Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Premio MAB 2016, serata di gala e di eccellenza

Premio MAB 2016, serata di gala e di eccellenza

Premio MAB

Il Premio MAB, noto concorso internazionale di Danza Classica dedicato ai giovani, intitolato alla memoria di Maria Antonietta Berlusconi è andato in scena, al Teatro Manzoni di Milano per la settima edizione, con l’attenta organizzazione di Gisella Zilembo.

Moltissimi i giovani premiati e menzionati in una serata ad alto livello coreutico con il competente giudizio dei membri giurati, presenti in sala. La commissione composta da maestri di chiara fama, in primis il presidente di Giuria nonché direttore artistico del Premio MAB l’étoile Roberto Fascilla, la già direttrice della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano Anna Maria Prina, lo scultore e pittore internazionale Antonio Gnecchi Ruscone, la direttrice della Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma Laura Comi, il coreografo internazionale Luciano Cannito, il Presidente del MAB Silvio Beretta affiancati, come da novità 2016, dalla giuria “entertainment” composta da Rudy Zerbi, Gianluca Impastato e Paolo Giordano, capitanati da Gisella Zilembo, i quali hanno stemperato il clima di attesa e di competizione, per l’ambito verdetto finale, con ironiche e sagaci battute.

I giurati tecnici, sono risultati parte della commissione tecnico-artistica dell’evento, che si è alternata nel corso dell’anno durante le varie fasi della manifestazione, a garanzia di un punto di vista il più vario, competente ed oggettivo possibile (che ha compreso nelle passate sedi di valutazione anche  Carla Fracci,  Bruno Vescovo, Claudia Zaccari, Ivonne Ravelli, Patrizia Manieri, Rene De Cardenas Diez).

Come ogni anno, il gotha della danza, si è ritrovato nello storico teatro milanese per rendere omaggio alla signora Etta, da sempre sostenitrice della formazione tersicorea, tramite l’assegnazione dei premi da parte dell’omonima associazione, che nasce nel 2002 grazie a Maria Antonietta Berlusconi, per fornire una ricca occasione di visibilità ai giovani che con passione e tanto studio s’impegnano quotidianamente nella nobile arte della danza, anche a testimonianza della sua opera atta alla divulgazione e alla promozione della cultura artistica.


Una platea calorosa ed entusiasta, ha tributato il giusto applauso, agli allievi che “passo dopo passo” si sono presentati sul palcoscenico con l’esibizione del proprio lavoro presentati dalla madrina della gara Rossella Brescia.

Ad inizio serata sono giunti il messaggio video dell’étoile Carla Fracci, la quale ha avuto parole di sostegno e incoraggiamento per tutti i giovani ballerini e il messaggio scritto del presidente Silvio Berlusconi che ha esteso il suo augurio ai promotori e partecipanti nel ricordo della signora Etta, come mezzo di successo e fortuna che meritano loro per la difficile professione e per la vita.

Durante le sessioni delle Residenze Artistiche, la commissione tecnica presieduta dal Maestro Roberto Fascilla, aveva individuato, unitamente al coreografo Mariano Alessio Di Stefano, vincitore del Premio Speciale Silvio Berlusconi 2015 (al fine di montare una produzione e di proporsi nel mondo del teatro), sei promesse della danza, che puntualmente si sono esibite durante la serata di Gala nelle figure di Linda Giubelli, Umberto Rota, Sara Caputo, Micol Taiana, Gaia Triacca, Chiara Tartaglia nella creazione dal titolo “Jugglers”, dimostrando il loro talento sotto la guida sapiente ed esperta del maestro Di Stefano. Coreografia realizzata grazie al gettone/produzione dedicato alla realizzazione di una performance capace di incarnare i valori dell’evento e ispirata all’idea che le situazioni della vita, i sentimenti e le vicende che universalmente colorano l’esistenza degli uomini tessano percorsi inaspettati con la leggerezza della giocoleria, traducendo in alchimia ed emozione intrecci sempre nuovi.

Durante la serata, sul palcoscenico sono sfilati tutti i finalisti, in rappresentanza della folta schiera di iscritti da ogni parte del mondo, come sempre senza alcuna quota di iscrizione. Tutti i partecipanti hanno potuto vivere a 360 gradi le palpabili emozioni della sfida per accrescere il loro cammino artistico ed umano anche grazie l’assegnazione di prestigiose borse di studio. Tanti celebri estratti hanno fatto capolino allietando un pubblico da grandi occasioni: Raymonda, Coppelia, Aurora, Cinderella, Corsaro, Esmeralda, Paquita, principessa Florina, Schiaccianoci, Fille mal Gardée, Napoli, Les Bourgeois, il Grand pax Classique, Chinesin, Who Cares? e molti altri.

Gli sfidanti erano suddivisi in quattro categorie: Solisti primavera (Michela Capraruolo, Antonio Casalino, Matilde Dal Zotto, Giada Gallio, Sofia Maestri, Tommaso Mascia, Eleonora Rui), Juniores (Francesco Cortese, Giovanna Doria, Michele Esposito, Linda Giubelli, Giulia Riccardulli, Sara Salvioli, Chiara Tartaglia), Seniores (Paolo Barbonaglia, Emilio Barone, Alessio La Padula, Concetta Garofalo, Claudia Ragosta, Sara Caputo), Composizioni coreografiche (Enrica Marcucci con Tit Tac l’Amour, Antonio Iavarone con Alter-Nativa, Valerio Polverari con Amore ae Psiche, Simonetta Vaccara con Emerald Waves, Francesca Siega con Tension).

Vincitore della categoria Primavera 2016 è risultata Giada Gallio (premiata da Bruno Vescovo), seguita al secondo posto da Michela Capraruolo (premiata da Laura Comi). Vincitore tra gli Juniores 2016 Chiara Tartaglia (premiata da Antonio Gnecchi), mentre Linda Giubelli (premiata da Gisella Zilembo) si è aggiudicata il secondo posto. Emilio Barone (premiato da Anna Maria Prina) e Alessio La Padula (premiato da Silvio Beretta) conquistano rispettivamente il primo e il secondo posto nella categoria Seniores 2016. Per le Creazioni Coreografiche, il podio è andato a Francesca Siega (premiata da Luciano Cannito) mentre a Enrica Marcucci è stato assegnato il secondo posto (premiata da Roberto Fascilla).

Quest’anno il “Premio Speciale Silvio Berlusconi” premio importante perché dona la possibilità ai danzatori di esibirsi, di fare coreografie e produzioni a teatro, suddiviso in due menzioni di cui la prima destinata a sei danzatori tra i concorrenti in gara, i quali potranno frequentare le residenze artistiche, studiando gratuitamente e partecipando anche alla produzione di un nuovo spettacolo con la direzione artistica del maestro Fascilla e la seconda destinata ad un coreografo che prendendo parte al Gala in gara, gli è stato offerto un contratto come docente, per allestire in sinergia con i grandi nomi della danza che compongono lo staff accademico. I sei danzatori vincenti sono risultati Michele Esposito, Paolo Barbonaglia, Alessio La Padula, Giulia Ricciardulli, Giovanna Doria, Sara caputo mentre il coreografo trionfatore è stata la signora Simonetta Vaccara, tutti premiati da Paolo Berlusconi che ha voluto sottolineare la passione e l’impegno degli organizzatori e dei partecipanti oltre alllo sforzo produttivo e al livello artistico nato dall’assoluto talento con un sentito omaggio dedicato alla memoria di Maria Antonietta Berlusconi e della figlia Sabrina Beretta, prematuramente scomparsa.

Molti i premi speciali offerti dai partner e sponsor tecnici: un riconoscimento speciale “Gioia di Danza”, nel nome di Sabrina Beretta, consistente nella possibilità di esibirsi come ospite nel gala di chiusura 2017 è stato aggiudicato da Sofia Maestri premiata da Silvio Beretta con i valletti Emma e Giovanni. Premio speciale della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, consistente in una borsa di studio per accedere ai corsi della celebre istituzione, per una settimana, a Matilde Dal Zotto premiata dalla direttrice della Scuola Laura Comi. Il premio speciale “Gran Gala di Danza” a Paestum per l’inserimento nel cast dell’evento estivo è andato ad Emilio Barone consegnato da Antonio Desiderio. Premio speciale “So Danca” per giovani, sezione gruppi, a “Tic Tac l’Amour” premiato da Rene De Cardenas Diez. Un altro Premio Speciale “giovani”, sezione solisti, è stato assegnato ad Alessio La Padula consegnato da Ivonne Ravelli.

Il Premio alla Carriera edizione 2016, per coronare simbolicamente un luminoso percorso di uno tra i più grandi artisti della danza è andato al  maestro Walter Venditi per l’eccellenza artistica e per la diffusione e promozione della danza, consegnato dal maestro Roberto Fascilla. Mentre il Premio speciale “amici di Mab” è stato assegnato da Gisella Zilembo a Rossella Brescia. Infine il Premio della “giuria entertainment” se lo è aggiudicato l’allievo Emilio Barone.

Da annoverare, durante la serata anche una notevole e pregevole partecipazione, in platea, di protagonisti della danza, tra i quali le tre étoile scaligere ed internazionali Luciana Savignano, Liliana Cosi e Oriella Dorella (che hanno reso immortale la danza italiana nel mondo) e a seguire Oliver Matz, Beppe Menegatti, Tiziano Mietto, Dorian Grori, Stefania Ballone, Loredana Mapelli, Barbara Geroldi, Anna Maria Grossi, Aldo Masella, Renata Bestetti, Maurizio Tamellini, Katya Pianucci, Aida Accolla, Gabriele Teneriello, Carmine Teti, Milena Zanini, Piera Sacchi, Luigi Pignotti, Mattia Semperboni, Oliviero Bifulco, Mia McSwain, Chantal Dardenne e molti altri oltre ad una nutrita presenza di addetti ai lavori.

Come ogni anno, il Premio MAB, si è confermato a pieno titolo un’eccellenza del panorama nazionale, un elegante evento irrinunciabile per bellezza, stile e classe. Un viaggio attraverso le emozioni in movimento, per sottolineare l’impegno profuso alla formazione, all’aggiornamento e al perfezionamento. Un percorso didattico indirizzato alla cultura performativa contemporanea con il consolidamento dei pilastri storici, tecnici e stilistici della disciplina classica di stampo accademico. Un linguaggio pedagogico come strumento lessicale tersicoreo in memoria di chi ha saputo nel passato, con amore e generosità, supportare e spronare i giovani allievi, futuri danzatori del domani.

In chiusura grande festa con tutti i partecipanti in palcoscenico, la giuria e naturalmente il maestro Roberto Fascilla, colonna portante e importante del Premio Mab, che ha concluso la serata dedicando queste bellissime parole: “Il risultato è ottimo perché tutti i ragazzi sono di una qualità straordinaria e non è solito merito di loro ma anche e soprattutto dei loro insegnanti perché è chiaro che le loro attitudini sono senz’altro spronate ed educate dai loro bravissimi e capaci docenti”.

Un evento “in danza” di risonanza internazionale nel nome dell’Italia.

 

Michele Olivieri

 

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Raffaella Giordano danza “Celeste – appunti per natura”

In un solo, molto personale, Raffaella Giordano porta in scena Celeste appunti per natura, una scrittura ...

Viaggio alla scoperta del corpo e delle emozioni con “Deserto digitale” di Nicola Galli

Il 15 novembre 2019, al Teatro Petrella di Longiano (FC) sarà in scena Deserto digitale, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi