Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Libri e Video (page 14)

Libri e Video

Bill T.Jones:Un libro che racconta la vita di “un insostituibile tesoro della danza”

“Un insostituibile tesoro della danza”. Bill T.Jones ,cosi definito da “The Dance Heritage Coalition”, svolge attualmente,accanto al  lavoro di coreografo,quello di insegnante presso lo State University of New York. In questo libro biografico, già presente nelle librerie per l’Epos, l’autrice, Alessandra Nicifero,racconta la fervida  vita e l’eccellente carriera di questo grande artista. Approdando la prima volta sul palcoscenico ,durante il liceo, ed essendone rimasto folgorato,si iscrive allo State University of New York. Sarà l’incontro ,nel corso delle lezioni di contact improvvisation,con il fotografo Arnie Zane , a cambiargli la vita. Egli diventerà non solo il suo collaboratore,ma anche suo compagno per 17 anni. Dopo aver fondato insieme l’American Dance Asylum,i due avviano un percorso lavorativo finalizzato a denunciare la realtà americana,forte di discriminzaioni razziali e sessuali. Con la morte per AIDS di Arnie Zane,inizia una nuova fase per Jones. Le sue coreografie assumono un carattere sofferente,colmato di rabbia , nei confronti  della società in cui vive. Decide infatti di staccarsene ,in quanto già rifiutato per essere nero,omosessuale e sieropositivo. Una vita irrequieta quella di Bill T.Jones,il quale però non si è lasciato sopraffare. Ha saputo infatti mettere in scena la dura realtà della sua esistenza,diventando cosi una delle voci più eloquenti della ...

Read More »

“Ricordanze”, un libro che descrive la più effimera delle arti: La danza

“Danza,la più effimera delle arti. La più preziosa. Perchè quando è finita,è finita per sempre. E ne resta soltanto una luce abbagliante nella memoria.”  Vittoria Ottolenghi, signora della critica della danza, definsice cosi quest’arte. Ed è proprio questo il tema del libro intitolato Ricordanze:memoria in movimento e coreografie del tempo (Utet università) ,a cura di Franco Suzanne e Marina Nordera e in vendita dal mese di dicembre. Frutto della collaborazione di più autori, esperti di danza,esso analizza a fondo il complesso rapporto fra danza e memoria. La danza è un’arte effimera e in quanto tale, l’unica traccia che lascia di sè, dopo la sua esecuzione, è il ricordo. Un ricordo indelebile,fonte di grandi emozioni. Un ricordo che mai tornerà a ripetersi e l’unico luogo ,in cui indugia , è la memoria. La danza è un’arte sfuggente,che non può essere trattenuta, perchè bisogna coglierla nell’istante giusto, per poi lasciarla andare. Come un quadro dipinto con la sabbia,cosi è la danza. Appare e poi svanisce,rendendosi eterna nei pensieri e nella memoria. Antonia Nedelcu

Read More »

“La ballerina dello zar”: Un libro che racconta l’emozionante storia di Mathilde Kschessinskaya

Esisteva una lunga e arcaica tradizione russa in virtù della quale imperatori, granduchi, conti ed ufficiali sceglievano le proprie amanti tra le ballerine di danza classica. E questo fu anche il destino di Mathilde Kschessinskaya, prima ballerina dell’eccelso Teatro imperiale Mariinsky e protagonista del romanzo storico La ballerina dello zar, uscito il 25 novembre 2010 in tutte le librerie per Neri Pozza. L’autrice del libro, Adrienne Sharp, ci racconta la vita di una grande donna passata alla storia come una delle più talentuose ballerine di tutti i tempi e come l’amante dell’ultimo zar Nicola II, detto Niki. L’incontro tra l’Imperatore e la prima ballerina, come si racconta nel libro, avvenne durante uno dei saggi della scuola di ballo del Teatro Mariinsky, che venivano allestiti grazie ai finanziamenti degli zar Romanov. Era il 23 marzo 1890 quando lo zar Alessandro III, in occasione delle sobria cena che seguì il saggio finale della scuola, fece sedere alla sua sinistra Nicola e, accanto a lui, la ragazza che più di tutte prometteva di essere una stella del Mariinsky, Mathilde Kschessinskaya. Nel romanzo, ambientato nei fasti del grande stato sovietico dal 1890 al 1920, la storia d’amore tra Niki e Mathilde si intreccia inesorabilmente ...

Read More »

Anbeta Toromani e Josè Perez, la loro danza in dvd

Anbeta Toromani e Josè Perez, primi ballerini del noto programma televisivo  Amici, il talentshow che negli anni ha riscosso grande successo di pubblico, ci hanno sempre affascinato con i loro famosi “pas de deux”, notevolmente coreografati dall’insegnante Alessandra Celentano. Nei loro “pas de  deux”, originali e di elevato gusto artistico, emerge la loro smagliante tecnica classica unita alla liricità, alla fluida dinamicità dei corpi e all’eleganza, che contraddistingono tutte le creazioni della Celentano. In particolare nel dvd, al momento disponibile, troviamo lo spettacolo del loro tour teatrale, che si è svolto nel 2009, guadagnandosi la stima e l’affetto del pubblico, che ne ha fortemente richiesto il filmato. La loro danza, nello stesso tempo morbida e carismatica, dove si impone la forte espressività dei loro corpi statuari, li ha resi icone del programma Amici e i ballerini più amati del piccolo schermo. Leonilde Zuccari

Read More »

Esce in dvd “Fiamme di Parigi”: la storia e il sentimento di un popolo

Nel 1932 il noto coreografo Vasilij Vainonen, 15 anni dopo la Rivoluzione d’Ottobre, concepisce per il Kirov una originale creazione a soggetto storico dal titolo  Fiamme di Parigi. Nel 2008 il Balletto del Bolshoi ripropone lo stesso capolavoro con il rifacimento coreografico del Direttore artistico Alexei Ratmansky. La rappresentazione ebbe molto successo, grazie anche all’elevato contributo artistico dei danzatori ed oggi è possibile riviverla, perché immortalata nel dvd che è da poco disponibile in commercio. Fiamme di Parigi è un balletto in due atti incentrato sulla storia della Rivoluzione francese, come si può ben capire anche dalle musiche di Boris Asafiev. Non manca infatti la storica Marsigliese, intrisa di sentimento patriottico. Tanti critici lo hanno definito eroico o popolare ed è interessante notare come la danza, al pari della musica, riesca ad innalzare gli animi ad un sentire comune, quello dell’amor di patria.  Fu un cast d’eccezione quello del 2008: Ivan Vasiliev che, nel ruolo del marsigliese Philippe, fece esplodere il pubblico e la critica per i suoi salti vertiginosi e per la sua tecnica smagliante. Fu non a caso soprannominato “The boy who can fly”. E ancora Natalia Osipova, nelle vesti di Jeanne, che affiancava Vasiliev in “pas de ...

Read More »

Dancing for Mr. B: Il dvd che ritrae l’ideale “ballerina balanchiniana”

Si tratta di un celebre video del 1989 oggi disponibile in dvd, dove si delineano perfettamente i ritratti di sei ballerine che hanno seguito le orme del loro grande maestro Balanchine. Ritratti unici perchè incarnano la concezione “balanchiniana” della danza. Queste sei ballerine sono sue creazioni e, attraverso questo magico dvd, noi possiamo scrutare nell’anima e nella mente dell’artista dal punto di vista delle sue muse. In questo dvd emerge il modo in cui Balanchine ha utilizzato  il suo incredibile estro artistico per dare forma alla sua immagine di ballerina ideale e renderla opera d’arte vivente. Nel dvd sono presenti importanti ed interessanti interviste delle sei ballerine che ci svelano tutti gli aneddoti, le curiosità, l’atteggiamento, le qualità umane e professionali del maestro Balanchine. Maria Tallchief, Mary Ellen Moylan, Melissa Hayden, Allegra Kent, Merrill Ashley e Darci Kistler ci raccontano così come durante le prove Balanchine si concentrasse solo sui passi e sulla costruzione estetica della danza che doveva tendere alla perfezione. Tra le sei interviste spicca quella di Maria Tallchief, una delle sue quattro mogli, dalla quale trapela un Balanchine visto con occhi da amante oltre che da allieva. Il loro fu un rapporto basato principalmente sul loro stretto ...

Read More »

Prolifera la danza in dvd da Pina Bausch e John Neumeier a Svetlana Zakharova e Ulyana Lopatkina

É da poco uscito il dvd che contiene la celeberrima creazione di Pina Bausch, Cafè Muller, una creazione che ha dell’eccezionale perché nasce dal resoconto dei suoi ricordi di infanzia, concentrati soprattutto intorno al cafè del padre, in cui ha trascorso la sua infanzia assistendo sinistramente alle dinamiche del mondo degli adulti. Ambientato nella Germania del dopoguerra, Cafè  Muller, è un’opera singolare nel repertorio del Wuppertaler Tanztheater di cui la Bausch è stata direttrice. I protagonisti sinistri dell’intera coreografia sono i drammi e i sentimenti umani, visti nella loro purezza e assoluta essenzialità. É la storia di un amore infelice, un lamento d’amore, una metafora dolce ed inquieta sull’impossibilità di un contatto profondo. Tutto viene espresso attraverso la pura danza, accompagnata dalla musica di Henry Purcell. Le persone coinvolte sono sei, ognuna segnata da un dramma. Molto forte è l’immagine della donna che continua a gettarsi nelle braccia dell’amante che rinuncia all’abbraccio, ma senza determinazione; quella dell’uomo ansioso che si muove ciecamente, incurante di lui; e poi l’altra donna che, nonostante i suoi sforzi, passa inosservata. Inoltre è uscito a settembre del 2010 anche il cofanetto che raccoglie in due dvd la versione della Matthaus – Passion, coreografata da John ...

Read More »

Ballo Excelsior: un dvd per non dimenticare una memorabile messa in scena con Fracci, Bortoluzzi e Razzi

É da poco uscito un dvd magico, perché contiene momenti unici ed irripetibili. Un’indimenticabile trasmissione televisiva, infatti, permise ad un folto pubblico di partecipare emotivamente alla storica rappresentazione del balletto Excelsior, che avvenne presso il teatro alla Scala di Milano nell’estate del 1978, in occasione dei 200 anni di storia della Scala. E ad oggi, sappiamo che quel filmato non è andato perso, ma che continuerà a rievocare un importante pezzo di storia del Teatro milanese grazie a questo dvd. Come dimenticare un cast d’eccezione come quello del 1978: la Civiltà incarna lo stereotipo della “prima ballerina assoluta” fine secolo. É graziosa, elegante, sicura e padrona della scena, un ruolo che a Carla Fracci calzava a pennello. Di grande pregnanza drammatica, contrassegnata da una condotta lineare e omogenea, è la figura della Luce, che venne interpretata dalla grande étoile, Anna Razzi. Lo schiavo invece era appannaggio del più grande ballerino del dopoguerra, Paolo Bortoluzzi. Ballerini e ballerine scaligeri, tra cui Barbara Geroldi, Annamaria Grossi, Mara Cavagnini, Bruno Telloli, Bruno Vescovo, Paolo Podini, Aida Accolla e Loredana Mapelli costituivano il corpo di ballo. L’Excelsior fu forse il ballo italiano di maggior successo dell’Ottocento e sicuramente l’unico a rimanere in repertorio fino ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi