Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Premio Internazionale Prospettiva Danza Teatro, selezionate 8 compagnie finaliste

Premio Internazionale Prospettiva Danza Teatro, selezionate 8 compagnie finaliste

Grande successo per l’11° edizione del concorso ideato dalla padovana  Laura Pulin che dal palcoscenico si è trasferito online causa Covid, dando la possibilità a 149 compagnie provenienti da tutto il mondo di mostrare i propri lavori a una giuria internazionale composta da coreografi, direttori di teatri, di festival e operatori del settore.

 

 Nonostante il Covid-19, il Premio Internazionale Prospettiva Danza Teatro, ideato e diretto da Laura Pulin, nell’ambito della ventennale rassegna Prospettiva Danza Teatro, non si è fermato e ha proseguito il suo percorso di selezione delle migliori giovani compagnie di danza contemporanea attive sulla scena internazionale. Il 15 giugno scorso, la giuria composta da Laura Pulin, Pier Giacomo Cirella, Segretario Generale Teatro Comunale di Vicenza; Valentina Marini, Direttore Spellbound Contemporary Ballet, Direttore Artistico Fuori Programma Festival e Presidente Aidap-Federvivo; Patrizia Boscolo, vicedirettore di Arteven; Eleonora de Logu, danzatrice e assistente alla direzione artistica, ha designato gli 8 pre-finalisti selezionati tra 149 partecipanti. Tante, infatti, sono state le candidature al premio giunto alla 11° edizione che ha visto crescere le adesioni anno dopo anno. Le compagnie che passano alla fase finale del concorso sono:

Marco Laudani (Catania) con Amuninni

Francesco Marilungo (Ancona) con Party Girl

Maya Popoya (Russia)  con Merge into Surreal

Irina Baldini (Firenze) con Quite Now

Yaniv Hoffman (Israele) con Boys Project

Michele Colturi (Sondrio) con Zoocam

Jacob Gómez (Spagna) con Meohadim

Olivia Court Mesa (Israele) con I carry, you hold

Mentre la rassegna Prospettiva Danza Teatro ha dovuto rimandare gli spettacoli in programma lo scorso aprile a causa della pandemia, il Premio ha potuto proseguire il suo cammino grazie agli strumenti informatici che hanno consentito di visionare il lavoro dei danzatori provenienti da Spagna, Israele, Polonia, Bulgaria, Russia, Francia, Giappone, Taiwan, Cina, Canada, India, Messico, Danimarca, Belgio oltre che dall’Italia. Il concorso, infatti, è ormai internazionalmente riconosciuto come un’importante occasione per giovani coreografi e danzatori di presentare le proprie creazioni di fronte a una giuria di comprovata esperienza internazionale, composta da coreografi, direttori artistici, direttori di teatri e operatori del settore.

Novità di quest’anno è stato il coinvolgimento, oltre alla sede storica di Padova, anche delle città di Palermo, Milano e Roma grazie alla collaborazione con Comune di Palermo/Palermo in Danza, il Corso Danzatore della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano e il Teatro Biblioteca Quarticciolo di Roma. Durante i mesi invernali e prima del lockdown, i coreografi che avevano optato per questa possibilità, hanno potuto presentare la propria creazione dal vivo di fronte a una commissione presso le sedi delle città aderenti al progetto. Il 15 febbraio è stata la volta dell’ex Chiesa di S. Mattia ai Crociferi a Palermo, il 22 febbraio della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, e il 1° marzo del Teatro Biblioteca Quarticciolo. Si è trattata di una novità assoluta per il panorama della danza italiana perché ha offerto un’ulteriore possibilità di confronto, analisi e ricerca sul proprio lavoro, che le compagnie hanno molto apprezzato.

«Nel corso delle scorse edizioni del Premio abbiamo capito che la cosa più importante è dare l’occasione alle giovani compagnie di essere viste e venire invitate nei vari festival. Noi vogliamo offrire loro una vetrina» spiega Laura Pulin.

Attualmente è in fase di organizzazione -secondo la normativa anti-Covid- la selezione finale che aggiudicherà il primo premio di 5mila euro e una residenza coreografica di una settimana all’interno di un teatro di Padova. I vincitori, inoltre, potranno presentare il loro lavoro integrale alla prossima edizione della rassegna Prospettiva Danza Teatro in programma nel 2021.

Il Premio è promosso e organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova in collaborazione con il Circuito Arteven/ Regione del Veneto, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e Banca Etica.

 

Redazione www.giornaledelladanza.com

Check Also

L’impatto psicologico dell’infortunio sul danzatore

L’infortunio è uno dei problemi più sentiti e temuti dai ballerini, sia professionisti che amatori. ...

Roberto Capucci firma i costumi di Prometeo per il Festival dei Due Mondi di Spoleto

Quando la danza incontra una delle più grandi firme dell’alta moda italiana non può che ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi