Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Premio Positano

Tag Archives: Premio Positano

Positano Premia la Danza 2021 49esima edizione dedicata a Carla Fracci

Il mondo di Carla Fracci a Positano. La capitale della danza torna come ogni anno a connettersi con le eccellenze globali dell’arte coreutica per una speciale edizione, la 49esima, di “Positano Premia la Danza – Léonide Massine”, sabato 11 settembre alle ore 21. Sul sagrato della Chiesa di Santa Maria Assunta si celebrerà un palmarès speciale dedicato a Carla Fracci (1936-2021), un omaggio con la ‘regia’ del compagno di una vita, Beppe Menegatti. Tutto il premio quest’anno ruoterà infatti attorno alla figura dell’étoile, che con Positano aveva una relazione specialissima. Carla Fracci è morta a Milano a 84 anni, il 27 maggio scorso, monumento nazionale, mito del balletto, una delle più grandi artiste della danza mondiale, che con Positano e il premio Massine ha sempre avuto un legame unico, vincendolo più volte e poi diventandone madrina. Quest’anno avrebbe dovuto ritirare il premio alla Carriera proprio al Massine. Non ce l’ha fatta. Per questo il Comune di Positano e il comitato artistico denominato nel 2021 ‘per Carla’ e composto da Alfio Agostini (direttore di Ballet 2000), Valeria Crippa (Corriere della Sera), Laura Valente (Direttrice artistica Premio Léonide Massine ITALIA) e Roger Salas (El Pais), hanno deciso di dedicare a lei e al ‘suo mondo’ il Premio più antico della danza.  A chi è stato suo partner, a chi le ha curato regie e ...

Read More »
Daniele Cipriani dice addio al Premio Positano

Daniele Cipriani dice addio al Premio Positano

  RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Lettera aperta indirizzata al Sindaco di Positano Michele De Lucia Alla Città di Positano e alle persone menzionate nella presente.  Roma, 17 agosto ’16 Scrivere questa lettera è come scrivere un addio ad una persona amata: nonostante la vita “ti porti… a fare altre scelte”, Positano rimarrà per sempre impressa nel tuo cuore e nella tua anima. Positano ti entra dentro fino a far parte di te stesso e del tuo sangue. È, semplicemente, un legame per l’eternità. L’uscire di scena mi piace farlo senza scandali, con eleganza, dignità e rispetto, parole che appartengono a quella danza che amo, la danza del mondo che ho avuto l’opportunità di portare sulla Spiaggia Grande di Positano a partire dal 2011 negli anni della mia direzione artistica di “Positano Premia la Danza Léonide Massine”. Cinque anni bellissimi, indimenticabili, trascorsi con gli artisti più celebri, protagonisti del momento e del passato, tutti catturati dalla bellezza e dalla magia di questo luogo che ha un indissolubile legame con la danza fin dai primi del ‘900. Positano e le sue Isole Li Galli sono la Danza. Alicia Alonso, Eleonora Abbagnato, Christopher Wheeldon, Ivan Vassiliev, Natalia Osipova, Uliana Lopatkina, Yuri Grigorovich, Lutz Forster, Mats Ek e Ana Laguna, Elisabetta Terabust, Kevin O’Hare, Silvia Azzoni, Oleksandr Ryabko, Davide Dato, Carlo Di Lanno, Claudio Coviello, Edward Watson, Friedman Vogel, sac Hernandez, Osiel Gouneau, Tiler Peck, La La La Human Steps – Edouard Lock, Olga Smirnova, Steven McRae, Oksana Skorik, Xander Parish, Brigel Gjoka e Riley Watts: questi alcuni dei nomi dei premiati di questi anni, sotto la mia direzione. Sempre con immensa emozione ricordo altri importanti eventi legati al premio: Il gemellaggio con Roma, con la presentazione del Premio Massine 2012 in Campidoglio, davanti ai Sindaci delle due città; il gemellaggio con il prestigioso Prix Benois de ...

Read More »

Oggi compie 90 anni Alberto Testa, massima autorità della danza e Presidente del giornaledelladanza.com

Oggi compie 90 Alberto Testa, nasce a Torino il 23 dicembre del 1922, danzatore, critico, storico e presidente onorario del giornaledelladanza.com, massima autorità della danza italiana e internazionale. Vincitore nel 1942 del Concorso dei Teatri Universitari con un atto unico, si laurea lo stesso anno in lettere all’Università di Torino con una dissertazione sulla danza. Studia danza classica a Torino con Grazioso Cecchetti, figlio di Enrico Cecchetti, perfezionandosi con Susanna Egri. Si esibisce in seguito in alcuni dei principali teatri italiani e stranieri sotto la guida di grandi maestri come Leonide Massine, Margarete Wallmann e Aurel Milloss, partecipando a numerosi festival come quelli del Maggio Musicale Fiorentino, della Sagra Musicale Umbra, del Festival di Salisburgo ecc. Attivo soprattutto come coreografo tra il 1965 e il 1987, cura i balletti per numerosi allestimenti operistici tra i quali Giovanna d’Arco al rogo (1960), La dama di picche (1963), Turandot (1984), La traviata (1984), Tannhäuser (1985) etc., ma anche per il teatro di prosa, dove, per il Festival di Todi, cura l’adattamento, la traduzione e la messa in scena di La città che ha per principe un ragazzo di Henry de Montherlant, nonché un Omaggio a Thornton Wilder a Roma nel 1998. Crea inoltre le danze per Il ...

Read More »

Il Maestro Alberto Testa diventa Presidente Onorario del giornaledelladanza.com come massimo esponente del giornalismo e della critica di danza

Il Maestro Alberto Testa, il più importante cultore della danza italiana, massimo esponente del giornalismo della danza e suprema firma della critica di danza, su decisione del Direttore Sara Zuccari e di tutta la redazione, diventa il Presidente Onorario del giornaledelladanza.com. Sono emozionata per il grandioso evento e felice che il Prof. Alberto Testa, che conosco orami da 17 anni e con cui collaboro quotidianamente, abbia accettato con entusiasmo questa mia proposta di Presidente Onorario. Per tutti noi il Prof. Alberto Testa rappresenta la danza ed è una grande icona del giornalismo dell’arte coreutica. Il Maestro mi è stato accanto sin dall’inizio della creazione del giornaledelladanza.com per il quale scrive e mi ha supportato giorno per giorno con preziosi consigli. Avere come Presidente Alberto Testa per me e tutto il mio staff è un grande onore e sono felice che il giornaledelladanza.com, che dirigo da due anni, abbia tutta la stima e la fiducia del Maestro e dei tanti ed affezionati lettori che ci seguono continuamente.  Questo è un grande motivo per continuare al meglio la nostra informazione. Queste le parole del Direttore Sara Zuccari.  Questo bellissimo riconoscimento verrà reso pubblico in occasione dell’evento “Omaggio al Maestro Alberto Testa – ...

Read More »

Alberto Testa: Partecipo con sincero dolore la scomparsa di Renata Ambrosoli

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO “De mortuis nihil nisi bene” Devo però far notare che in questi giorni è stata diffusa una notizia non veritiera, che cioè non corrisponde alla storia dei fatti. La signora Ambrosoli, non è stata la fondatrice del Premio Positano  “Léonide Massine” per l’Arte della Danza svoltosi fino al 2009 per 40 anni con la mia direzione artistica in quella località dandole lustro e benemerenze su piano internazionale. Nel 1964 ella diede vita a Positano ad un riconoscimento detto “Scarpetta d’Argento” che non ebbe repliche per mancanza di consistenza negli anni successivi. Nel 1969 mi volle suggerire un suo pensiero: che sarebbe stato opportuno riprendere l’idea di un premio sulla danza a Positano. Tutto rimase allo stato di idea ma poi furono  i notabili della città della Costiera ad offrirmene la Fondazione e la Direzione Artistica. Cosa che io feci avvalendomi della collaborazione della Ambrosoli, portando avanti per 40 anni da unico esperto gli sviluppi. Praticamente diedi forma e sostanza con tutte le regole del caso ad una manifestazione che crebbe nel tempo diventando famosa e diffondendone il nome nel mondo. Il direttore dell’Azienda e Soggiorno e Turismo, il mai abbastanza rimpianto Luca Vespoli (del quale il 12 ...

Read More »

Le dichiarazioni del mondo della danza a sostegno del Prof. Testa per il Premio Positano

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Luciana Savignano – L’unica cosa che mi riserbo di dire è che sono molto dispiaciuta. Sono molto legata alla figura del Maestro Alberto Testa, sono stata a Positano in molte occasioni e la professionalità che l’ha sempre contraddistinto è immensa. Sono molto rattristata da quanto accaduto, posso soltanto dire questo. Anna Maria Prina – Il Maestro Testa è una persona eccezionale: ha l’immenso merito di aver fondato, sviluppato e portato avanti questo premio. E’ pur vero che i tempi cambiano e bisogna accettare tutti i cambiamenti che ci vengono presentati…quello che, però, manca in Italia è la mancanza di etica professionale: molto spesso si tende a lasciare da parte chi ha dato vita a molti progetti senza alcuna spiegazione, con modi poco gentili. Quello che mi auguro è che il Maestro Testa possa essere sempre e comunque il modello a cui ispirarsi, il punto di riferimento del Premio proprio perché ha esperienza, ha creato questo appuntamento. Non ritengo sia giusto che venga totalmente cancellato quello che è stato fatto in passato. Giuseppe Carbone – Nel 1969 sono stato il primo a ricevere questo premio: è stato sicuramente un onore, anche perchè in Italia ero uno sconosciuto. Lavoravo ...

Read More »

Le dichiarazioni del mondo della danza a sostegno del Prof. Testa per il Premio Positano

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Elisabetta Terabust – Io sarò tra i premiati di quest’anno, vogliono infatti conferirmi il premio alla carriera. Sono legata al Prof. Testa da un rapporto di affetto e stima che dura da molti anni e sinceramente non sapevo che il suo allontanamento dal Premio non fosse avvenuto in modo consensuale e questo non può che dispiacermi. Tuccio Rigano – Io trovo veramente scandalosa questa situazione perché secondo me c’è una grande incompetenza. Il Prof. Testa è uno dei pochissimi che conosce davvero bene la danza e quindi non riesco a pensare chi meglio di lui possa dirigere artisticamente questo premio. Liliana Cosi – Posso comprendere la voglia di cambiamento e novità da parte di chi organizza il Premio, tuttavia non trovo corretta la modalità con cui è avvenuta la sostituzione del Prof. Testa avrebbero magari potuto optare per una direzione artistica condivisa. Alessandro Molin – Io ritengo che in questo caso si sia mancato di rispetto verso una persona, il Prof. Testa, che ha fatto la storia del balletto italiano, avrebbero almeno potuto conferirgli una presidenza onoraria. Giuseppe Picone – Ricordo che anche lo scorso anno erano emerse delle complicazioni in merito a questo Premio e la ...

Read More »

Le dichiarazioni di chi ha affiancato Alberto Testa nel Premio Positano per 40 anni

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Alessio Buccafusca – Gentili lettori, vi riporto la mail che ho inviato al Sindaco di Positano il  giorno 28 giugno 2011 : ” Gentile Sindaco, e per conoscenza gentile Dott. Lucibello, ho appena terminato di parlare al telefono con il Prof.Testa, è molto addolorato, etc. Domani Le invierà un’e- mail di chiarimento in rispetto della Vs. persona; secondo me, dovremmo lasciare al Prof. la direzione artistica del Premio e, se mi consente, dopo aver ricevuto l’e-mail , sarebbe il caso di parlare direttamente al telefono con il Prof. Ha ben 88 anni!!! Ma è di sicuro all’altezza  di organizzare la parte artistica e far vivere all’amata Positano la magia della danza di qualità. Rosalba De Lucia –  Caro Professore, Positano non dimenticherà mai né  il “Premio Positano Leonida Massine” , né Lei. Questo evento di fama internazionale ha segnato un solco indelebile nella sua cara Positano e nell’intero mondo coreutico.  Io ho avuto la fortuna di lavorare per trentasette anni accanto a Lei, a Luca Vespoli e ad altri grandi il cui scopo era di lavorare gratuitamente giorno e notte solo per la soddisfazione di veder realizzata questa manifestazione che ha fatto conoscere Positano in campo mondiale. Mi ricordo che il ...

Read More »

Cesare Nissirio: “il Maestro Testa merita rispetto”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Ho letto con attenzione le lettere, le dichiarazioni, gli “insulti” patenti o velati che si fanno, per fortuna da una sola parte, ad Alberto Testa, con il quale ho l’onore di collaborare da oltre trent’anni, insieme alle più importanti Istituzioni straniere in Italia, quando alcuni dei suoi attuali detrattori forse non erano nati o erano dei mocciosi, oggi molto presuntuosi. Mi spiace, costoro non conoscono il rispetto per la cultura di cui è invece intriso il Maestro, per il suo spessore e la sua competenza che essi non si sognano nemmeno lontanamente di avere. Non basta assistere agli spettacoli di mezzo mondo per potersi vantare di essere colti o competenti. Non basta! Una lettera meschina è l’esempio di quanto poco lo spessore morale e culturale abitino nell’animo di chi la scrive come di chi non ha ritenuto, pur avendone l’obbligo, fra le pubbliche istituzioni, di dover rispondere alle rimostranze di Alberto Testa, offeso oggi da un comportamento meschino. Rancori, risentimenti, insoddisfazioni personali dovrebbero passare in secondo piano rispetto ad una Personalità verso la quale l’intero mondo della danza italiana (ma anche Positano) deve qualcosa, soprattutto da coloro che oggi  gli vanno contro. Se esistono, docenti, critici, storici, ...

Read More »

Lorca Massine: “Il Sindaco mi voleva a Positano ma qualcun altro non mi ha voluto”

Abbiamo incontrato Lorca Massine, figlio del celebre coreografo Léonide a cui è intitolato il prestigioso Premio Positano per l’Arte della Danza, il quale ci ha raccontato il proprio dispiacere per essere stato escluso senza una reale motivazione dall’organizzazione della nuova edizione del Premio. Maestro ci racconta cosa è accaduto? Tre  mesi fa il Sindaco di Positano mi ha contattato chiedendomi di presentare un programma per il premio Positano che porta il nome di mio padre. Accolsi questa idea con l’entusiasmo di far rivivere il già  prestigioso Premio Positano per l’Arte della Danza voluto 40 anni fa dal Maestro Alberto Testa. Ha quindi iniziato a lavorare ad un progetto? Esattamente. Il programma da me proposto, considerando il breve tempo a disposizione che avevo avuto per la realizzazione, consisteva nel fare interpretare degli estratti delle più celebri coreografie di mio padre alle stelle del Bolshoi e del Kirov con le quali collaboro. Ho deciso di intraprendere questa iniziativa in quanto durante tutta la sua vita il più grande desiderio di mio padre è stato quello di rappresentare le sue coreografie in Russia, cosa che però non gli riuscì. Questo suo sogno, dunque, sarebbe stato finalmente esaudito portando la sua grande anima russa ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi