dove ha ricevuto la sua prima formazione coreutica. Successivamente ha frequentato la John Cranko Schule di Stoccarda diplomandosi nel 1998. Nel 1998 è entrata alla scuola del Balletto di Stoccarda.  Nel 1999  fa parte del  Corpo di Ballo. Nel 2000 diventa solista e nel 2002 viene promossa al ruolo di principal dancer. Per la sua interpretazione di Lulu, Alicia Amatriain è stata nominata dai critici delle riviste Ballettanz e Danza Europa  “ballerina eccezionale” nella stagione 2003/04. Nel febbraio 2006 ha ricevuto il Premio Danza Tedesca “Zukunft” 2006 (“Future” 2006) e il Premio Revelación nella sua città natale di San Sebastian. Nel 2008 vince il Premio Danza & Danza. Nel luglio 2009 le viene è stato assegnato il premio internazionale ApuliArte. Alicia Amatriain  collabora con Renato Arismendi, coach per il repertorio classico. È invitata come ospite in  spettacoli di gala internazionali dove   danza con ballerini di fama internazionale come Giuseppe Picone, Joel Carreño e Roberto Bolle. Nel 2005 ha ballato in numerosi spettacoli come guest star: Giulietta e Romeo di Derek Deane e Giulietta al Royal Albert Hall, Londra. Ha anche interpretato il ruolo principale in Giselle con il Balletto Nazionale di Cuba, Tatjana ...

Read More »

La firma di Cristiano Castaldi per l’edizione 2013 di “Etoile del mese”

Cristiano Castaldi

Come di consueto, l’inizio di un nuovo anno  segna per il giornaledelladanza.com l’apertura a nuovi orizzonti e l’avvicendarsi di grandi nomi del professionismo di danza in vari ambiti. Quest’anno, la rubrica “Etoile del mese” sarà curata da un nome affermato nel panorama contemporaneo della fotografia di danza: Cristiano Castaldi. Fotografo specializzato nel settore della danza dal 1986, Cristiano Castaldi ha nel suo archivio i più grandi nomi della danza mondiale. Le sue foto sono state pubblicate su note riviste di settore e diversi quotidiani. Dal 1989 espone in spazi pubblici e privati e nei più importanti festival di danza nazionali ed internazionali. Numerose le sue esposizioni in vari teatri e manifestazioni in tutta Italia: a Orvieto, nel 1989, al Teatro Mancinelli, in una personale dal titolo “Claustrofilia”; a Rieti, nel 1992, durante la Settimana Internazionale della Danza; al Teatro Tenda di Roma, nel 1993, in occasione della rassegna di danza “Plateaestate”, organizzata da Vittoria Ottolenghi. Nello stesso anno riceve il “Premio Positano Positano Léonide Massine per l’Arte della Danza” con la direzione artistica del Maestro Alberto Testa, il più alto riconoscimento per un fotografo operante nel settore della danza. Nel 1994 espone una personale dal titolo “Il Graffio Cromatico”, al Centro Danza ...

Read More »

Etoile del mese di Paolo Bonciani: Svetlana Zakharova

Svetlana Zakharova - Foto di Paolo Bonciani

Nata a Lutsk in Ucraina, ha iniziato a studiare danza, soprattutto folkloristica, in una scuola locale; a dieci anni è stata ammessa alla scuola coreografica di Kiev, dove ha seguito gli insegnamenti di Valeria Sulegina. Nel 1995 ha partecipato al Concorso Internazionale per Giovani Ballerini di San Pietroburgo, ottenendo il secondo premio. In seguito ha continuato la sua formazione all’Accademia  Vaganova di San Pietroburgo dove, invece di essere ammessa al secondo corso, è subito entrata al terzo: nella classe del diploma (quella diretta da Elena Evteeva, emerita ballerina del Kirov). Ancora studentessa, ha interpretato il Regno delle Ombre in La bayadère, Maša in Lo schiaccianoci, la Regina delle Driadi in Don Chisciotte e La morte del cigno sul palcoscenico del Teatro Mariinskij. Nel giugno 1996 si è diplomata danzando il Čajkovskij pas de deux di Balanchine ed è subito entrata a far parte del Balletto del Teatro Mariinskij-Kirov. Un anno dopo è stata nominata Prima Ballerina. Il suo vasto repertorio al Kirov, costruito sotto la giuda di Olga Moiseeva, includeva i ruoli protagonisti in: Giselle, La Bella addormentata, Il lago dei cigni,La bayadère, Don Chisciotte, Il corsaro, Les Sylphides, La fontana di Bakhchisaraj (nella versione di Rostislav Zacharov), Shéhérazade e Romeo e Giulietta (nella versione di Leonid Lavrovskij),L’histoire de Manon (Kenneth MacMillan), Etudes (Harald Lander). Tra i balletti di George Balanchine ...

Read More »

Etoile del mese di Paolo Bonciani: Luciana Savignano

Luciana Savignano - Foto© Paolo Bonciani

  Luciana Savignano, ballerina italiana, si forma presso la Scuola di Ballo della Scala di Milano nella quale si diploma in seguito ad un periodo di perfezionamento al Teatro Bol’šoj di Mosca. Nel 1968 Mario Pistoni la sceglie come ballerina solista per il Mandarino Meraviglioso, su musica di Béla Bartók, con il quale ottiene la consacrazione nel mondo della danza. Nel 1972 diventa prima ballerina alla Scala e Maurice Béjart la invita nella compagnia Du XXème siècle dove interpreta la Nona Sinfonia; in seguito Béjart crea per lei Leda e il Cigno e Ce que l’amour me dit con Jorge Donn.Interpreta inoltre Romeo e Giulietta, Buaki, Il Bolero, Il Lago dei Cigni, La Bisbetica Domata e Cinderella. Nel 1994 Maurice Béjart la fa danzare ne La Voce tratta da La Voix Humaine di J. Cocteau. Nello stesso anno diviene ballerina negli spettacoli A la memoire (Mahler), Carmina Burana (Orff) e inOrfeo (Stravinsky). Dal 1995 collabora con la coreografa Susanna Beltrami con la quale ha fondato nel 1998 la Compagnia Pier Lombardo Danza. Dal 2009 è uno dei giudici del talent show di Rai 2 Italian Academy 2.   ________________________________________________________________________________ “Io non sono una ballerina, ma un essere che ha bisogno di esprimersi danzando” ________________________________________________________________________________   Luciana Savignano negli scatti d’autore di PAOLO BONCIANI [slideshow auto=”on” thumbs=”on”]     Foto Copyright Paolo Bonciani

Read More »

Etoile del mese di Paolo Bonciani: Carla Fracci

Carla Fracci - foto di Paolo Bonciani

Carla Fracci è una ballerina italiana. Inizia i suoi studi alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala con Vera Volkova ed altri coreografi, diplomandosi nel 1954. Dopo solo due anni diviene danzatrice solista, quindi prima ballerina nel 1958. Da quell’anno le sue apparizioni sono state numerosissime. Tra la fine degli anni cinquanta e durante gli anni settanta danza con alcune importanti compagnie straniere quali il London Festival Ballet, il Royal Ballet, lo Stuttgart Ballet e il Royal Swedish Ballet. Dal 1967 è tra le artisti ospiti più apprezzate dell’American Ballet Theatre. La sua notorietà si lega alle interpretazioni di ruoli romantici e drammatici quali Giselle, La Sylphide, Giulietta, Swanilda, Francesca da Rimini. Ha danzato con i migliori ballerini tra cui Rudolf Nureyev, Vladimir Vasiliev, Henning  Kronstam, Mikhail Baryshnikov, Erik Bruhn, Gheorghe Iancu, Giuseppe Picone, Roberto Bolle. La Giselle danzata con Bruhn è indimenticabile e ne viene tratto un film nel 1969. Altrettanta fama le viene dal cimentarsi in opere contemporanee quali Medea, Concerto barocco, Les demoiselles de la nuit, Il gabbiano, Pelléas et Mélisande, Il fiore di pietra. Il marito e regista Beppe Menegatti cura la regia di quasi tutte le creazioni da lei interpretate e ne cura scrupolosamente l’immagine mediatica. Nel 1982, è protagonista di una fiction televisiva: compare infatti nello sceneggiato RAI, diretto da Renato Castellani, Verdi, dove interpreta il ruolo di Giuseppina Strepponi. Alla fine degli anni ottanta dirige il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli. ...

Read More »

Etoile del mese di Paolo Bonciani: Carla Fracci

Carla Fracci - foto di Paolo Bonciani

Carla Fracci è una ballerina italiana. Inizia i suoi studi alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala con Vera Volkova ed altri coreografi, diplomandosi nel 1954. Dopo solo due anni diviene danzatrice solista, quindi prima ballerina nel 1958. Da quell’anno le sue apparizioni sono state numerosissime. Tra la fine degli anni cinquanta e durante gli anni settanta danza con alcune importanti compagnie straniere quali il London Festival Ballet, il Royal Ballet, lo Stuttgart Ballet e il Royal Swedish Ballet. Dal 1967 è tra le artiste ospiti più apprezzate dell’American Ballet Theatre. La sua notorietà si lega alle interpretazioni di ruoli romantici e drammatici quali Giselle, La Sylphide, Giulietta, Swanilda, Francesca da Rimini. Ha danzato con i migliori ballerini tra cui Rudolf Nureyev, Vladimir Vasiliev, Henning  Kronstam, Mikhail Baryshnikov, Erik Bruhn, Gheorghe Iancu, Giuseppe Picone, Roberto Bolle. LaGiselle danzata con Bruhn è indimenticabile e ne viene tratto un film nel 1969. Altrettanta fama le viene dal cimentarsi in opere contemporanee quali Medea,Concerto barocco, Les demoiselles de la nuit, Il gabbiano, Pelléas et Mélisande, Il fiore di pietra. Il marito e regista Beppe Menegatti cura la regia di quasi tutte le creazioni da lei interpretate e ne cura scrupolosamente l’immagine mediatica. Nel 1982, è protagonista di una fiction televisiva: compare infatti nello sceneggiato RAI, diretto da Renato Castellani, Verdi, dove interpreta il ruolo di Giuseppina Strepponi. Alla fine degli anni ottanta dirige il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di ...

Read More »