Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Artemij Pizov proclamato vincitore assoluto della Settimana Internazionale della danza di Spoleto 2014

Artemij Pizov proclamato vincitore assoluto della Settimana Internazionale della danza di Spoleto 2014

PaoloBoncompagniSpoleto

L’ambito Premio della Critica è stato conferito alla coreografa Alessandra Scalambrino

e ai ballerini russi Ekaterina Pokrovskaya e Nikita Mikhajlov.

La prossima edizione si terrà a Spoleto dal 22 al 29 marzo 2015

Russo. Vent’anni. Una straordinaria esplosività unita ad una eleganza naturale: è Artemij Pizov il vincitore assoluto del Concorso Concorso Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, che ogni anno laurea il miglior giovane ballerino durante la Settimana Internazionale della Danza.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato sabato sera, sul palco del teatro del Chiostro di San Nicolò al termine al termine della serata di gala che ha chiuso la 24° edizione dell’evento internazionale che anche quest’anno, per sette giorni, ha trasformato Spoleto nella capitale della danza italiana.

Il giovane russo è stato applaudito da una qualificata giuria, composta da alcuni dei più importanti nomi della danza mondiale.

Alessandra Scalambrino si è aggiudicata l’ambito premio per la migliore composizione coreografica nella categoria “moderno- contemporanea”.

Il primo posto nella composizione coreografica nella sezione “classico-neoclassico” è andato a Rossella Malgarotto.

Menzioni speciali sono state assegnate alle coreografie di Sara Marinelli, Maria Grazia Minopoli e Veronica Sassi.

Ex aequo per l’ambito Premio della Critica, che premia i talenti più cristallini: è andato ai giovani ballerini russi Ekaterina Pokrovskaya e Nikita Mikhajlov, protagonisti di un entusiasmante “Pas de deux” e alla coreografa Alessandra Scalambrino. Il riconoscimento è l’unico di questo genere in Italia. La giuria, presieduta da Sara Zuccari, direttore del Giornale della Danza, il primo quotidiano online italiano dedicato alla “sesta arte” e critico per l’Espresso di Repubblica, era formata da Emilio Carelli, storico direttore di SkyTg24, vicepresidente di Confindustria Radio e Tv e da Antonella Manni, giornalista de Il Messaggero.

I vincitori, oltre ai premi in denaro, si sono assicurati borse di studio presso alcune tra le più importanti scuole di danza italiane e internazionali.

La giuria del Concorso, presieduta da Alberto Testa, era composta da alcuni tra i più grandi nomi della danza mondiale: Viacheslav Gordeev, direttore artistico del Corpo di Ballo dello Russian State Ballet di Mosca; Jan Broeckx, direttore dell’Accademia di Danza di Monaco di Baviera; Sanja Maier-Hasagic della Codarts Rotterdam Dance Academy; Francesco Ventriglia, coreografo di fama internazionale e Paolo Aloise, docente, coreografo ed esponente di punta dell’hip-hop italiano.

La Settimana Internazionale della Danza, affidata alla direzione artistica di Irina Kashkova è patrocinata e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, dal ministero dell’Istruzione, dal Comune di Spoleto e dalla Fondazione Antonini è ormai la più importante manifestazione del settore che si tiene in Italia. E’ anche l’unico evento nazionale di questo tipo accettato nell’International Federation Ballet Competition, la federazione mondiale che associa le venti più importanti manifestazioni di danza nel mondo.

Un prestigio conquistato negli anni, come ha ricordato Alberto Testa, ideatore della manifestazione insieme a Paolo Boncompagni. Testa, autore di celeberrime coreografie cinematografiche, da “Il Gattopardo” di Visconti fino a “Romeo e Giulietta” di Zeffirelli, ma anche danzatore, interprete, docente e critico di danza, ha ricordato con parole commosse il particolare legame tra l’annuale “gioioso raduno di giovani ballerini” e Spoleto.

Una alleanza nel nome della “sesta arte” che è ormai consolidata. L’amministrazione comunale ha voluto suggellarla proprio nella sera finale della ventiquattresima edizione con il riconoscimento del Baiocco d’Argento che è stato consegnato al direttore generale Paolo Boncompagni da Battistina Vargiu, assessore alle Politiche sociali e dei Giovani.

Già fissata la data per la prossima edizione, nella quale la Settimana Internazionale della Danza festeggerà i 25 anni di vita: la manifestazione si svolgerà a Spoleto dal 22 al 29 marzo 2015.
Ecco l’elenco completo dei vincitori:
SEZIONE CLASSICA GRUPPO A

Categoria Allievi

1° Ignudi Clarissa

2° Groznaya Maria

3° Calzuola Greta

Categoria Juniores

2° Kasenova Erika

3° Yablontceva Elisaveta

SEZIONE CLASSICA GRUPPO B

Categoria Allievi

1°Zuppi Rachele

2° Laar Laureen

3° Piirimae Ellinor

Categoria Juniores

1° Ledyakh Alena

2° Tosello Federico

3° Nechaeva Maria

3° Kartamyssova Nuria

Categoria Seniores

1° Pizov Artemij

2° Marinez Santana Leisa

3° Gavryshkiv Andrii

3° Tikhonova Mariia

 

CATEGORIA PAS DE DEUX

1° Pokrovskaya Ekaterina – Mikhajlov Nikita

SEZIONE MODERNA – CONTEMPORANEA

Categoria Allievi

1° Zannella Leonardo

2° Ferrò Luca

3° Santini Leonardo

Categoria Juniores

1° Barbonaglia Paolo

2° Segazzi Naomi

3° Sardelli Giulia

Categoria Seniores

1° Melani Camilla

2° Crispino Claudia

3° Ruggeri Ilaria

SEZIONE COMPOSIZIONE COREOGRAFICA

Categoria classico/neoclassico

1° Malgarotto Rossella

Categoria moderno – contemporaneo

1° Scalambrino Alessandra

MENZIONI SPECIALI ALLE COREOGRAFIE

Marinelli Sara

Minopoli Maria Grazia

Sassi Veronica

PREMIO DELLA CRITICA

Ekaterina Pokrovskaya– Nikita Mikhajlov (Pas de deux) e Alessandra Scalambrino (coreografa).

 

Per informazioni

www.settimanainternazionaledelladanza.it

info@settimanainternazionaledelladanza.it

Tel: 328 3078377

Segreteria organizzativa: Nicoletta Balduzzi

Rosa Belletti

Check Also

Jacopo Tissi e Olga Smirnova insieme per il Concerto di Capodanno dalla Fenice di Venezia

Il Concerto di Capodanno della Fenice come da tradizione propone un programma musicale in due ...

Danza, fiabe e rottura degli schemi tradizionali in “Princess” di Eisa Jocson

Il 20 e 21 novembre 2019, al Teatro Massimo di Cagliari sarà in scena Princess, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi