Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Teatro dell’Arte di Milano

Tag Archives: Teatro dell’Arte di Milano

Danza, percezione di sé, fusione di stili e identità con “Higher” di Michele Rizzo

L’1 giugno 2018, il Teatro dell’Arte di Milano ospita Higher, ideazione e coreografia di Michele Rizzo, musiche di Lorenzo Senni, performer Juan Pablo Camara, Max Goran e Michele Rizzo, una produzione Frascati Theatre and ICK Amsterdam. Poliedrico performer italo-olandese, diplomato e ora docente presso School for New Dance Development di Amsterdam, sostenuto dal centro coreografico ICKamsterdam di Emio Greco, dal fondo olandese Amsterdam Fonds vor de Kunst e dal Teatro Frascati di Amsterdam, Rizzo crea un linguaggio che unisce varie discipline artistiche, tra cui musica e arti visive, incentrato su tematiche di natura ontologica, quali la definizione del proprio ruolo nel contesto socio-culturale e artistico, e la propriocezione psicofisica nello spazio virtuale e in quello architettonico, inteso come evento spazio-temporale nel quale avviene la percezione di se stessi. Risultato finale di una serie di laboratori che in oltre due anni ha coinvolto neofiti, danzatori professionisti (tra cui la Junior Company del Dutch National Ballet), e gli studenti dell’Accademia di Amsterdam, Higher racconta l’esperienza del clubbing e il suo preciso ruolo sociale, una sorta di liberazione individuale e collettiva. La collaborazione con Senni, nome di punta nella scena musicale elettronica internazionale, perfeziona il trasferimento di tale stile all’interno dello spazio teatrale, in ...

Read More »

Video art, danza e comunicazione con l’originale “Prisma” di Alessandro Sciarroni e Masbedo

L’11 e 12 aprile 2018, all’interno di Festival FOG Triennale Milano Performing Arts, il Teatro dell’Arte di Milano ospita Alessandro Sciarroni con la prima assoluta di Prisma, ideazione e regia di Sciarroni in collaborazione con i video artist Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni (Masbedo), fotografia Alice Schillaci, interpreti Anna Bragagnolo, Francesco Marilungo, Luana Milani, Matteo Ramponi, musiche Bright Eyes, Abul Mogard. Produzione Snaporazverein, In Between Art Film, Corpoceleste_C.C.00#. Attivo e apprezzato artista nel campo delle performing art e della ricerca teatrale, vincitore del Premio Europa Nuove Realtà Teatrali 2017, Sciarroni propone il suo nuovo progetto Prisma nato dalla collaborazione con il noto duo Masbedo, il cui lavoro è incentrato sullo studio delle relazioni tra immagini e società della comunicazione, e commissionato da FOG Triennale Milano Performing Arts e Fiera miart a preview della ventitreesima edizione della fiera dedicata all’arte moderna e contemporanea. La performance trae ispirazione da uno dei primi lavori del coreografo, Cowboys, che racconta la spersonalizzazione imposta dalla società odierna, attraverso l’uso di specchi collocati davanti al viso degli interpreti. L’elemento video inserito in Prisma interagisce con i corpi acefali dei performer che perdono definizione diventando schermate in movimento, e crea una rifrazione che si riverbera sugli specchi, ...

Read More »

Declinazione del movimento con “Pulcinella_Quartet” di Virgilio Sieni

Il 7 e 8 aprile 2018, all’interno di Festival FOG Triennale Milano Performing Arts, il Teatro dell’Arte di Milano ospita la compagnia Virgilio Sieni con Pulcinella_Quartet, creazione, regia e coreografia Virgilio Sieni, musica eseguita dal vivo dal percussionista e batterista Michele Rabbia, interpretazione e collaborazione Claudia Caldarano, Maurizio Giunti, Lisa Labatut e Davide Valrosso. Produzione Compagnia Virgilio Sieni / Centro di produzione nazionale sui linguaggi del corpo e della danza, in collaborazione con Fondazione Federica e Brunello Cucinelli, e Teatro Stabile dell’Umbria. Protagonista dell’ultimo lavoro di Sieni è Pulcinella, celebre maschera napoletana, archetipo di vitalità e irriverenza, personificazione comica dell’abbandono agli impulsi e della coesistenza di opposti. È al contempo imbroglione e generoso, umile servitore e guerriero in lotta per una vita migliore. Attorno a tale personaggio ruota la costruzione dell’intero spettacolo, una serie di coreografie basate sull’esplorazione e lo studio dei gesti istintivi e della postura umana nelle sue svariate possibilità di movimento, un confronto leggero con spazio e gravità, in un gioco di incontri, avvicinamenti e condivisioni. ORARI & INFO 7 aprile, ore 20.00 8 aprile, ore 16.00 Teatro dell’Arte via Emilio Alemagna, 6 20100 Milano (MI) Tel: +39 02 72434258 E-mail: info@triennale.org Stefania Napoli www.giornaledelladanza.com

Read More »

Azione performativa come momento di comunicazione con “Still” di Daniele Ninarello

Il 4 aprile 2018, in occasione di Festival internazionale FOG Triennale Milano Performing Arts aperto alla sperimentazione e alla curiosità culturale, il Teatro dell’Arte di Milano vede in scena Still, concept e coreografia Daniele Ninarello, drammaturgia Enrico Pitozzi, musica Dan Kinzelman, interpreti Marta Ciappina Pablo Andres Tapia Leyton  Alessio Scandale. Con il supporto di Prospettiva Danza Teatro, Bolzano Danza, Mosaico Danza / Interplay Festival, Grand Studio (BE), Armunia, Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival, CSC Centro per Scena Contemporanea, Fondazione Piemonte dal Vivo, Lavanderia a Vapore, creazione realizzata all’interno del progetto Residenze coreografiche Lavanderia a Vapore 3.0 / Piemonte dal Vivo. Dopo aver frequentato la Rotterdam Dance Academy, Ninnarello danza con famosi coreografi internazionali come Bruno Listopad, Meekers Uitgesprokendans e Virgilio Sieni. Dal 2007 conduce una propria ricerca coreografica e di movimento e presenta le sue apprezzate creazioni in Festival in Italia e all’estero. Nel 2012 è il coreografo italiano selezionato per partecipare al progetto internazionale di Residenza con i centri coreografici TROIS –Cl del Lussemburgo e Tanz Tendenz di Monaco ed è finalista al Premio Equilibrio Roma 2011. Still è un progetto interdisciplinare che nasce dalla volontà di ridefinire l’azione performativa e artistica restituendole la funzione di momento ...

Read More »

Olivier Dubois a Milano con il poetico ed energico “Les Mémoires d’un seigneur”

Il 16 e 17 marzo 2018, il Teatro dell’Arte di Milano ospita il Ballet du Nord con Les Mémoires d’un seigneur, creazione, testo e coreografie Olivier Dubois, musica François Caffenne, interprete Rémi Richaud con la partecipazione di quaranta interpreti maschili appositamente selezionati, estratti da Caligola di Albert Camus e da De morali principis institutione di Vincent de Beauvais, produzione Ballet du Nord – Centre Chorégraphique National de Roubaix Hauts-de-France, coproduzione Productiehuis Rotterdam-Rotterdamse Schouwburg. Direttore del Ballet du Nord dal 1° gennaio 2014, eletto dalla rivista Dance Europe uno dei venticinque migliori ballerini del mondo nel 2011, Dubois vanta una straordinaria esperienza che spazia dalla coreografia alla performance e all’insegnamento. Ha collaborato con acclamati coreografi e registi come Laura Simi, Karine Saporta, Angelin Preljocaj, Charles Cré-Ange, Cirque du Soleil, Jan Fabre, Dominique Boivin e Sasha Waltz e dal 2005 ha dato vita a un flusso costante di opere di successo. E’ un artista di indiscusso valore, interessato ad  ampliare costantemente i propri orizzonti, quindi accanto al lavoro di coreografo e performer, insegna e gestisce workshop per Compagnie e Scuole di danza internazionali tra cui Opera di Stato di Vienna, Scuola Nazionale di Danza di Atene, Opera Ballet Company del Cairo, Troubleyn ...

Read More »

Danza d’autore e impegno sociale a Milano con l’intenso “Kintsugi” di Giovanna Belloni

Il 1 marzo 2018, al Teatro dell’Arte di Milano andrà in scena l’intenso Kintsugi, progetto e regia Giovanna Belloni, coreografia Belloni e Daniele Ziglioli, interpreti Agnese Bargero, Giovanna Belloni, Simona Drago, Leonardo Moreno, Elena Valdetara, Daniele Ziglioli, musica Luciana Elizondo, in collaborazione con la compagnia di danza contemporanea Déjà Donné. La cultura giapponese identifica nei difetti, nelle crepe e nelle cicatrici momenti di bellezza, particolarità della storia e della sofferenza dell’uomo da valorizzare e non nascondere, nella convinzione che dall’imperfezione e da una ferita possano rinascere perfezione estetica e interiore. In conformità a tale idea nasce il Kintsugi antichissima arte giapponese, che utilizza oro liquido per riparare frammenti di manufatti in ceramica, creando oggetti preziosi e unici, saldati in intrecci di linee uniche e irripetibili. Ispirato alla medesima filosofia, lo spettacolo di Belloni vuole mostrare come una ferita e un dolore possano significare rinascita e nuova bellezza, e lo fa attraverso la danza, accompagnata dalla musica dal vivo della violista Elizondo. L’opera racconta in tre quadri le diverse tematiche esistenziali: il senso di abbandono, incomprensione ed emarginazione, l’Alzheimer e le fratture fisiche e dell’anima, l’invecchiamento del corpo e il suo continuo riadattarsi alla diverse fasi della vita. Sullo sfondo una scenografia ...

Read More »

Jérôme Bel racconta danza e danzatori con l’originale “Cédric Andrieux”

Dal 9 all’11 febbraio 2018, al Teatro dell’Arte di Milano il coreografo e regista francese Jérôme Bel presenta Cédric Andrieux, in coproduzione con Théâtre de la Ville, Festival d’Automne, R.B., Jérôme Bel, con il supporto di Centre National de la Danse, La Ménagerie de Verre, Baryshnikov Arts Center. Considerato uno degli esponenti più rilevanti della scena internazionale, dopo gli studi al Centre National de Danse Contemporaine di Angers e varie esperienze come danzatore, Bel si impone in tutto il mondo grazie al suo stile innovativo, permeato di sensibilità artistica e umana. Nel corso degli anni sviluppa un nuovo approccio alla pratica coreografica che coinvolge danzatori professionisti e amatoriali nella fase di creazione delle sue opere, attirando l’attenzione di importanti istituzioni come il MoMA di New York, il Centre Pompidou di Parigi e il Centro Pecci di Prato. Molto interessato alla personalità dei suoi ballerini, Bel realizza una serie di lavori con i loro nomi, tra questi Cédric Andrieux, interpretato da Cédric Andrieux, ex allievo del Conservatorio nazionale di danza di Parigi, successivamente membro della prestigiosa Merce Cunningham Company di New York e del Ballet de l’Opéra de Lyon. Il solo propone estratti dalle coreografie di Trisha Brown (Newark), Merce Cunningham ...

Read More »

Avvincente e inaspettato viaggio interiore con “Robinson” di Michele di Stefano

Il 2 e 3 febbraio 2018, il Teatro dell’Arte di Milano ospita la compagnia romana MK con Robinson, coreografia di Michele di Stefano, musica di Lorenzo Bianchi Hoesch, set e immagini Luca Trevisani, in collaborazione con Comune di Montalto di Castro e Atcl, con il contributo MiBACT, interpreti Philippe Barbut, Biagio Caravano, Marta Ciappina, Andrea Dionisi, Sebastiano Geronimo, Laura Scarpini, Loredana Tarnovschi e Francesca Ugolini. Leone d’Argento per la danza a Biennale di Venezia nel 2014, dal 1999 Di Stefano dirige MK, creata assieme a Biagio Caravano allo scopo di indagare e sperimentare il mondo della danza, dando vita a una delle più interessanti e vivaci ricerche sul movimento della scena contemporanea. Tale studio permea anche Robinson, opera ispirata a Venerdì o il limbo del Pacifico, riscrittura del Robinson Crusoe di Defoe effettuata da Michel Tournier, che racconta l’idea di esotico su cui proiettiamo desideri, progetti che non realizzeremo e paure. Come probabilmente faremmo anche noi, una volta approdato sulla sua isola, Robinson si perde nel paesaggio incontaminato, nell’assenza di confronto con gli esseri umani, fino all’incontro con l’altro, Venerdì, che lo spinge a reinventarsi, uscire da se stesso e ricrearsi, in un viaggio interiore avvincente e inaspettato.   ORARI ...

Read More »

Originale e intensa Madama Butterfly raccontata in chiave pop dagli straordinari Kinkaleri

Dal 20 al 22 ottobre 2017, il Teatro dell’Arte di Milano ospita la compagnia Kinkaleri, con Butterfly, progetto e realizzazione di Kinkaleri, interpreti Yanmei Yang e Marco Mazzoni, musiche di Giacomo Puccini, produzione Kinkaleri / Teatro Metastasio Stabile della Toscana, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo, con il sostegno di Regione Toscana, Mibact – Dipartimento dello Spettacolo. Nata a Firenze nel 1995 e considerata una delle compagnie di teatro sperimentale più interessanti sulla scena italiana, Kinkaleri opera in campo interdisciplinare fra sperimentazione teatrale, ricerca sul movimento, installazioni visive e materiali sonori. Nel 2002 è vincitrice del Premio Lo Straniero scommesse per il futuro (riconoscimento attribuito dalla rivista Lo Straniero di Goffredo Fofi ad artisti che operano nel sociale), e nella stessa stagione ottiene il Premio Ubu per lo spettacolo <OTTO>, considerato la miglior performance di teatrodanza dell’anno. Con Butterfly, la compagnia torna a confrontarsi con il pubblico dei più giovani, rivisitando in chiave pop il capolavoro di Puccini, la storia della giovane geisha innamorata del tenente della marina statunitense Pinkerton. Tema principale dell’opera sono proprio l’amore, ma anche il confronto di sentimenti e culture contrastanti, messo in risalto grazie ad ambientazioni musicali dal vivo e ad atmosfere appartenenti al mondo dell’arte ...

Read More »

Dialogo poetico, intenso e immaginario in “Attends, attends, attends…(pour mon père)” di Jan Fabre

  Dal 3 al 5 marzo 2017, il Teatro dell’Arte di Milano ospita l’artista visivo, coreografo, regista e scrittore Jan Fabre con il suo Attends, attends, attends…(pour mon père), interpretato da Cédric Charron, su musiche di Tom Tiest. Considerato uno dei nomi più rilevanti dell’arte contemporanea internazionale, Fabre porta avanti da quarant’anni una ricerca visionaria e dirompente, oltrepassando i confini dell’arte, dando vita a un linguaggio interdisciplinare e di forte impatto scenico. Attends, attends, attends…è un assolo intenso, tenebroso e perturbante, in bilico tra danza e poesia, il racconto del trascorrere del tempo e dell’avvicinarsi della morte, attraverso il dialogo immaginario tra un uomo, Charron (storico performer di Fabre a cui l’artista belga si è ispirato per questo lavoro) e suo padre, in un toccante e appassionato confronto con la paura della perdita e dell’abbandono. ORARI & INFO 3 e 4 marzo, ore 20.00 5 marzo, ore 16.00 Teatro dell’Arte via Emilio Alemagna, 6 20100 Milano (MI) Tel: +39 02 72434258 E-mail: biglietteria.teatro@triennale.org Stefania Napoli www.giornaledelladanza.com      

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi