Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Dal Lago alla Black Cake: il Wiener Staatsballett al Teatro Ristori

Dal Lago alla Black Cake: il Wiener Staatsballett al Teatro Ristori

Wiener Staatsballett Black-Cake

Ritorna a Verona il corpo di ballo dell’opera di Vienna, che, dopo il successo della scorsa stagione, presenta un nuovo programma dedicato ai grandi maestri della coreografia.

Quest’anno Manuel Legris, direttore che sta facendo un grande lavoro di perfezionamento dei balletti tradizionali e di continuo aggiornamento della compagnia, ci mostra la freschezza e l’eccellenza con cui i ballerini affrontano i grandi coreografi e i loro personalissimi stili.

Si comincia dal balletto più classico con l’inedito, per il pubblico italiano, Pas de cinq del Lago dei Cigni  di Nureyev, balletto presentato a Vienna nel 1964, e che fu successivamente “ritoccato” per l’Opéra di Parigi (ed è questa la versione della Scala).

Facciamo poi un passo nella tradizione che riprende la tecnica accademica ma la colora con un movimento più ampio e attento a ogni minimo contrappunto musicale: si tratta di Balanchine, chiaramente, di cui verrà presentato l’Allegro Brillante, che è, per stessa ammissione del coreografo, un concentrato (di circa un quarto d’ora) delle conoscenze di Balanchine sul balletto: una coreografia difficile, in cui risaltino la forza e l’ampiezza dei movimenti, insieme alla precisione estrema dei gesti sulla partitura di Tchaikovsky.

Rimaniamo in America, ma passiamo decisamente alla modernità con il coreografo Jerome Robbins, e il suo Other dances: coreografia creata su musiche di Chopin per la Makarova e Baryshnikov  (come coda di Dances at a Gathering), per esaltare le capacità dei ballerini (fino al virtuosismo) e la semplicità e il romanticismo sia del balletto sia della partitura musicale, senza dimenticare le influenze folk (non a caso sono tre mazurke e un valzer).

Infine abbiamo due coreografi contemporanei: Neumeier e va Manen.

Di Neumeier sarà presentato Vaslav, un breve balletto su Nijinsky creato nel 1979 su musiche di Bach (alcune scelte dallo stesso Nijinsky per un suo balletto), e divenuto poi base di partenza del balletto intitolato Nijinsky, che ha debuttato ormai 14 anni fa (con, fra gli altri, i fratelli Bubenicek nel ruolo del celebre ballerino).

Di van Manen, un interessante coreografo contemporaneo, infine, una creazione commissionata da Kyliàn per il Nederlands Dans Theater: Black Cake, un delizioso balletto ambientato durante una festa in cui gli invitati danzano e bevono, bevono e danzano, creando un intreccio di relazioni tra uomini e donne di forte sensualità (non mancano riferimenti a paso doble e tango) e musicalità (non a caso le musiche sono un intreccio di Tchaikovsky, Stravinskij, Janacek, Mascagni e Massenet).

Una festa nella festa, in un percorso tra celebri coreografi, per una serata di grande danza.

 

ORARI&INFO

29 e 30 maggio 2014, ore 21.00

Teatro Ristori

Via Teatro Ristori, 7, 37122 Verona.

Tel.: 045-6930001

info@teatroristori.org

 

Greta Pieropan 

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Natalia Makarova la stella russa della seconda metà del XX secolo compie 80 anni

Artista straordinaria, tra le più grandi ètoiles russe della seconda metà del XX secolo. Natalia ...

La danza e il valore della disciplina

La danza è disciplina. Punto. Una delle lezioni più importanti della danza, infatti, è il ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi