Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Premio MAB 15 anni al servizio del talento, nel nome di un grande sogno 

Premio MAB 15 anni al servizio del talento, nel nome di un grande sogno 

Il 2024 è, per associazione MAB, un anno speciale, quello del suo quindicesimo anniversario: un momento importante e l’occasione per una riflessione sul futuro, ma anche sulle radici di una realtà ormai presente e riconosciuta in tutto il mondo, che nasce dall’impegno quotidiano, incrollabile e appassionato di tanti, con la ferma intenzione di celebrare il talento, attraverso il magico caleidoscopio umano della Danza Classica, nel nome e grazie all’esempio della signora Etta. 

MAB è l’acronimo di Maria Antonietta Berlusconi, ma è prima di tutto, un’eredità etica: l’intenzione di mettersi al servizio dei giovani e dei loro sogni, con la responsabilità di renderli veri, di dare speranza costruendo prospettiva, come nelle intenzioni portate avanti dal fondatore e primo direttore artistico, il maestro Roberto Fascilla. 

Su questa base, si apre l’edizione 2024 del Premio internazionale di Danza Classica (ideato da Gisella Zilembo su richiesta della famiglia Beretta Berlusconi), celebrata al Gala di Associazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza (pres. TOMMASO VARALDO), al Castello di Lucento, il 19 novembre. 

Durante la serara, accanto ad Albano Carrisi, si esibiscono tre giovani talenti MAB: Chiara Liberto, Ismaele Narcisi e Noemi Cobelli, con la ferma volontà di stabilire connessioni socialmente significative. 

Immediatamente a seguire, la dirigenza MAB vola in Finlandia in visita ufficiale alla Municipalità di Turku ed al Politecnico cittadino, per gettare le basi di una collaborazione volta alla promozione dell’Arte come base per una società sana. 

Così, al rientro, in occasione dei festeggiamenti del 2 dicembre presso il Papermoon Giardino di Milano, il Presidente, Silvio Andrea Beretta, annuncia la trasformazione del Premio “Gioia di Danzare – Sabrina Beretta” in una donazione a favore del Charity Partner, inaugurando una tradizione, che rinvigorisce la caratura sociale, da sempre essenziale per l’associazione. 

Proprio il taglio fortemente inteso ad evidenziare il legame fra Arte e Filantropia, il 7 dicembre, vale ad l’Associazione MAB la Civica Benemerenza Ambrogio d’oro, conferito dalla città di Milano, presso il Teatro Dal Verme. 

Contestualmente, viene varato il Bando di concorso 2024 e  sono annunciati i nomi dei direttori artistici del XV:

Lizt Alfonso e Salvatore Manzo  (primo vincitore nel 2010, recentemente nominato Etoile del Teatro San Carlo di Napoli. A lui, l’onore di guidare, durante la finale del 9 giugno al Teatro Manzoni, la giuria composta dai trionfatori delle prime edizioni). 

Nel frattempo, proseguono gli appuntamenti formativi, per i ragazzi che scelgono la dedizione allo studio e si appassionano al sapere coreutico. 

Il 15 dicembre, al Teatro Manzoni, va in scena lo spettacolo  “What i Want for Christmas”, annunciato in TV da Federica Panicucci  a Mattino 5, co-prodotto da Influendo srl, ideato e diretto da Gisella Zilembo, come esito di un laboratorio di Theater Coaching e Mindfulness applicata alle Arti sceniche. Tra i protagonisti, Andrea Cheldi, vincitore del Premio MAB 2023 e Ester Papini, finalista nella medesima edizione, che condividono il palco con artisti di diversa estrazione e talenti emergenti del circuito MAB. 

Sempre a dicembre, Gisella Zilembo, incontra gli studenti del Liceo Coreutico Candiani Baush, in collaborazione con Francesco Posa. 

Contemporaneamente, presso il centro congressi di AC Hotel by Marriott Milan Sesto, decine di giovani ballerini provenienti da tutta Italia si cimentano nei corsi intensivi, valevoli per l’accesso alle  Residenze Artistiche. 

All’avvio delle Residenze Artistiche, nella fitta programmazione dell’associazione, si abbina, nel mese di gennaio, oltre alla visita ufficiale a Cuba, il tradizionale appuntamento con Igal Perry, con una speciale Masterclass Audition,  a Torino (presso lo studio affiliato MAB Magdeleine G), per l’ammissione ai programmi didattici di Peridance, celebre Accademia newyorkwse.

È a PERIDANCE che presso il KNJ Theater, a Marzo, sarà avviato il programma di certificazione internazionale per docenti, dedicato in esclusiva ai titolari dei centri afferenti al circuito scuole MAB. Si tratta di un progetto per la ratifica delle competenze dei maestri, con un’attestazione di competenze rilasciata da un polo formativo di indiscusso riferimento mondiale. 

A febbraio, intanto, Teatro Oscar a Studio Danza Arabesque (sempre scuole accreditate MAB) saranno ospiti, in rappresentanza del network, della Performing Arts Academy di Huittinen, guidata dal prof. Evan Schoombie, grazie al programma di studi internazionali diretto da Gisella Zilembo.

Sebbene sia solo l’inizio e i prossimi mesi promettano grandi novità, il calendario denso di appuntamenti di MAB, torna a significare la storia dell’Associazione come quella di una cultura del “fare”, nel nome di un grande sogno: quello della signora Etta, che da quindici anni vive e cresce nei suoi amati ragazzi.

 

Check Also

Aterballetto in “Stravaganze in sol minore” spettacolo per bambini con storie ed i disegni di Toti Scialoja

Stravaganze in sol minore di Francesca Lattuada è al Teatro Il Piccolo di Forlì: martedì ...

Serata d’autore con il BTT e la compagnia spagnola LARREAL

Venerdì 14 giugno alle ore 21 il palcoscenico del Teatro Astra di Torino ospiterà una ‘Serata d’Autore’ dedicata ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi