Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Jan Martens

Tag Archives: Jan Martens

A maggio torna Interplay Festival a Torino

INTERPLAY è il festival che in primavera, quest’anno dal 6 al 30 maggio, porta a Torino e dintorni (Moncalieri e Collegno in primis) compagnie e danz’autori da tutto il mondo, selezionando il meglio della nuova scena contemporanea, e che sostiene in modo particolare le giovani promesse della danza contemporanea, attraverso i più importanti network nazionali e i progetti di supporto e promozione. Nella diversità delle poetiche, delle urgenze artistiche, anche quest’anno Interplay porterà in scena la complessità del vivere contemporaneo, attraverso un dialogo interculturale con artisti, danzatori, musicisti, video maker provenienti da 12 paesi europei ed extra-europei. Quest’anno saranno presenti 20 compagnie, 11 italiane e 9 straniere. E per la prima volta, Interplay si apre al bacino del mediterraneo, con una sezione del festival dedicata alle compagnie provenienti da diversi paesi arabi. Protagonisti di questo progetto saranno i libanesi Guy Nader con TTTTTT, sintesi di “Time Takes The Time Time Takes”, per 5 interpreti; e Bassam Abou Diab con lo struggente UNDER THE FLESH; e il tunisino Hamdi Dridi, in TU MEUR(S) DE TERRE, una danza della memoria, quella del padre scomparso. Tra gli italiani, da segnalare In girum imus nocte et consumimur igni di Roberto Castello il 19 maggio all’Astra di Torino; il bel Prometeo:Il Dono di Simona Bertozzi alla Lavanderia a ...

Read More »

Omaggio al movimento e racconto della società moderna con “Ode to the attempt”

Il 7 novembre 2015, all’interno di di Romaeuropa Festival, il Teatro India di Roma ospita il coreografo belga/olandese Jan Martens con Ode to the attempt, su musica del musicista e compositore statunitense Steve Reich. Formatosi a Fontys Dance Academy di Tilburg e diplomato a Artesis Conservatory for Dance di Anversa, Martens è oggi in residenza artistica presso International Choreographic Arts Centre di Amsterdam, dove esplora i dogmi cinetici esistenti e li inserisce in un contesto diverso, dando vita a nuovi linguaggi che esprimano al meglio i suoi concetti e le sue idee. Con Ode to the attempt, il coreografo crea un assolo per se stesso, portando in scena una sorta di autoritratto che unisce parti della sua vita privata e lavorativa, la società in cui vive e la generazione a cui appartiene, che comunica quasi esclusivamente attraverso strumenti virtuali (come computer e smartphone), ormai quasi un prolungamento del loro corpo. L’assolo, provocatorio, fisico, ed estremamente divertente, si trasforma in un omaggio al movimento, nell’eccentrico tentativo di decostruire il processo creativo, ricostruendo qualcosa di nuovo e diverso, in cui le nuove generazioni possano rispecchiarsi e comprenderne il significato. ORARI & INFO 7 novembre 2015 – ore 19.00 Teatro India Lungotevere Vittorio ...

Read More »

Romaeuropa 2015: tutti gli appuntamenti di danza!

Teatro, danza, circo contemporaneo, arte, tecnologia e musica, queste le arti protagoniste dei cinquanta appuntamenti di Romaeuropa Festival, giunto al trentesimo anniversario, che dal 23 settembre all’8 dicembre 2015 avrà come filo conduttore la parola-tema RiCreazione. In programma venti creazioni in prima italiana, per 75 giorni di Festival nei quali oltre 300 artisti da 21 paesi racconteranno le trasformazioni del mondo contemporaneo attraverso i loro sguardi in 14 diversi spazi di Roma. Tra tutti questi numeri, ecco gli appuntamenti da non perdere per la danza… Ad aprire la sezione il 29 e 30 settembre alle 21 al Teatro Argentina la Compagnie Maguy Marin con May B., già in scena per altri palcoscenici italiani, ma da non perdere, se ancora non l’avete visto. Dal 30 settembre al 3 ottobre al Teatro Vascello uno sguardo al limite in Nos Limites di Radhouane El Meddeb, Matias Pilet e Alexandre Fournier, che ci preparano al raffinato capolavoro Vortex Temporum di Anne Teresa de Keersmaeker, all’Argentina il 2 e 3 ottobre, che diventa evento “sfacciatamente romantico” il 4 ottobre con Verklärte Nacht. Il mese di ottobre continua poi a vedere in scena grandi nomi della coreografia contemporanea, con la compagnia di Russell Maliphant in scena ...

Read More »

Al via l’edizione 2013 del Gender Bender Festival, dedicato alla promozione dei diritti e libertà delle persone LGBT

  “Il pelo nell’uovo” è il titolo dell’11° edizione del festival dedicato all’identità di genere e orientamento sessuale nella cultura e nelle arti contemporanee che avrà inizio sabato 26 ottobre a Bologna. Realizzata con il patrocinio di Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna, Alliançe Fraçaise Bologna e con il contributo di Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna – Settore Sistema culturale, Giovani e Università, Provincia di Bologna, KLM Royal Dutch Airlines e Coop Adriatica, la manifestazione è promossa da Il Cassero Gay Lesbian Center, associazione che da trent’anni realizza progetti in campo culturale, artistico, politico e sociale volti a promuovere la cultura dei diritti e delle libertà civili per le persone gay, lesbiche e transessuali. Ideato e diretto da Daniele del Pozzo, Gender Bender rappresenta un’occasione per vedere all’opera artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo (Belgio, Spagna, Paesi Bassi, Croazia, Italia, Stati Uniti, Irlanda, Francia, Gran Bretagna, Germania, Australia, Hong Kong, Argentina, Filippine, Taiwan). Con 25 anteprime nazionali, 23 film e documentari, 22 repliche di spettacoli, 3 mostre, 5 party, 19 incontri e 6 concerti, l’edizione 2013 di Gender Bender si svolgerà dal 26 ottobre al 2 novembre; la danza sarà una delle protagoniste del festival e vedrà la partecipazione di Emio Greco, che presenterà in prima nazionale la sua creazione Rocco.A Dark Full Ride, Jan Martens, che offrirà in prima nazionale il suo ...

Read More »

Berlino e l’arte: Tanz im August

Berlino e l’arte sono in continuo evolversi e la magia di questa città aumenta quando in agosto pullula di danzatori e le strade della città vengono adibite a palchi per gli artisti che mostrano al pubblico il meglio della scena mondiale. Tanz im August è una delle più importanti vetrine della danza contemporanea in Europa e la più grande festa annuale del genere in Germania, per circa due settimane e mezzo in varie sedi di Berlino vengono presentati molti dei nuovi lavori della danza internazionale . Anche quest’anno ballerini e coreografi animeranno la città di Berlino con più di 30 produzioni internazionali rappresentate in location differenti. Uno dei temi di quest’anno è il rapporto tra linguaggio e movimento, il linguaggio inteso non solo come mezzo di narrazione, ma come impulso sonoro, scintilla e ispirazione al movimento. La parola, scritta o parlata che sia, è protagonista in numerose rappresentazioni. Il pubblico di Tanz im August è invitato a partecipare a seminari e discussioni con i rispettivi direttori artistici offerti insieme a tour degli impianti. Sono previsti inoltre Open days of work e workshop sia gratuiti che a pagamento. L’apertura sarà con due esponenti della danza postmoderna, Trisha Brown e Steve Paxton ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi