Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News / Al Teatro Ristori va in scena il “Don Chisciotte” del Balletto del Bolshoi

Al Teatro Ristori va in scena il “Don Chisciotte” del Balletto del Bolshoi

Il pubblico del Teatro Ristori entra nei grandi Teatri delle capitali del mondo, assistendo ai migliori spettacoli e concerti, dall’opera alla danza, dalla classica alla pop: il prossimo 10 febbraio verrà proiettata la magica versione del Don Chisciotte, danzata dagli artisti del Teatro Bolshoi di Mosca. Un balletto che sicuramente terrà incollati gli sguardi di appassionati e accompagnatori che, per tutta la durata della pièce, potranno assistere virtualmente e godere appieno della bravura dei ballerini della compagnia russa.

Il balletto, uno dei più belli e più coinvolgenti tra le pièce del diciannovesimo secolo, narra la storia di Don Chisciotte, eccentrico gentiluomo di campagna, che si ritiene legittimo successore dei cavalieri erranti medievali e nel contempo sogna la sua nobile dama Dulcinea, per la quale combatterà le sue battaglie. Tra avventure, innamorati e peripezie, le movenze “spagnoleggianti” raccontano la storia di gente comune impegnata nella ricerca della felicità quotidiana.

Tra le versioni più famose del balletto spicca quella creata dal coreografo Marius Petipa, impareggiabile Maître de Ballet dei Balletti Imperiali dello Zar a San Pietroburgo, e dal compositore austriaco Léon Minkus. Petipa montò il balletto per il Teatro Bolshoi a Mosca su commissione. La produzione debuttò il 26 ottobre 1869 ed ebbe un successo eclatante. In seguito Petipa allestì il balletto con una produzione più opulenta e grandiosa per i Balletti Imperiali di San Pietroburgo, con debutto il 21 novembre 1871.

Alexander Gorsky adattò successivamente il balletto per il teatro russo nel 1900, rimpiazzando la produzione originale di Petipa del 1871. Per la produzione del 1900 il compositore Anton Simon scrisse anche una musica nuova: una variazione per la Regina delle Driadi (un personaggio creato da Gorsky), una danza per le amiche della Regina delle Driadi e una danza spagnola per l’ultima scena.

Un balletto energico, romantico e dolce, adatto a tutti: il balletto del Teatro Bolshoi non potrà che renderlo ancor più magico. Buona visione a tutti!

ORARI & INFO

10 febbraio ore 16.00

Teatro Ristori

Via Teatro Ristori, 7 – Verona

Tel. 045 6930000

www.teatroristori.org

info@teatroristori.org

C.V.

Foto di Damir Yusupov

Check Also

La danza fa bene ai bambini: durante l’infanzia il momento migliore

I benefici della danza per bambini sono innumerevoli, si tratta infatti di una delle discipline motorie ...

Ad Hangarfest due produzioni della CZD2 diretta da Roberto Zappalà

La terza settimana di spettacoli di Hangartfest, festival di danza contemporanea, sostenuto dal MIBAC, dalla ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi