Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Teatro Grande di Brescia

Tag Archives: Teatro Grande di Brescia

Le diverse e appassionanti visioni della realtà in “Duetto in ascolto” di Camilla Monga e Zeno Baldi

Il 14 marzo 2019, al Teatro Grande di Brescia sarà in scena Duetto in ascolto, concept e coreografia Camilla Monga, musica Zeno Baldi, produzione Fondazione Atlantide Teatro Nuovo di Verona – Art Theater Verona, con il supporto di Colorificio Kroen, VAN Associazione Culturale. A cura di Simone Azzoni. Diplomata alla Performing Arts Research and Training Studios (PARTS) Academy di Bruxelles, dove approfondisce la sua ricerca con artisti del calibro di Anne Teresa de Keersmaeker, Bojana Cvejić e Alain Franco, Monga collabora con il compositore, performer e sound designer Baldi, dando vita a performance audiovisive, in cui ogni stimolo visivo e uditivo viene  tradotto in suono puro. In Duetto in ascolto, i movimenti della giovane danzatrice e le note del musicista si fondono in una molteplicità di immagini che si delineano via via più nitidamente, creando forme dinamiche che ingannano lo spazio e il tempo. Ne nasce un ipnotico gioco di specchi che stimola lo spettatore a non fossilizzarsi su un’unica visione della realtà, perché della stessa esistono svariati e appassionanti punti di vista. ORARI & INFO 14 marzo 2019, ore 20.30 Teatro Grande – Salone delle Scenografie C.so Zanardelli, 9/a 25121 Brescia BS Telefono: +39 030 297 9311 E-mail: biglietteria@teatrogrande.it Stefania Napoli ...

Read More »

Paul Taylor Dance Company a Brescia con l’imperdibile “Celebration Tour”

Il 7 marzo 2019, il Teatro Grande di Brescia ospita la prestigiosa Paul Taylor Dance Company con il Paul Taylor Dance Company – Celebration Tour 2019, trascinante trittico di emozionanti coreografie, Aureole creata nel 1962 su musica di Georg Friedrich Händel, Esplanade, prima rappresentazione 1975, nata su musica di musica di Johann Sebastian Bach, e Promethean Fire del 2002, sempre su musica di Bach, orchestrata dal Maestro Leopold Stokowski. Fondata a New York nel 1954 da Paul Taylor, icona della modern dance, in sessantacinque anni di attività la Compagnia ha annoverato tra i suoi danzatori artisti del calibro di Twyla Tharp, David Parsons, Laura Dean, Dan Wagoner, Elizabeth Keen, Christopher Gillis, Senta Driver, Amy Marshall e Lila York, e ha calcato i palcoscenici di oltre cinquecento teatri in sessantaquattro Paesi del mondo. Ora diretta da Michael Novak, si compone di diciannove giovani e talentuosi danzatori, impegnati nell’impedibile tour che include i successi più rappresentativi della compagnia dagli anni ’60 a oggi, piena espressione dell’essenza poetica e stilistica del grande coreografo statunitense venuto improvvisamente a mancare la scorsa estate. ORARI & INFO 7 marzo 2019, ore 20.30 Teatro Grande C.so Zanardelli, 9/a 25121 Brescia BS Telefono: +39 030 297 9311 E-mail: biglietteria@teatrogrande.it ...

Read More »

William Forsythe ci regala un sorprendente “Quiet Evening Of Dance”

Il 2 febbraio 2019, al Teatro Grande di Brescia andrà in scena in prima italiana A Quiet Evening Of Dance, ideazione e coreografie William Forsythe, musiche Morton Feldman, Jean-Philippe Rameau, Hippolyte et Aricie. Interpreti Brigel Gjoka, Jill Johnson, Christopher Roman, Parvaneh Scharafali, Riley Watts, Rauf “RubberLegz” Yasit e Ander Zabala, produzione Sadler’s Wells London, co-produzione Théâtre de la Ville, Théâtre du Châtelet e Festival d’Automne di Parigi, Festival Montpellier Danse 2019, Les Théâtres de la Ville de Luxembourg, The Shed di New York, Onassis Cultural Centre-Athens, deSingel international arts campus di Anversa. Il leggendario coreografo americano Forsythe ha trascorso la sua vita e la sua carriera condividendo la passione per il balletto e la danza, ispirando coreografi e ballerini di tutto il mondo grazie al suo genio innovativo eppure attento alla tradizione. Vincitore del premio Fedora-Van Cleef & Arpels Prize for Ballet 2018, A Quiet Evening of Dance combina titoli noti del repertorio (Prologue, Catalogue, Epilogue e Duo2015) con nuove creazioni di ispirazione barocca e minimale (Seventeen / Twenty One), dando vita a uno spettacolo eterogeneo e appassionante, che sfida ogni tentativo di categorizzazione. Sul palcoscenico, sette eccezionali danzatori trascinano lo spettatore nel cuore della danza e nella fantasia del ...

Read More »

Colori, gesto scenico e vuoto comunicativo nell’originale “A’ elle vide” di Dewey Dell

Il 12 aprile 2018, il Teatro Grande di Brescia ospita la compagnia Dewey Dell con A’ elle vide, concept Agata, Demetrio, Teodora Castellucci ed Eugenio Resta, coreografia Teodora e Demetrio Castellucci, interpreti Teodora e Agata Castellucci, produzione Dewey Dell, progetto partecipante ad Aerowaves 2008/The Place, Londra, menzione speciale GD’A 06/07. Fondata nel 2007 a Cesena da Teodora, Demetrio, Agata Castellucci ed Eugenio Resta, Dewey Dell crea spettacoli presentati nei principali festival europei e internazionali, come Melbourne Festival (Australia), Cross Art Festival (Russia), Università di Wesleyan (Connecticut, USA). Dal 2011, Dewey Dell inizia una ricerca musicale dando vita a concerti performativi in cui coreografia e produzione del suono elettronico si fondono. Attualmente divisa tra Berlino e Cesena, la compagnia lavora a nuove forme di sperimentazione legate alla danza, volte al coinvolgimento e alla commistione di differenti forme d’arte. Creazione del 2007 riportata in scena undici anni dopo nella sua versione originale, A’ elle vide si concentra soprattutto sulla creazione di un vuoto tra due animali distinti per carattere, colori e movimento, che si rispecchiano nel comportamento e nei gesti scenici. Il movimento del gallo è rosso, altero, scruta lo spazio al fine di svelarne il mistero, lo scorpione invece è bianco, immobile, ...

Read More »

La realtà virtuale raccontata attraverso la danza di Annamaria Ajmone in “To be banned from Rome”

Il 4 aprile 2018, al Teatro Grande di Brescia sarà in scena To be banned from Rome, ideato da Annamaria Ajmone e Alberto Ricca, coreografia e interpretazione Ajmone, musica live Bienoise (Ricca), una produzione Torinodanza festival, CAB 008, Club to Club Festival, in collaborazione con The Italian New Wave, progetto realizzato nell’ambito di Residenze Coreografiche, Lavanderia a Vapore / Piemonte dal Vivo, promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte, con il sostegno di MiBACT, Regione Toscana. Considerata una delle figure più interessanti della giovane coreografia italiana, vincitrice dei premi DNAppunti Coreografici 2014 e Danza&Danza 2015 come miglior interprete emergente, Ajmone si diploma presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi. Lavora con artisti di fama mondiale come Guilherme Botelho, Ariella Vidach, Daniele Ninarello, Santasangre e collabora con Cristina Kristal Rizzo, Muta Imago, Strasse e con la videomaker Maria Giovanna Cicciari. To be banned from Rome nasce dall’incontro tra la danzatrice e Ricca, in arte Bienoise, compositore elettronico visionario e raffinato, e si concentra sull’osservazione del digitale, delle community online, luoghi non tangibili in cui si incontrano e vivono ristrette cerchie di individui accomunati da medesimi interessi, passioni e ossessioni, ma che in realtà condividono solo limitati argomenti e spazi della ...

Read More »

Lo stile grintoso e pulsante di Hofesh Shechter con “Clowns”

Il 23 marzo 2018, il Teatro Grande di Brescia ospita la compagnia di danza contemporanea inglese Shechter II con Clowns, regia, coreografia e musica di Hofesh Shechter, interpreti Riley Wolf, Juliette Valerio, Zunnur Sazali, Adam Khazhmuradov, Natalia Gabrielczyk, Emma Farnell-Watson, Robinson Cassarino e  Neal Maxwell, una produzione Hofesh Shechter Company. Shechter II nasce nel 2015 per volere del coreografo israeliano Shechter, uno dei più straordinari e dirompenti artisti del panorama internazionale contemporanea, noto anche per la composizione di partiture musicali e per la forte fisicità che impregna le sue creazioni, presenti nei repertori delle più importanti compagnie di danza nel mondo. Creata originariamente per il prestigioso Nederlands Dans Theater nel 2016, Clowns viene riallestita in una nuova versione ideata per il selezionatissimo gruppo di talentuosi danzatori provenienti da tutto il mondo, e racconta una moltitudine umana caotica e in preda a un’ondata di violenza, concetti resi perfettamente dalla musica prodotta dallo stesso Shechter. Una rappresentazione grintosa, originale e pulsante come lo stile che caratterizza l’estro e le opere dell’artista. ORARI & INFO 23 marzo 2018, ore 20.30 Teatro Grande C.so Zanardelli, 9/a 25121 Brescia BS Telefono: +39 030 297 9311 E-mail: biglietteria@teatrogrande.it Stefania Napoli Fotografia: Rahi Rezvani www.giornaledelladanza.com

Read More »

A Brescia il poetico, romantico e intenso “La Fresque” di Angelin Preljocaj

Il 7 febbraio 2018, il Teatro Grande di Brescia ospita la compagnia di danza contemporanea francese Ballet Preljocaj, con la nuova produzione La Fresque, coreografia di Angelin Preljocaj, musica di Nicolas Godin in collaborazione con Vincent Taurelle, vice direttore artistico Youri Aharon Van den Bosch. Nominato nel 1998 Cavaliere della Legion d’onore, vincitore di premi prestigiosi come Bessie Award e Prix Benois de la danse, e direttore artistico del Ballet Preljočaj-Centre Chorégraphique National d’Aix-en-Provence dal 1985, Preljocaj è considerato uno tra i più interessanti e innovativi coreografi della nouvelle danse francese. I suoi lavori trattano temi forti e importanti attraverso un linguaggio semplice e insieme energico e dinamico, permeato da un mix di notevole fisicità e raffinata gestualità. Con La Fresque, creazione del 2016 ispirata al racconto cinese La pittura sul muro, il coreografo traspone in danza le storie tradizionali dell’Asia note per la loro forza poetica, analizzando la relazione esistente tra finzione e realtà, tra vita e morte, e al tempo stesso il ruolo dell’arte nella società contemporanea. L’opera racconta le vicende di due viandanti, Chu e Meng, invitati da tre monaci ad ammirare un incantevole affresco raffigurante fanciulle in un giardino. Travolto dall’amore per una delle ragazze, Chu sogna ...

Read More »

Ricerca di perfezione e perdita di sé in “Bella addormentata” di BallettO di ToscanA Junior

Il 6 dicembre 2017, il Teatro Grande di Brescia ospita il BallettO di ToscanA Junior, con la nuova produzione Bella addormentata, regia, drammaturgia e coreografia Diego Tortelli, musica Pëtr Il’ič Čajkovskij. Fondata e diretta da Cristina Bozzolini, la compagnia giovanile costituisce la struttura produttiva di tirocinio professionale della Scuola del Balletto di Toscana, uno dei più qualificati enti di alta formazione per danzatori classici e contemporanei, a livello europeo. Riconosciuta e parzialmente sostenuta da un contributo della Regione Toscana e del Comune di Firenze, BallettO di ToscanA Junior nasce nel 2005 e si distingue da subito per l’alta preparazione tecnica dei suoi elementi (di età compresa tra i 16 ed i 21 anni) e per qualità del suo repertorio che spazia dalla danza neo-classica al contemporaneo, al modern-jazz fino all’hip-hop. Ambientata nelle strade frenetiche di una qualsiasi metropoli esistente, Bella addormentata racconta l’ossessiva ricerca della perfezione cui ci spinge la società frenetica e impaziente in cui viviamo, una società che ci allontana da noi stessi, dal nostro essere più profondo e dal mondo che ci circonda, dove nulla è mai davvero perfetto, anzi è caotico e confuso. Reagiamo creandoci un ideale di vita di amore perfetti e ingannevoli, che accrescono ...

Read More »

Autobiografia genetica di Wayne McGregor nell’originale “Autobiography”

Il 3 novembre 2017, il Teatro Grande di Brescia ospita la Wayne McGregor Company con la nuova, originale e intensa creazione Autobiography, regia e coreografia Wayne McGregor, musiche JLin. Nato a Stockport in Gran Bretagna nel 1970, McGregor si forma presso University College di Bretton Hall e Jose Limon School di New York. Nel 1992 dà vita alla Wayne McGregor|Random Dance Company e nello stesso anno diventa coreografo residente del prestigioso centro per la danza contemporanea The Place di Londra. Ciò che da sempre contraddistingue il coreografo inglese sono l’originalità e l’unicità del suo linguaggio artistico nato dallo studio del suo corpo e del suo movimento, e l’attrazione verso le nuove tecnologie, che lo porta a fondere l’elemento coreutico con quello virtuale. Presentato in prima mondiale al Sadler’s Wells Theatre di Londra lo scorso 4 ottobre dove ha riscosso enorme successo, Autobiography racconta la storia fisica di McGregor attraverso la collaborazione con alcuni tra i più importanti genetisti che mettono in sequenza il genoma completo dello stesso autore. Combinando biografia, documentario ed elaborazione dei codici della natura attraverso la danza, l’opera si interroga sulla comprensione della vita, tracciando gli schemi del passato atavico della specie umana e portando alla luce ...

Read More »

Confini tra danza e vibrazione nell’originale “Pulse Constellations” di Gabriel Schenker

Il 24 ottobre 2017, al Teatro Grande di Brescia sarà in scena Gabriel Schenker con Pulse Constellations, di cui cura regia, coreografia e interpretazione, su musica di John McGuire, produzione Caravan Production (Brussel), coproduzione STUK (Leuven), TAKT /Provinciaal Domein Dommelhof (Neerpelt), Tanzhaus Zürich, Charleroi-Danses (BE), BUDA (Kortrijk). Nato a Washington DC, ma cresciuto a Rio de Janeiro, Schenker si trasferisce a Bruxelles dove studia presso il famoso Performing Arts Research and Training Studios di Anne Teresa de Keersmaeker, con la quale collabora continuativamente per anni, associando alle attività artistiche anche l’amore e lo studio della filosofia e il coinvolgimento in diversi progetti pedagogici. Pulse Constellations è un solo incentrato sulla musica elettronica del compositore americano McGuire, il cui obiettivo è ricostruire frammenti di strutture ritmiche e melodiche attraverso il movimento, partendo dal complesso brano elettronico del 1978 Pulse Music III, nato da un’immagine aurale di movimenti nello spazio. Schenker destruttura l’opera e successivamente ne ricompone la complessa rete di strati pulsanti, esplorando i confini tra corpo e vibrazione, tra precisione digitale della musica elettronica e imprecisione del movimento, tra ciò che si può danzare e ciò che si può solo udire. ORARI & INFO 24 ottobre 2017, ore 21.30 Teatro ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi