Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Ritmo e solarità: al Teatro Olimpico arriva la danza delle isole Ryukyu

Ritmo e solarità: al Teatro Olimpico arriva la danza delle isole Ryukyu

 

Dopo le tappe a Parigi e Colonia, arrivano in Italia il ritmo e la solarità della tradizione artistica delle danze delle isole Ryukyu: sono in scena questa sera al Teatro Olimpico di Roma diciotto rappresentanti, tra danzatori e musicisti, del Consiglio per le Arti della Prefettura di Okinawa.

Tra questi, il “Tesoro Nazionale vivente della musica tradizionale Ryukyu” Terukina Choichi, grande maestro di sanshin, e Tamagusuku Setsuko, una delle più acclamate danzatrici di Okinawa. Lo spettacolo, dal titolo Ryukyu musica e danze di confine, è organizzato dall’Istituto Giapponese di Cultura in Roma (Japan Foundation) con il contributo dell’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone.

Le danze Ryukyu, sviluppatesi fin dai tempi dell’omonimo regno (tra il XV e il XIX secolo, al crocevia tra Cina e Giappone), esprimevano ospitalità verso i messaggeri dalla Cina, attraverso la danza dei vecchi (rojin odori), dei giovani (wakashu odori), delle donne (onna odori) e dei maggiorenni (nisai odori). Dopo l’epoca Meiji (1868-1912) si aggiunse la danza ispirata al sentire contadino (zatsu odori), incentrata sul contrasto di elementi quali quiete e movimento, oppressione e liberazione, tensione e pacatezza, sacro e profano.

Tutti i brani di danza sono accompagnati da musica dal vivo con strumenti tradizionali giapponesi: tra questi il sanshin, strumento d’accompagnamento a corde, importato dalla Cina tra il XV e il XVI secolo. La prima parte dello spettacolo presenta danze solenni di corte, spesso eseguite in onore di ambasciatori e delegazioni; la seconda prevede, invece, una rappresentazione di Kumiodori, detto anche kabuki di Okinawa, dichiarato dall’Unesco Patrimonio culturale intangibile dell’umanità nel 2010, che unisce la danza e la musica a un impianto narrativo ispirato a racconti di guerra e al folklore di Okinawa

ORARI & INFO

2 Novembre ore 20.00

Teatro Olimpico

Piazza Gentile da Fabriano 17

Tel: 06 32 65 99 21

press@teatroolimpico.it

www.teatroolimpico.it

Valentina Clemente

Check Also

Rai5, Gala Nureyev del 2002 del Teatro alla Scala con José Manuel Carreno, Alina Cojocaru, Maximiliano Guerra e Svetlana Zakharova

FLASH NEWS – Venerdì 26 aprile – Gala Nureyev del 2002 – La Scala danza ...

Al via la 33esima edizione della Settimana Internazionale della Danza di Spoleto 2024

Settimana Internazionale della Danza, lunedì 29 aprile taglio del nastro a Spoleto con il Maestro ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi