Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Loredana Furno

Tag Archives: Loredana Furno

Il Balletto Teatro di Torino in scena a Heerlen, Olanda, per lo Schrittmacher Festival

Il prossimo 3 aprile il Balletto Teatro di Torino sarà a Heerlen, in Olanda per lo Schrittmacher Festival. L’invito alla formazione torinese fondata da Loredana Furno e diretta oggi da Viola Scaglione arriva da uno dei più attivi festival dell’Olanda che ospita in questa edizione alcune delle più prestigiose compagnie internazionali, tra cui Dada Masilo con la sua compagnia, la Batsheva Dance Company – The Young Ensemble, l’NDT 1, la Sao Paulo Compagnia de Danca, la Carolyn Carlson Company, Yin Yue Dance Company e tra le italiane, la Spellbound Contemporary e il Balletto di Roma. La Compagnia torinese presenterà “DOCUMENT”, un lavoro firmato da due artisti assai noti nel mondo del contemporaneo, gli olandesi Ivgi&Greben che proprio in questi giorni stanno lavorando alla produzione negli studi torinesi del BTT. Tra gli autori che firmano la produzione da segnalare la presenza del light designer Yaron Abulafia. Ancora in programma, in un coinvolgente crescendo di leggerezza e ironia TIMELINE e BALERA, due creazioni per il BTT del 2018, firmate rispettivamente da Ella Rothschild e Andrea Costanzo Martini, due artisti di area israeliana, che hanno scelto di condividere alcuni momenti di creatività con la storica Compagnia torinese. DOCUMENT sarà presentato a Torino, grazie ...

Read More »

Una questione di sensibilità: intervista a Massimo Leanti

  Massimo Leanti nasce a Torino dove comincia a studiare danza con Don Marasigan per la tecnica Jazz, con Ileana Iliescu, Joan Bosiok e Giulio Cantello per la tecnica classica, arricchendo poi la propria formazione presso il “Joe Tremaine Dance Center” e presso l’“EDGE Studio di Hollywood CA”. Partecipa a numerosi workshop con insegnanti di fama internazionale tra cui Luigi, Cloude Thompson, Alex Magno, Wes Veldink. Intraprende la carriera di insegnante di Modern Jazz a partire dal 1988 presso la scuola del Teatro di Torino sotto la direzione artistica di Loredana Furno, dove rimane per tre anni. Nel 1991 si trasferisce a Ravenna dove apre la scuola “Progetto Danza” cominciando parallelamente a sviluppare l’interesse per la coreografia che lo porta a partecipare e vincere innumerevoli concorsi. Vittoria Ottolenghi lo chiama ospite nel 1997 all’Estate Fiesolana e a “Ballo è bello” presso il Teatro di Comacchio. Nel 2000 presso il “Todi Festival”. Nel frattempo, nel 1998, crea una coreografia per i Percussionisti della Scala, nell’ambito della manifestazione “Ravenna Festival”. Per il M.A.S di Milano, Accademia all’epoca diretta da Susanna Beltrami per la quale lavora dal 1998 al 2000, crea il suo primo spettacolo coreografato dal titolo “Wo-man” presentato a Roma al ...

Read More »

Senza “storia” siamo persi: intervista a Ioulia Sofina

Senza “storia” siamo persi: intervista a Ioulia Sofina

  Ioulia Sofina nasce in Russia a Syktyvkar, dove all’età di nove anni supera l’audizione e inizia a studiare danza nell’Istituto Professionale “Scuola Coreografica Statale della Repubblica Komi”, all’epoca succursale dell’Accademia di Leningrado. Oltre la danza frequenta la scuola d’obbligo per i ragazzi dotati con l’indirizzo scientifico (fisica elementare e matematica superiore) dove supera l’esame di maturità nel 1988. Diplomandosi come ballerina professionista superando l’esame tecnico ed artistico previsto dal Ministero dell’Istruzione Professionale Specifica (scuola Vaganova) ottiene, in più, nel 1990, il secondo diploma specifico (con il massimo dei voti) dal Liceo della Cultura come insegnante delle discipline coreutiche. Studia pianoforte e musica oltre all’arte del disegno. Si interessa alla storia del costume scenico e all’arte della scenografia. Decide di perfezionare il suo livello professionale e, nel 1991, superando una severa selezione, inizia la sua formazione presso l’Università Statale degli Studi della Cultura e delle Arti di San Pietroburgo (cattedra della danza diretta dal professore Boris Bregvadze) con i docenti Seriognikova, Zviaghin, Vagabov, Bregvedze. Durante quattro anni di intenso studio apprende varie discipline sia generiche sia specialistiche. Nel 1995 si laurea con il titolo “Coreografa e maestra di ballo (maitre du ballet)”, con il quale conferma il suo diritto ad ...

Read More »

Queen of the Drums: intervista ad Aziza

Queen of the Drums: intervista ad Aziza

  Danzatrice, master teacher e coreografa, Aziza (presidente dell’ASD/APS “Centro Studi di Danza Musica e Cultura Orientale AZIZA®”) ha dedicato la sua vita alla danza. Da ormai più di vent’anni è divenuta un punto di riferimento per la danza orientale in Italia e all’estero. Il primo grande passo verso questa carriera l’ha mosso a New York, dove è stata esaminata dal Maestro Ibrahim Farrah. I suoi orizzonti nell’apprendimento sono sempre stati molto ampi: studiando con i più grandi maestri mondiali ha acquisito il suo inconfondibile stile. Una delle figure più importanti per la sua carriera artistica è stato ed è attualmente il Dr. Mo Geddawi, considerato il suo “padre artistico”, che le ha recentemente attribuito il titolo di “Queen of the Drums”, a sottolineare la sua inimitabile energia nell’interpretazione del drum solo. Aziza è un’artista poliedrica, è stata ospite dei maggiori Festival mondiali in tutti i continenti: Argentina, Brasile, Corea, Francia, Spagna, Svizzera, Slovenia, Repubblica Ceca, Germania… In Italia tiene percorsi professionali in molte scuole e ha creato il format del corso per insegnanti certificate dal Centro Aziza. Da molti anni è l’unica Master Teacher italiana al celebre Festival Ahlan wa Sahlan de Il Cairo, organizzato da M.me Raqia Hassan ...

Read More »

Danza alla Fortezza del Priamar – XI Rassegna Internazionale

Danza alla Fortezza del Priamar - XI Rassegna Internazionale

  Dal 19 al 31 luglio torna la danza alla Fortezza del Priamar di Savona che ospita anche quest’anno una rassegna che tocca, nel 2016, l’importante traguardo dell’undicesima edizione. Tre gli appuntamenti in programma, assolutamente variegati tra loro per stile e discipline. Apre la rassegna martedì 19 Luglio la Compagnia JAS ART BALLET con un divertente e spiritoso balletto “Il mantello di pelle di drago” che vede la partecipazione dell’étoile Sabrina Brazzo, nel brillante ruolo di ‘Fata Regina’, protagonista carismatica accanto ad Andrea Volpintesta, suo partner storico. Il lavoro è firmato da Massimiliano Volpini, coreografo scaligero che ha recentemente debuttato al Teatro Alla Scala con una nuova coreografia creata per Roberto Bolle. Lo spettacolo immaginifico e fiabesco è incentrato sulla presenza di Sabrina Brazzo, spiritosa Fata Regina, affiancata da Andrea Volpintesta nel ruolo del Diavolo; tutto attorno un folto stuolo di folletti, spiritelli e personaggi abbigliati dai fantasiosi costumi in pelle, di Erika Carretta. La rassegna ospita poi un appuntamento internazionale dedicato ai molti appassionati del genere. La COMPAGNIA BUENOS AIRES TANGO presenta Domenica 24 luglio TANGO, historias de amor. La musica dal vivo è il supporto di una serata dove ballerini e musicisti ci conducono in un viaggio attraverso i sobborghi ...

Read More »

“In Chopin”: la danza tra storie d’amore e solitudine

Sono tanti i sentimenti espressi attraverso i passi di danza presenti nella pièce In Chopin, creazione per i sei danzatori del Balletto Teatro di Torino diretto da Loredana Furno. Nel comporre la coreografia Marco De Alteriis contrappone alle note di Chopin dolci o suadenti, brillanti o melanconiche, ma sempre classiche, una tecnica contemporanea graffiante, dove i danzatori lasciano esprimere il loro sentire attraverso l’ampiezza e la fisicità del movimento, facendosi trasportare in una dimensione immaginaria che sta al di sopra del rapporto che si instaura tra pubblico e spettatore in sala. La coreografia parla di storie d’amore ma anche di solitudine, voglia di cercarsi e di scoprirsi. La semplicità di uno sguardo, il calore degli abbracci e la musica accompagnano i danzatori a vivere realmente quello che accade in scena creando un’atmosfera intima e coinvolgente. Una coreografia toccante e forte, in grado di smuovere gli animi. ORARI & INFO 31 gennaio ore 18.00 Teatro del Lido di Ostia Via delle Sirene 22 Ostia promozione@teatrodellido.it www.teatrodellido.it   www.giornaledelladanza.com Foto di Marco Poli  

Read More »

Acqui in Palcoscenico tra grandi compositori, talenti italiani affermati, e non (ancora)

Il Festival Acqui in Palcoscenico, nato come modo per valorizzare il turismo, soprattutto quello termale, negli anni è diventato un appuntamento importante, giunto quest’anno alla trentaduesima edizione, ancora per la direzione artistica di Loredana Furno. Quest’anno, in occasione di Expo, i palcoscenici si allargano ad altri centri, fino alla Cittadella di Alessandria, altra location coinvolta dal 3 al 31 luglio negli spettacoli di compagnie di diversa provenienza artistica (e geografica), con una particolare attenzione anche alla danza contemporanea. Apre il Festival venerdì 3 luglio, Viva Verdi del Balletto di Milano, scelto per festeggiare il decennale della costruzione del Teatro Aperto Giuseppe Verdi, costruito dalla pubblica amministrazione per ospitare gli spettacoli del Festival. Una scelta azzeccata, dato che il balletto combina alla bella danza della compagnia milanese le più belle e celebri musiche verdiane. Altro appuntamento dedicato a Verdi quello del 19 luglio con la compagnia Opus Ballet, che presenta una nuova contemporanea rivisitazione di un immortale testo shakespeariano: Otello per la coreografia di Adriana Benedetti sulle note musiche tratte dall’omonima opera di Verdi, appunto. Una storia con un finale tragico, proprio come quella della serata del 12 luglio, firmata Eko Dance International Project, compagnia che porta in scena Non solo Carmen…donne ...

Read More »

Itzik Galili e il Balletto di Torino in scena alla Lavanderia a Vapore

Questa sera e domani alle 21.00, alla Lavanderia a Vapore di Collegno, va in scena un’altra tappa del progetto I maestri della coreografia contemporanea del Balletto di Torino, che porta in scena due titoli del coreografo israeliano Itzik Galili, titoli riuniti entrambi sotto il tema che dà il nome alla serata: Quasi una fantasia. Itzik Galili, direttore artistico fino al 2008 del NND / Galili Dance e co -fondatore di Dansgroep Amsterdam, è prima di tutto un coreografo con una foltissima serie di collaborazioni internazionali molto importanti (ha creato coreografie e lavorato, tra gli altri, con Stoccarda Ballet , Ballets de Monte Carlo , Bayerisches Staatsballett di Monaco, Batsheva Dance Company, Scapino Ballet, Rambert Dance Company, English National Ballet…), affermatosi grazie alla sua capacità di esplorare diversi punti di vista, non solo sulla storia portata in scena, sui sentimenti portati in scena, ma anche sulla danza stessa e attraverso la danza stessa. Un lavoro che porta alla luce una serie di emozioni viste in una chiave inedita, e non a caso parliamo di “portare alla luce”, perché afferma il coreografo stesso: “Attraverso la sua magia, l’illuminazione può toccare il nostro io interiore costantemente dirigendo a ri-orientare il nostro punto di ...

Read More »

“Quasi una fantasia”: il binomio introspettivo di un maestro della coreografia contemporanea

Prosegue il percorso di rinnovamento del Balletto Teatro di Torino diretto da Loredana Furno. Dopo il debutto di Vapore Corporeo del giovane coreografo italiano Antonello Tudisco, la compagnia torinese interpreterà, in esclusiva per l’Italia, il 20 e 21 febbraio 2015, presenterà Quasi una fantasia, una produzione BTT in collaborazione con l’Ambasciata israeliana di Roma. In scena i danzatori Marco De Alteriis, Kristin Furnes, Daniel Flores Pardo, Manolo Perazzi, Silvia Sisto, Viola Scaglione. Lo spettacolo, realizzato con il patrocinio e il contributo dell’Ufficio Culturale dell’Ambasciata d’Israele in Roma, include due creazioni storiche (1997) del repertorio di ITZIK GALILI, il duo Fragile e Until.with/out.enough. In Fragile, su musiche di Gavin Bryars – Sub Rosa, con la codirezione artistica di  Elisabeth Gibiat, il fulcro dell’azione scenica è un duetto, nella cui intimità, con la forza insita nell’apparente vulnerabilità, la donna riesce a far superare, al suo partner, le paure, le frustrazioni, le incertezze insite nell’uomo. Nella ricca coreografia di Until.With/Out.Enough, riecheggia la musica di Henryk Górecki  (Quasi Una Fantasia, String Quartet no. 2, Opus 64), formando percorsi dinamici di flusso e riflusso. L’azione coreografica si sviluppa in uno spazio chiuso, che esiste nella nostra mente. Ne nasce una fragile e sensibile fantasia oscura, malinconica ...

Read More »

“Valore Corporeo” la nuova creazione che inaugura la stagione della Lavanderia a Vapore di Torino

A partire da quest’anno il Balletto Teatro di Torino, diretto da Loredana Furno, abbandonata la caratteristica di compagnia d’Autore, apre a nuovi coreografi. Un nome prestigioso l’israeliano Itzik Galili, che ha concesso in esclusiva per l’Italia una sua creazione e due giovani autori, Marco De Alteriis ed Antonello Tudisco, che portano la loro esperienza nel lavoro del BTT, sono i coreografi delle tre nuove creazioni previste nel cartellone di quest’anno. Inaugura la serie delle produzioni “made in lavanderia” , venerdì 7 e sabato 8 novembre 2014, una creazione di Antonello Tudisco, giovane coreografo partenopeo. Tudisco entra in contatto con il Balletto Teatro di Torino nel 2013, durante la rassegna Teatri del Tempo Presente dove presenta Nefes/Respiro_every human being is an artist, ispirato all’opera dell’artista Joseph Beuys, spettacolo scelto per la stagione della Lavanderia a Vapore 2013/ 2014. Vaporeo Corporeo (prima esecuzione il 7 novembre 2014) è una coreografia che ripercorre la storia della Lavanderia a Vapore, segnata, dal concetto perenne della mutazione: da edificio monastico a luogo per la riabilitazione mentale e fisica e poi centro d’arte. Uno spazio quindi, per sua natura mutevole, che viene costruito dagli uomini e dagli uomini viene vissuto e contaminato. Il lavoro di Antonello ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi