Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / L’apocalisse di Preljocaj al Teatro degli Arcimboldi di Milano

L’apocalisse di Preljocaj al Teatro degli Arcimboldi di Milano


Una collaborazione tra talenti: così potrebbe essere definito Suivront mille ans de calme, uno degli ultimi lavori di Angelin Preljocaj, creato nell’ambito dell’Anno Francia-Russia 2010 e ora in scena al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Il primo, lo conosciamo bene, è il genio di Angelin Preljocaj, il coreografo francese di origine albanese e attuale direttore artistico (dal 2006) dell’omonimo Ballet Preljocaj con sede al Pavillon Noir di Aix-en-Provence; le sue creazioni, tantissime, sono entrate a far parte nel repertorio di compagnie come quella del Teatro alla Scala, del New York City Ballet e del Ballet de l’Opéra National de Paris che continuano a richiedere la collaborazione di questo artista che è riconosciuto come uno dei più importanti coreografi di oggi.

Meno conosciuto dai ballettofili è il compositore parigino che ha curato le musiche, Laurant Garnier: classe ’66, nato nella periferia parigina, abbandona presto il lavoro nell’ambito alberghiero per dedicarsi al suo vero amore, la musica del mondo della notte; in quindici anni di attività ha fatto conoscere il suo eclettismo in Europa, Australia, Stati Uniti e Giappone, ed è attualmente uno dei migliori DJ nella scena tecno.

Subodh Gupta è invece l’artista plastico indiano che ha realizzato la scenografia; la sua ricerca trae ispirazione dal quotidiano e dagli oggetti che lo circondano; un “ladro d’idoli”, come egli stesso ama definirsi, che, mettendo a confronto la tradizione con la modernità, lo spazio urbano con la ruralità, richiama a modo suo anche i problemi legati alla migrazione in un contesto di globalizzazione.

A curare i costumi, infine, un altro nome nuovo e apprezzatissimo, quello di Igor Chapurin. Astro nascente della moda russa, figlio d’arte (suo nonno ha creato le prime manifatture tessili russe; sua madre guidava una manifattura di cappelli; il padre ha riorganizzato alcune sartorie), “Miglior stilista dell’anno” 2005, lavora con il Bolshoi di Mosca e ha realizzato costumi teatrali, oltre che per Preljocaj, anche per altri registi russi.

La combinazione delle competenze di ognuno dei quattro artisti e la perfetta convergenza di intenti e visioni hanno dato come risultato uno spettacolo poetico e impressionistico che, pur alludendo al testo sacro dell’Apocalisse di san Giovanni, usa la danza, l’arte, la musica per svelare paure e speranze nascoste, recuperando così l’etimo originario dello stesso termine “apocalisse”: portare alla luce, svelare. I ventuno danzatori del Ballet Preljocaj saranno in scena con Suivront mille ans de calme venerdì 17 e sabato 18 febbraio.

ORARI & INFO

Venerdì 17 e sabato 18 febbraio ore 21.00

Teatro degli Arcimboldi

Viale dell’Innovazione, 20

Milano

http://teatroarcimboldi.it

Francesca Romana Famà

 

 

 

Check Also

Raffaella Giordano danza “Celeste – appunti per natura”

In un solo, molto personale, Raffaella Giordano porta in scena Celeste appunti per natura, una scrittura ...

Viaggio alla scoperta del corpo e delle emozioni con “Deserto digitale” di Nicola Galli

Il 15 novembre 2019, al Teatro Petrella di Longiano (FC) sarà in scena Deserto digitale, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi