Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Carrà, Cuccarini, Dorella, Fracci, Morini e le Gemelle Kessler: Le Signore della danza ci raccontano le donne

Carrà, Cuccarini, Dorella, Fracci, Morini e le Gemelle Kessler: Le Signore della danza ci raccontano le donne

Sei splendide artiste, sei donne della danza, sei grandi protagoniste hanno voluto raccontare, in questa importante giornata, il significato che ha per loro l’essere donna. Ognuna di loro ha alle spalle una carriera di tutto rispetto, chi nel teatro e chi nella televisione hanno da sempre onorato l’arte della danza con gusto, eleganza, stile e sobrietà incarnando, ciascuna a modo proprio, un’ideale di donna. 

 Raffaella Carrà: Il concetto di donna, particolarmente legato all’arte della danza ha moltissimi significati. Una danzatrice porta con sé forza, disciplina, armonia, il senso del bello, il senso della fatica, la concentrazione e la capacità di elevarsi in un mondo di fantasia con l’espressività del corpo. E’ un’arte completa perché cura tanto il corpo quanto il cervello ed è per questo che io la consiglio a tutte le donne, a prescindere dalla velleità o meno di diventare grandi ballerine. Mi piace vedere tante mamme che consigliano alle proprie bambine di studiare danza ed agli uomini dico che è importante che anche loro imparino ad amare questa fantastica disciplina.

Lorella Cuccarini: Trovo che poter dare una definizione delle donne sia molto difficile perché la donna porta in sé un’energia ed una sensibilità che la rendono unica. Io credo che oggi, ma come anche nel passato, la donna sia sempre il fulcro della vita e della famiglia, e nel dire questo faccio riferimento a quelle donne che nella mia vita sono state il mio esempio, mia madre e prima ancora mia nonna. Adesso a tutto questo si aggiunge il ruolo di una donna sempre più presente nel settore professionale, anche se è pur  vero che la figura femminile non è sempre valorizzata nel modo giusto, ma questo credo faccia parte di un retaggio culturale che ancora ci appartiene, basti pensare che dal punto di vista sociale le donne hanno ottenuto il diritto al voto solamente nel 1946, e questo è un chiaro indice di quanto ci sia ancora da lavorare per riuscire a dare alle donne un riconoscimento totale. Nella mia esperienza personale a Domenica In ho la fortuna di incontrare tantissime donne ed ogni volta è un viaggio meraviglioso perché la conoscenza con donne anche molto distanti da me mi lascia sempre qualcosa di speciale. Viva le donne sempre!

 Oriella Dorella: Io penso che la donna sia una creatura meravigliosa e proprio per questo sono molto fiera di essere donna. Io sono felice di poter vivere la mia femminilità sotto tanti punti di vista a cominciare dal mio lavoro che è chiaramente ad appannaggio delle donne, anche se ci sono anche dei grandi danzatori uomini. Mi piace essere donna perché amo molto la vanità femminile, la seduzione, il giocare con tutto ciò che abbiamo a disposizione per valorizzare la nostra immagine e quindi i trucchi, le scarpe col tacco, i gioielli. In tutto questo c’è anche il ruolo che la donna ha nella società, anche rispetto all’uomo, un ruolo che non dev’essere mai prevaricante ma affermante senza mai lasciarsi strumentalizzare. Amo molto la donna ferma, consapevole delle sue capacità, femminile e seducente ma con un suo rigore, anche perché donna, equivale ad una parola magica ed assoluta che è maternità. La donna è un gioiello unico nell’universo che incarna in sé l’essere madre e mamma, due cose ben distinte che non sempre si riuniscono in una sola, ma la rendono sempre unica ed insostituibile.

 Carla Fracci:Per me la donna è la figura centrale dell’universo, se solo si pensa che anche nella natura la cosa più importante è il femminile allora tutto assume un significato preciso. La rivelazione più importante sulle donne l’ho avuta da un discorso di Papa Luciani quando espresse quel magnifico concetto secondo cui Dio è Madre. Io faccio un tipo di lavoro che mi ha gratificato moltissimo, un lavoro che non ho scelto ma mi è stato imposto dai miei genitori, inizialmente ho avuto con la danza un approccio pigro, quasi disinteressato, ma il mio modo di vedere la danza è cambiato con l’incontro con la mia grande madre, nel mondo dello spettacolo, Margot Fonteyn. Un’altra eccezionale figura femminile che ha segnato particolarmente la mia vita di donna e di artista è stata quella di Madre Teresa di Calcutta che in una piccola lettera mi esortava ad inserire nella mia danza tutta femminile l’idea di Dio che corrisponde poi al significato femminile del senso della vita. Io auguro a tutte le donne del mondo di unirsi in un girotondo danzante pieno di speranza,  perché così, realizzano questo immenso messaggio di vita.  

 Gemelle Kessler : Amiamo molto la figura della donna sotto tutti i punti di vista, nella danza in modo particolare perché le donne riescono ad interpretare ed incarnare quest’arte in modo perfetto. Se potessimo dare un voto alle donne lo daremmo sempre, in qualsiasi settore, perché le donne sono sensibili, leali, oneste. In Germania abbiamo una cancelliera eccezionale che è Angela Merkel, è una donna di grande stile che ammiriamo tanto.

 

 

Elettra Morini: Auguro a tutte le donne l’augurio di una vita migliore, alle donne più in difficoltà va tutta la mia comprensione e spero in un futuro rosa… Un abbraccio caloroso va a tutte le ballerine di oggi e di domani. E’ bello essere donna, abbiamo una marcia in più!!!

Alessandro Di Giacomo  

Check Also

“Il Barbiere di Siviglia – Balletto d’azione” in scena a Torino

In occasione del sedicesimo anniversario della scomparsa, la coreografa Monica Casadei insieme ai danzatori della ...

Vibo in Danza - ASMED

Vibo in Danza 2019: “SATURA.SÌ! 120 Gr”

ASMED – Balletto dio Sardegna Ai nastri di partenza la rassegna “Vibo in Danza 2019 ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi