Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Entity”: una promessa che si realizza

“Entity”: una promessa che si realizza

“Cosa vuoi fare da grande?” Quante volte viene posta questa domanda? Quante volte ci si promette di inseguire la propria passione e di renderla la propria professione? Milano Contemporary Ballet, progetto di Roberto Altamura, in collaborazione con la Random Dance di Londra, nasce proprio da una di queste promesse.
L’ambizioso obiettivo è quello di permettere a ragazzi tra i 17 e i 20 anni di entrare nel mondo del lavoro, facendo ciò che amano: danzare. Il progetto è un’esperienza unica in Italia e si ispira al modello delle migliori Junior Company d’Europa. La Junior Company Milano Contemporary Ballet non è un semplice corso di formazione professionale, ma è soprattutto una porta sul mondo del lavoro.

I ragazzi selezionati hanno studiato per un anno con costanza e impegno per perfezionare la loro tecnica e hanno fatto ogni mese masterclass e lezioni con i danzatori della Random Dance per rimontare Entity, lo spettacolo di Wayne McGregor. Ora è arrivato il momento: il 20 maggio 2016 la junior company Milano Contemporary Ballet debutterà al Teatro di Milano e darà inizio alla sua tournée, che continuerà con le date di Corato (Bari) il 27 maggio presso il Teatro Comunale, il 4 giugno a Napoli, Teatro Nuovo e il 12 giugno a Vercelli presso il Teatro Civico.

ENTITY, concept, regia e coreografia di Wayne McGregor, in collaborazione con Wayne McGregor | Random Dance è un lavoro che ha debuttato il 10 aprile 2008 al Sadler Wells di Londra. Si tratta di un viaggio mozzafiato attraverso un paesaggio sonoro creato da Jon Hopkins. È una miscela impressionante di corpi e luci, che definiscono Wayne McGregor come la punta di diamante della cultura contemporanea.  Tecnicamente sorprendente, emotivamente senza compromessi e di forte impatto, il lavoro di McGregor rompe i confini e sfida la categorizzazione.

A seguire TREdiTRE,  regia e coreografia di Roberto Altamura, su musiche di A. Vivaldi, è il risultato di una ricerca che nasce dall’esigenza di utilizzare il corpo come strumento al servizio del movimento e della musica. È una performance creata per portare in scena una danza fatta di respiri, forza, delicatezza e ironia. Le tre danzatrici di questa performance danno nuovi colori e sfumature alle composizioni di Vivaldi e l’ alternarsi di estetica, tecnica e qualità dà vita a una danza potente, nervosa, musicale e dinamica.

Chiude il trittico CONNECTIONS, regia e coreografia di Roberto Altamura e Vittoria Brancadoro, creazione inedita per 10 danzatori. L’attrazione tra individui, è un potere potente, capace di stabilire legami anche dopo pochi minuti di conoscenza.  Come se fossimo calamite, possiamo attrarre e catturare, spingerci in un vortice che non sempre siamo in grado di descrivere, ma che cambia le sensazioni nel nostro corpo e nella nostra mente.

Connections è la ricerca di qualcuno, qualcosa, che possa starci accanto, completare e compensare i nostri tasselli mancanti, come se la necessità di trovare un’estensione della nostra persona fosse di importanza vitale. È uno spazio in cui attraverso esperienze, legami, rapporti, relazioni e contatti, il corpo, muovendosi crea continue connessioni con se stesso e con altri corpi.

ORARI &INFO

20 maggio 2016

Teatro di Milano

Via Fezzan, 11 – Milano

27 maggio 2016

Teatro Comunale di Corato

Piazza Marconi 7 – Corato (Bari)

4 giugno 2016  

Teatro Nuovo

Via Montecalvario, 16 – Napoli

12 giugno

Teatro Civico

Via Monte di Pietà, 15  – Vercelli

Tel. 02 43124970

Cell. 392 7367926

giulia.morandi@milanocontemporaryballet.com

www.milanocontemporaryballet.com

 

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.com

Foto: Ravi Deepres – Benedetta Pitscheider – Milano Contemporary Ballet

 

Check Also

“B.L.U.E”: a Firenze il musical completamente “inventato”!

Come dev’essere un musical al tempo del digitale? Interattivo, chiaro. E se è il pubblico ...

L’étoile Sylvie Guillem, la più amata da Nureyev, oggi vive nella sua fattoria

Sylvie Guillem ha “ridisegnato la figura della ballerina”, come si legge nella motivazione del Leone ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi