Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Oltre gli stereotipi e le regole con “Vortex” di Phia Ménard

Oltre gli stereotipi e le regole con “Vortex” di Phia Ménard

Il 30 gennaio e il 2 febbraio 2020, il Teatro India di Roma ospita la Compagnia Non Nova con Vortex, regia, coreografia e interpretazione Phia Ménard, drammaturgia Jean-Luc Beaujault, musiche di Ivan Roussel da Claude Debussy. Produzione Compagnia Non Nova in collaborazione con Institut Français Italia.

Regista, artista performativa, danzatrice e giocoliera francese, nel 1998 Ménard fonda Non Nova spinta dal desiderio di avvicinarsi alla giocoleria in una prospettiva diversa e innovativa, attraverso la strutturazione scenica e drammaturgica di ogni pezzo. Non nova, sed nove (non cose nuove, ma in un modo nuovo) costituisce il motto e il precetto fondamentale della Compagnia che sfida le convenzioni, attraversa i generi e supera gli stereotipi, alla ricerca di una forma espressiva fuori dagli schemi e dalle consuetudini.

Nel 2018, il percorso artistico di Ménard vira in una nuova direzione con il progetto ICE per Injonglabilité Complémentaire des Eléments, il cui scopo è lo studio della trasformazione e dell’erosione attraverso materiali naturali, da cui nascono spettacoli di forte impatto scenico presentati in numerosi teatri e musei francesi. Nel gennaio 2014, l’artista è stata nominata Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese.

In Vortex il palcoscenico diventa luogo di sperimentazione, sfida e ribellione alla cosiddetta normalità, in cui si delineano nuove regole della pratica artistica e nuove linee di confine dell’identità personale. L’opera, infatti, accompagna lo spettatore nel moto della metamorfosi fisica e mentale, ogni canone si dissolve nei movimenti fluidi e ipnotici della performer che gioca con l’elemento vento, in una realtà immaginifica priva perfino di leggi fisiche, in cui la forza di gravità si annulla a favore di una danza liberatoria e poetica.

ORARI & INFO

30 gennaio e 2 febbraio, ore 21.00

Teatro India
Lungotevere Vittorio Gassman, 1
00146 Roma

Telefono: +39 06 87752210

Stefania Napoli
Fotografia: Jean-Luc Beaujault
www.giornaledelladanza.com

Check Also

Roberto Bolle a Sky Tg24: i ballerini vanno in pensione a 47 anni, io ne ho 45, quindi sto per andare in pensione

Roberto Bolle è l’ospite del vicedirettore di Sky TG24 Omar Schillaci in “Roberto Bolle – L’attimo sospeso”, il nuovo ...

Tampa-City-Ballet

Paula Nuñez: “Gli artisti sono portatori di speranza e ispirazione nel mondo” [ESCLUSIVA]

Nata a Caracas, in Venezuela, Paula Nuñez ha danzato in diverse compagnie in Sudamerica e ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi