Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Roma mecca della danza per tre giorni: a voi gli insegnanti protagonisti

Roma mecca della danza per tre giorni: a voi gli insegnanti protagonisti

Roma capitale della danza: nessun sogno, bensì soltanto una piacevolissima realtà!

Della manifestazione Roma in danza abbiamo già parlato in numerose occasioni: tre giorni dedicati alla danza, con stages, lezioni di repertorio, jazz e soprattutto tanti bravissimi insegnanti pronti a condividere il loro tempo con tantissimi giovani.

E proprio loro, i docenti, hanno voluto rilasciare alcune brevi battute al Giornale della danza. Cosa si evince dalle loro parole? Un forte ringraziamento all’organizzazione: Roma e la danza meritavano uno spazio così!

André de la Roche, di origine corso-vietnamita, e adozione americana, oltre ad essere un insuperabile danzatore e coreografo, è un maestro d’eccezione.

La danza è protagonista a Roma. Che ne pensa?

Roma è da sempre la mecca della danza…finalmente una manifestazione di questo tipo e di questa entità è approdata qui! Ci sono tante lezioni, i giovani hanno modo di confrontarsi…un appassionato di danza non può pretendere di più!

Come pensa di trovare gli allievi delle lezioni che terrà?

Sono sicuro che saranno tutti entusiasti e desiderosi di imparare ed io non vedo l’ora di insegnare!

Rosy, la mia assistente, ha già tenuto alcune lezioni ieri e si è trovata molto bene: sono tutti ragazzi bravi e che soprattutto hanno voglia di ballare!Spero, inoltre, di ricevere energie positive anche da loro…non vedo l’ora!

Dopo la “Fata Confetto” che cos’ha in serbo per il suo pubblico André de la Roche?

Ho alcune idee di spettacoli per l’inverno prossimo…ultimamente ne ho fatti troppi! Ho fatto tanti show molto diversi tra loro ma ho sempre nel cuore lo stile neoclassico…da sempre studio danza classica e quella è la mia base!

Little Phil Nato e cresciuto in Europa da una famiglia di origine africana, a 8 anni inizia a ballare hip hop, passione che continua a coltivare anche nel ruolo di insegnante e coreografo.

Sei contento di prendere parte all’avventura di Roma in Danza?Certo, son sempre pronto! La danza è la mia vita…la sola idea di poter condividere le mie passioni con i più giovani mi rende entusiasta!

Tornerai presto in televisione? Eh, si…manca poco! Non posso dire molto ma ci sono due piccoli progetti in cantiere. Sono contento perché avrò a che fare con ballerini molto bravi che probabilmente diventeranno più bravi di me!

Ilir Shaqiri Ballerino di formazione classica, si fa conoscere in Italia grazie a numerose partecipazioni televisive. Ora continua la sua attività di ballerino e parallelamente di insegnante e coreografo.

Ti manca la televisione?

Non sento molto la sua mancanza, devo essere sincero! Ho lavorato veramente moltissimo e non mi pento di nulla…diciamo che il distacco è stato forte ma allo stesso tempo ammetto di poter dedicare il mio tempo ad altri impegni. Sono tornato a teatro ed è stato bellissimo!

Tu hai una forte base classica, vero?

Si, assolutamente! Diciamo che sono tornato al mio primo amore, sono tornato al balletto neoclassico: ho ballato al Teatro La Fenice e al contempo mi sto dedicando alle mie idee, alle mie creazioni. Tra l’altro in questi giorni sto lavorando ad uno spettacolo e vi partecipa anche mio fratello: la coreografia racconta la storia di alcune farfalle che vogliono rendere il mondo migliore. Amnesty International ci sta seguendo: faremo alcune date a Napoli e a seguire faremo un breve tour. Ci sono anche dei piccoli talenti…è veramente bellissimo! Il lavoro, come potete aver capito, non mi manca, assolutamente!

Sei qui in veste di insegnante, come pensi sarà il tuo approccio con gli studenti?

È una bellissima iniziativa e sono contento di farne parte: credo sia fondamentale che ogni città in Italia abbia un punto di riferimento, manifestazioni di questo genere. A Roma mancava

Ho fatto i complimenti ai responsabili per l’ottimo lavoro fatto.

Puoi svelarci qualcosa a proposito dei tuoi progetti futuri?

Sono stato richiamato in Albania per fare il giurato della versione albanese di “Ballando con le stelle”: lavoro molto con la tv del mio paese…ecco perché quella italiana non mi manca molto! Portare l’esperienza acquisita in Italia è un’opportunità molto importante per me e lavorare con i miei concittadini è un modo per trasmettere le mie passioni e le mie doti.

Valentina Clemente

Check Also

Audizione della European School of Ballet di Amsterdam

Si terrà a Livorno il 29 febbraio 2020 L’audizione della European School of Ballet di ...

Audizione: Wayne McGregor cerca ballerini uomini e donne

Wayne McGregor è alla ricerca di ballerini uomini e donne con una forte tecnica classica ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi