Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Post Scriptum Company danza all’Angelo Mai

Post Scriptum Company danza all’Angelo Mai

Post Scriptum Jungle Drum - Ph.Guido Mencari

 

 

 

Due spettacoli in un due serate, tutte da vivere. I prossimi 13 e 14 ottobre all’Angelo Mai di Roma va in scena la Compagnia Post Scriptum che porterà sul palco del teatro capitolino due pièceL’uomo rivoltato e Jungle Dream.

Il primo lavoro racconta la distanza tra i suoi sogni, i suoi desideri, il suo amore e la realtà inesorabile della vita spingono l’uomo a rivoltarsi. La scelta della rivolta è eroica, ma non scontata: rabbia, sofferenza, disperazione e ironia sono le armi in mano ad un uomo che vuole diventare eroe. L’uomo rivoltato è una celebrazione dell’umano, del suo coraggio e della sua debolezza. È un omaggio alla vita, un inno all’amore, nei suoi colori più tragici.

Jungle Dream, invece, è la rappresentazione onirica di un uomo che si figura in tre diversi stadi della sua vita: infanzia, età adulta, maturità. L’uomo riflette sulla propria condizione e in particolare su quella dell’attore, continuamente sottoposto allo sguardo altrui. Il rapporto con l’Altro diventa elemento costitutivo dell’esistenza, specchio di sé, anima gemella.
Nel ‘600, Re Luigi XIV si proclamò “Roi Soleil”. Cercò di negare il buio che avvolge la solitudine umana e fece della sua intera vita uno spettacolo, una messa in scena sempre illuminata e visibile a tutti. Nel XXI secolo, i social media sono l’espressione dello stesso desiderio perverso e bruciante: non essere dimenticati, fermare il tempo.
Fino a che punto è perseguibile, questa utopia? E nella ricerca di se stessi attraverso lo sguardo altrui, che ruolo assume un sentimento tanto abusato quanto imprescindibile come l’amore?

La Post Scriptum Company è stata fondata nel 2016 da Pietro Quadrino (attore e autore) e Giulio Boato (regista e video maker). Dopo aver lavorato con artisti affermati della scena teatrale europea (Jan Fabre, Romeo Castellucci, Jan Lauwers, Pascal Rambert, Alex Rigola), Quadrino e Boato decidono di collaborare alla realizzazione di un progetto comune che unisca la radicalità della performance alla tradizione teatrale. Nel panorama artistico contemporaneo in cui tutto sembra essere già stato detto, il loro post scriptum è: “Abbiamo ancora qualcosa da dire”.

Nel 2015, Quadrino scrive il suo primo testo teatrale: L’uomo Rivoltato, una forma poetica, monologica, autodidatta e istintiva, svincolata dalle consuete regole della scrittura drammatica. Quadrino decide di interpretare personalmente il testo, e propone a Boato di curare la regia dello spettacolo. L’incontro professionale dei due artisti si fa quindi sulle assi del palcoscenico, durante la prima residenza di creazione de L’uomo rivoltato, nel teatro-laboratorio di Jan Fabre, ad Anversa. La collaborazione con il compositore Lorenzo Danesin inizia dopo aver ottenuto una prima forma di spettacolo. Nel 2016, Quadrino approfondisce il proprio rapporto con la scrittura componendo un nuovo testo che raccoglie una serie di monologhi sotto il titolo Jungle Dream. In seguito alla stesura, ricomincia il dialogo con Boato che in questa prima fase assume il ruolo di dramaturg, lavorando alla forma e all’organizzazione drammaturgica.  Il dialogo comprende anche la selezione del cast: consultandosi con Boato, l’autore scrive specificamente per alcuni interpreti.  Durante le prove, Quadrino assume il ruolo di regista al fianco di Boato, e insieme dirigono gli eventi selezionando, organizzando e sviluppando il materiale ottenuto durante le improvvisazioni, così come le proposte musicali e coreografiche. Parallelamente, il testo inizia a inserirsi tra i movimenti scenici, che ne diventano causa e conseguenza. Grazie al lavoro condiviso, i diversi monologhi iniziano a integrarsi. Gli attori e danzatori chiamati a portare i gesti e le parole diventano le linee guida dello spettacolo, incarnandone il senso.

ORARI & INFO

12 ottobre ore 21.00 L’uomo rivoltato

13 e 14 ottobre ore 21.00 Jungle Dream

Angelo Mai

Via delle Terme di Caracalla, 55/a

Roma

prenotazioni@angelomai.org

 

www.giornaledelladanza.com

Foto di Guido Mencari

Check Also

Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala al Teatro Municipale di Piacenza

Domenica 3 marzo 2024, alle 16, gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla ...

Biennale Danza Cristina Caprioli Leone d’Oro alla carriera 2024

È la danzatrice e coreografa italiana residente in Svezia Cristina Caprioli, autrice di un corpus ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi