Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / MP3PROJECT EVENTS e Compagnia Ez3_Ezio Schiavulli in scena al Tetro Vascello

MP3PROJECT EVENTS e Compagnia Ez3_Ezio Schiavulli in scena al Tetro Vascello

Due serate all’insegna della danza contemporanea, nate dalla collaborazione di due realtà solide nel settore: Mp3 Project di Michele Pogliani e la Compagnia Ez3 di Ezio Schiavulli, che si alterneranno sul palcoscenico del Teatro Vascello di Roma, il 21 e il 22 gennaio. Questo sodalizio artistico è nato diversi anni fa dallo scambio reciproco dei due coreografi, sempre attenti a sensibilizzare il pubblico con tematiche attuali e ricercate, modellandosi in fieri.

In scena, il 21 gennaio, Alethès di Michele Pogliani e Luca Della Corte, il giorno seguente Silent Poets di Ezio Schiavulli

Alethès

Un progetto remastered composto da due lavori coreografici: Devotee di Michele Pogliani e Sechs di Luca Della Corte che partono, entrambi, dal testo di Michel Foucault Mal fare, dire vero – Funzione della confessione nella giustizia. Corso di Lovanio (1981).

Che cos’è o dove abita la verità? Quali forme assume nella contemporaneità e – ammesso che siamo pronti ad ascoltarla – quali strumenti abbiamo per comprenderla e farla nostra? E ancora, se consideriamo il processo tecnologico come momento in(e)volutivo che si esprime (anche) attraverso la produzione-acquisizione di “false verità” come “il profilo” o “il selfie”, come e in che misura è possibile parlare di verità? Questi sono alcuni interrogativi da cui si dipanano le due “indagini coreografiche” in stretto dialogo fra loro e immaginate come due “enunciati contraddittoriamente possibili” sui concetti di confessione e di «veridizione», ovvero l’atto di dire la verità e i processi che determinano la produzione e l’assorbimento della verità stessa.

Silent Poets

Un processo coreografico elaborato pensando alle patologie delle personalità borderline e ispirato ai poeti maledetti: Baudelaire, Verlaine, Janis Joplin, Jimmy Hendrix e Pier Paolo Pasolini. La costruzione coreografica nasce dall’archetipo del labirinto, concepito come uno spazio limitato, immaginario, astratto, un luogo di incontro, di visioni collettive e di bisogni individuali. Un gioco iniquo, al quale partecipano personalità estreme che reagiscono in maniera reazionaria ad uno spazio definito, claustrofobico, geometrico, disfacendo la simmetria.

ORARI & INFO

21 e 22 gennaio ore 21.00

Teatro Vascello

Via G. Carini, 78

Roma

06 5881021 – 06 5898031 – promozione@teatrovascello.it

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Audizione il Royal Danish Ballet cerca ballerine

Il Royal Danish Ballet è alla ricerca di ballerine con esperienza in compagnie di balletto classico. Quando: sabato ...

Corista della Scala positivo al coronavirus, stop alle attività: preoccupano i tempi

Un corista della Scala è risultato positivo al Coronavirus e il teatro milanese ha disposto ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi