Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Amici 15, Patrizio Ratto: “Esistono diversi modi per esprimersi con la danza” [ESCLUSIVA]

Amici 15, Patrizio Ratto: “Esistono diversi modi per esprimersi con la danza” [ESCLUSIVA]

Amici 15, Patrizio Ratto: "Esistono diversi modi per esprimersi con la danza" [ESCLUSIVA]

Patrizio Ratto è stato il secondo eliminato del serale di Amici 15, visto che ha perso la sfida finale contro Alessio La Padula. Ecco l’intervista al ballerino in cui parla della sua esperienza nel talent show di Canale 5, del rapporto con direttori artistici J-Ax, Nek ed anche con la stessa Maria De Filippi!

Com’è andata questa esperienza?
È stata bellissima e divertente. Sicuramente una cosa nuova rispetto a quello che ho già fatto prima.

In passato, infatti, sei stato spesso in televisione…
Sì, ma per cose completamente differenti. Un conto è l’esibizione con un corpo di ballo ed un’altra è Amici, un talent show. È stato impegnativo perché mi ha messo ancora di più alla prova rispetto ad altri contesti, più complicato, ma allo stesso tempo mi ha dato grandi soddisfazioni.

Di quale esperienza in tv hai il ricordo migliore?
Mi sono servite tutte e mi sono piaciute tutte. Forse quella che ho apprezzato di più è stata Si può fare(programma condotto da Carlo Conti su Rai Uno, ndr) perché mi ha dato la possibilità di dimostrare le mie capacità, il mio stile, la mia specialità.

Tornando ad Amici, secondo te perché ha vinto Alessio al ballottaggio?
Lui è un bravo ballerino e secondo me è stata solo questione di gusti. Abbiamo stili completamente diversi. Alessio poi ha avuto più tempo per farsi conoscere dai professori, per mostrare le sue qualità, i suoi pregi, ma anche i suoi difetti. Io ho avuto meno possibilità e questo ha influito molto.

Anche Emanuele ci ha detto la stessa cosa e tu sei entrato anche dopo di lui…
Sì, la settimana dopo in pratica. Questa cosa ha influito su tutto. Un conto è partecipare dall’inizio del programma ed un altro alla fine. Il pubblico che segue la trasmissione fin dalla prima puntata apprezza di più il percorso fatto di chi ha sempre fatto parte della scuola. Per me è stato più difficile affermarmi rispetto a loro e questo mi ha penalizzato. In ogni caso sono riuscito ugualmente ad avere belle soddisfazioni.

Al momento della tua eliminazione Maria De Filippi ha speso belle parole per te…
Sono state parole davvero importanti, soprattutto perché pronunciate da un personaggio come lei che di talenti ne vede tanti ogni giorno. Non smetterò mai di ringraziarla.

Anche J-Ax ti ha dedicato un tweet (Patrizio è una eccellenza assoluta del ballo italiano nel mondo, ci renderà tutti orgogliosi, ne sono certo, ndr)…
Sono contento di aver scelto lui e Nek, anche se devo ammettere che inizialmente ero un po’ incerto, visto che Elisa aveva speso belle parole per me. Ora so di aver fatto bene. Sono in gamba, simpatici, disponibili e gentili. Prima di ogni puntata venivano da noi e ci caricavano. Ringrazio entrambi e spero di raggiungere gli obiettivi che mi hanno augurato.

Oltre alla danza, in passato hai studiato anche pianoforte…
La musica va di pari passo con la danza. Senza la musica non sarebbe facile. Per me il pianoforte è molto importante, mi ha accompagnato per anni ed è stato difficile lasciarlo da parte. Purtroppo ho dovuto perché sarebbe stato complicato studiare ballo ed anche uno strumento musicale. In ogni caso anche quel poco tempo di lezioni mi ha aiutato a conoscere meglio la musica e le sfumature. Un dettaglio da non sottovalutare affatto per un ballerino. Forse sono un po’ pentito di aver lasciato. Ogni tanto la voglia di ricominciare c’è. Magari, un giorno…

Invece la tua situazione sentimentale?
Allora, bella domanda (ride, ndr)! In questo periodo non ho voluto storie perché sarebbe stato troppo impegnativo. Per il futuro poi chissà… Può accadere di tutto!

E per il tuo futuro lavorativo cosa speri?
Il mio obiettivo è quello di far conoscere la mia disciplina. Far capire che esistono altri modi per esprimersi e quindi essere da esempio anche ad altri. Ovviamente mi piacerebbe continuare a ballare in televisione, visto che c’è un pubblico vastissimo e potrei far conoscere ancora di più determinati stili.

Samantha Suriani

www.giornaledelladanza.com

Photo Credits Ufficio Stampa

Check Also

Danza, vuoto e caduta nella riedizione di “OTTO” della Compagnia Kinkaleri

Il 25 e 26 ottobre 2019, il Teatro dell’Arte di Milano ospita la Compagnia Kinkaleri ...

Milano Contemporary Ballet

Milano Contemporary Ballet – “Eden”: Quando l’arte incontra l’eco sostenibilità

Il 9 novembre 2019 la compagnia Milano Contemporary Ballet  porterà in scena all’Ecoteatro la prima ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi