Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Palcoscenico Danza

Tag Archives: Palcoscenico Danza

“Fiori di garza”: la poesia incontra la danza

Colore e bellezza. Fragilità e forza. Sono i fiori i prescelti dalla natura per rinascere da sé stessa. Così le donne di cui Fiori di garza canta le storie. Antiche e attualissime, intense. Combattono sfide e inseguono sogni, comunicano il mondo in cui credono e lo rendono possibile. Vincenti anche quelle il cui percorso sembra pieno di ombre. Fiori di garza è il nuovo spettacolo proposto dalla Stagione TPE per la rassegna “Palcoscenico Danza”, in scena sabato 23 marzo 2019 alla Lavanderia a Vapore di Collegno. Lo spettacolo nasce dall’incontro fra il progetto, la poesia e la voce di Laura Fusco e la coreografia e danza di Cristiana Casadio. La prima peculiarità di Fiori di garza, che la rende un’opera unica nel panorama delle creazioni coreutiche, è che è stato ideato da una poetessa. Lo spettacolo torna alle radici dell’Arte, quando la Poesia era orale, la Parola creava, la Danza era energia. Laura Fusco, non nuova a progettare inediti linguaggi e a contaminare, ne ha scritto il testo già con l’idea di farne uno spettacolo per danza. E dopo averlo scritto ne firma la regia e lo interpreta: farlo, per lei definita “erede dei bardi”, è estensione necessaria e naturale ...

Read More »

“MADE4YOU” E “VIAGGIO NELLA DANZA”: DUE SERATE CON GIOVANI TALENTI E I CLASSICI SECONDO MATS EK

Due appuntamenti da non perdere per chi segue la danza ed è attento ai nuovi talenti emergenti, ma anche per chi non ne sa nulla e vuole conoscerne l’abc partendo dai più celebri balletti romantici attualizzati da un grande come lo svedese Mats Ek. Sono quelli che TPE propone sabato 16 e domenica 17 febbraio 2019 al Teatro Astra per il cartellone di Palcoscenico Danza. Sabato 16 febbraio alle 21 è di scena Made4You 2019. Made4You è l’anima talent di Palcoscenico Danza, e quest’anno giunge alla sua quarta edizione. Ogni anno il direttore artistico Paolo Mohovich e Pompea Santoro individuano in una rosa di quattro nomi un coreografo italiano o europeo emergente, ma già riconosciuto nel campo della danza contemporanea formalista, dandogli la possibilità di creare con i danzatori dell’Eko Dance International Project e ricevere un aiuto economico alla produzione. Il vincitore 2019 è Fabio Liberti, coreografo e danzatore piemontese attivo da anni in Danimarca. Liberti ha presentato nell’edizione 2018 di Made4You il riuscitissimo Torque, lavoro rigoroso e di grande effetto che ha riscosso un notevole successo. Nell’ambito di un’edizione di Palcoscenico Danza particolarmente attenta alla creatività femminile, sono state inoltre selezionate per lo spettacolo le coreografe Barbara Gatto e ...

Read More »

“Ananke”: reinterpretazione del mito della necessità dell’armonia cosmica

Giovedì 3 marzo alle ore 21 al Teatro Astra, verrà presentato il terzo appuntamento di PALCOSCENICO DANZA 2018, ANANKE, con i danzatori di Palermo Danza, la coreografia di Lorand Zachar e la regia di Santina Franco. Nella mitologia greca Ananke è la personificazione del destino, è la forza che regola tutte le cose, è la necessità di un’armonia cosmica dell’universo di cui facciamo parte e che possiamo condizionare assai poco. Platone cita due forze cosmiche: Nous (la ragione) e Ananke (la necessità), che opera come una causa mutevole. Nella coreografia la figura di Diogene è interpretata da un attore che si assume il compito di “demitizzare” il mondo, confrontando le opinioni e le credenze erronee, sostituendole con convinzioni vere e attendibili. Il percorso si snoda attraverso vari quadri: Ananke e le Moire, il vaso di Pandora, Zeus e Ganimede, Icaro, Hermes, Era, Afrodite e Atena che si contendono il pomo della discordia. ORARI & INFO 3 marzo ore 21.00 Teatro Astra Via Rosolino Pilo 6 Torino fondazionetpe.it / @stagionetpe Tel: 011 563 43 52   www.giornaledelladanza.com

Read More »

“Made in Italy 16.0”: Agorà Coaching Project a Palcoscenico Danza

Agorà Coaching Project, giovane realtà da sempre sostenuta all’interno del cartellone di Palcoscenico Danza, presenta al Teatro Astra Made in Italy 16.0: tre coreografie firmate da Paolo Mohovich, Michele Merola e Gustavo Ramirez Sansano (rispettivamente Bach Éclat, O Fortuna, Flabbergast), caratterizzate dall’energia esplosiva e coinvolgente dei giovani interpreti della compagnia. Bach Éclat è una sorta di omaggio del coreografo Paolo Mohovich alla musica di Bach e in particolare ai Concerti Brandeburghesi, su alcuni dei quali è costruito il balletto: in diversi quadri indipendenti tra loro sono presenti la giocosità, l’intimità, la solennità e la dinamicità che si ritrovano anche nelle partiture. È come un percorso tra le stanze di un palazzo, nelle quali assistiamo a diverse scene di convivenza sociale, per finire in una sorta di divertissement finale ispirato al crescendo della musica stessa, ma anche alle prospettive di un immaginario labirinto. Con Flabbergast lo spirito latino si accende di combustione spontanea in questo pezzo eccentrico e gioioso sulla musica di Juan García Esquivel. Il coreografo Gustavo Ramírez Sansano svela con umorismo e ironia gli stereotipi spagnoli, presentando una coreografia che è energia pura, divertimento e voglia di vivere. Flabbergast è dedicata alla madre del coreografo, che gli ha insegnato a ballare il ...

Read More »

“Made in Italy 16.0”: tre coreografi per un unico progetto di danza

“Made in Italy 16.0”: tre coreografi per un unico progetto di danza

Il 9 febbraio 2017, nell’ambito di Palcoscenico Danza, al Teatro Astra di Torino andrà in scena Made in Italy 16.0. Protagonisti i danzatori di Agora Coaching Project, progetto di alto perfezionamento nella danza promosso e sostenuto dalla e dall’A.S.D Progetto Danza di Reggio Emilia, con la direzione artistica di Michele Merola ed Enrico Morelli. Giunto alla sua settima edizione, il corso ormai sta ottenendo pieno  riconoscimento nel mondo della danza europea e vanta collaborazioni con  docenti e coreografi di fama internazionale. Tanti nomi illustri si sono susseguiti in questi sei anni di lavoro, portando i ragazzi che hanno partecipato a questo progetto a danzare in compagnie internazionali. Il corso nasce infatti con la specifica intenzione di far incontrare i giovani danzatori selezionati con affermati coreografi di differente orientamento stilistico. Da questi incontri nascono gli spettacoli Made in Italy, contenitore in costante evoluzione dove trovano spazio di espressione i  diversi coreografi ospiti del corso. Il programma prevede Bach Eclat, coreografie di Paolo Mohovich, Flabbergast di Gustavo Ramirez Sansano e O Fortuna (estratto dai Carmina Burana) di Michele Merola. Bach Eclat è un omaggio del coreografo Paolo Mohovich alla musica di Bach e in particolare ai Concerti Brandeburghesi, su alcuni dei quali è costruito il ...

Read More »

“Palcoscenico Danza”: al via il 26 gennaio!

Inaugura giovedì 26 gennaio Palcoscenico Danza, la stagione dedicata all’arte coreutica inserita all’interno del cartellone di Fondazione TPE, con la direzione artistica di Paolo Mohovich. L’apertura della rassegna è affidata ad un importante ritorno sul palcoscenico del Teatro Astra di Torino: Aterballetto, la più importante compagnia di produzione italiana di danza, inaugura quest’edizione con un lavoro che è manifesto dello stile della compagnia, a cavallo tra innovazione e tradizione. Aterballetto, sotto la direzione artistica di Cristina Bozzolini, si pone l’obiettivo di proporre nuovi autori affiancandoli ad alcuni nomi di fama internazionale, offrendo un repertorio di danza formalista e di balletto contemporaneo. Per Palcoscenico Danza andranno in scena in una sola serata: il recente e apprezzatissimo lavoro dal titolo L’Eco dell’Acqua di Philippe Kratz, giovane coreografo nato in seno ad Aterballetto, che si rifà alla terribile vicenda dell’abbattimento di un aereo civile da parte di un missile militare nei cieli ucraini; 14’20’’ del grande Jiří Kylián, un pezzo sull’idea del tempo come invenzione degli esseri umani; Rain Dogs, uno dei capolavori di Johan Inger, recentemente insignito del Benois de la Danse come miglior coreografo, il “premio Oscar” della danza internazionale. Altri otto appuntamenti, sei dei quali in prima nazionale, compongo tra ...

Read More »

Aterballetto inaugura Palcoscenico Danza 2017 a Torino con un intenso trittico coreografico

Sarà Aterballetto il 26 gennaio ad inaugurare l’edizione 2017 della rassegna Palcoscenico Danza, al Teatro Astra di Torino, con un trittico di emozionanti e coinvolgenti coreografie, L’Eco dell’Acqua coreografia di Philippe Kratz, 14’20’’ coreografia di Jiří Kylián e Rain Dogs di Joahn Inger. Sempre a cavallo tra innovazione e tradizione, la compagnia diretta da Cristina Bozzolini si pone l’obiettivo di presentare nuovi autori affiancandoli a coreografi conosciuti a livello internazionale, creando quindi un repertorio eterogeneo che unisce il balletto alla danza contemporanea. L’Eco dell’Acqua, creata da Kratz, giovane coreografo nato in seno alla compagnia, su musiche di Federico Albanese, Jonny Greenwood, Howling, Arvo Pärt, Sufjan Stevens e The Haxan Cloak, prende spunto dalla recente vicenda dell’abbattimento di un aereo civile in Ucraina da parte di un missile militare per raccontare il passare del tempo, la precarietà della vita dell’uomo in questo mondo. 14’20’’ di Kylián, musica di Dirk Haubrich (basata su due temi di Gustav Mahler), prende il titolo dalla durata del pezzo e parla anch’essa del tempo, considerato invenzione degli esseri umani e condizionamento della nostra vita, e scandito da due brevissimi momenti, la nascita e la morte. Infine, Rain Dogs, uno dei capolavori di Inger, recentemente insignito del ...

Read More »

“Face Nord”: la compagnia Un Loup pour l’Homme esplora l’acrobazia e coinvolge il pubblico

Dopo il favoloso Appris par corps, il duo Un Loup pour l’Homme torna in Italia. Già protagonisti all’Auditorium di Roma nell’edizione 2007 di Metamorfosi – Festival di confine tra teatro e circo, il porteur francese Alexandre Fray e il volteggiatore Frédérick Arsenault, fondatori della Compagnia,portano a Torino la pièce Face Nord, all’interno della quale l’impegno della compagnia si amplia al di là del duo. Qui, quattro uomini esplorano una scrittura fatta di regole e giochi fisici, coinvolgendo il pubblico in un’esperienza che ritrova gli inizi dell’arte acrobatica nei giochi dell’infanzia. Proprio grazie alla loro arte circense, conquistano gli spettatori in un mondo senza gravità, dove tra salti e volteggi è possibile raccontare di tutto. La compagnia circense Un loup pour l’homme, nata nel 2005 dall’incontro tra i performer-acrobati Alexandre Fray e Frédérick Arsenault è impegnata a difendere una visione dell’umanità intesa come un insieme di esseri sociali, tanto diversi quanto dipendenti gli uni dagli altri. Innamorato della forza e della libertà, l’acrobata risulta eternamente alle prese con i suoi limiti; nella prova della sua relazione con l’altro, egli rivela tutta la grandezza e la debolezza della sua natura umana. Il confronto con diversi ostacoli, una volta liberatisi della vana tentazione di vincere, è ...

Read More »

Cala il sipario sul Balletto dell’Esperia dopo 13 anni di intensa e premiatissima attività

Spirano venti di cambiamento sulla città di Torino, venti, purtroppo forieri di novità non belle. Il Balletto dell’Esperia, dopo 13 anni di felicissima e premiatissima attività, chiude i battenti. La compagnia andrà in scena per l’ultima volta durante la serata inaugurale di Palcoscenico Danza, a dicembre al Teatro Astra di Torino e da quel momento cesserà di esistere in qualità di organo di produzione e compagnia stabile. La decisione di chiudere è stata, da parte del direttore artistico e fondatore Paolo Mohovich, particolarmente sofferta e meditata nel tempo, a dimostrazione della grande professionalità di un artista che fortissimamente crede nel proprio lavoro e nella dignità di un’arte che si nutre si di creatività ed energie ma anche di sovvenzioni precise e puntuali. La riflessione nasce spontanea: in un periodo di crisi, quale è il momento che stiamo attraversando, è giusto che proprio l’arte della danza, quella bella e di qualità, ne risenta per prima? E soprattutto, perché ci vanno di mezzo le realtà migliori? Quelle in cui ancora si anela alla bellezza vera piuttosto che quelle fatte di approssimazione, presunti artisti e personaggi di basso profilo? Il Balletto dell’Esperia nel corso dei suoi 13 anni di vita ha collezionato premi, ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi