Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Dance On Ensemble celebra l’eccellenza artistica dei danzatori over 40, perché la danza non ha età

Dance On Ensemble celebra l’eccellenza artistica dei danzatori over 40, perché la danza non ha età

Il 12 e 13 maggio 2022, a Triennale Milano Teatro di Milano sarà in scena in prima italiana la compagnia berlinese Dance On Ensemble con quattro intense coreografie, Deep Song + Everything / Nothing, Works in silence, Marmo, ideate da tre diversi coreografi.

Dance On Ensemble è stata fondata nel 2015 ed è attualmente diretta dal danzatore americano Ty Boomershine. La compagnia si pone il fine di esplorare il rapporto tra danza ed età, sia sul palcoscenico che nella società e di celebrare l’eccellenza artistica, l’esperienza e il carisma dei ballerini dai 40 anni in su, perché la danza non ha età.

Dance On Ensemble sta quindi sviluppando un repertorio di opere contemporanee rivoluzionarie che creano una solida base per un futuro repertorio ricco e ambizioso per i danzatori non più giovanissimi.

Nel 2016, infatti, grazie ai finanziamenti di Europa creativa, la compagnia ha lanciato un progetto di cooperazione su larga scala dal titolo Dance on, Pass on, Dream on, (Continua a ballare, Passa oltre, Continua a sognare), che riunisce nove organizzazioni di otto paesi europei che affrontano il ‘problema’ dell’età nel settore della danza.

Lo spettacolo proposto a Milano rimette in scena lavori iconici reimmaginati attraverso il linguaggio unico e personale di numerosi artisti contemporanei.

Deep Song è un riallestimento di un breve solo di Martha Graham, creato dalla coreografa in risposta alla guerra civile spagnola e alla violenza che ne è scaturita.

Segue Everything / Nothing di Tim Etchells, pluripremiato artista performativo e scrittore il cui lavoro abbraccia performance, video, fotografia, progetti testuali, installazioni e narrativa.

Works in Silence fa rivivere le opere giovanili del vasto repertorio della danzatrice e coreografa americana Lucinda Childs che si basano sull’essenza del movimento iniziale, ossia l’atto del camminare, per illustrare l’evoluzione del gesto nella danza. La maggior parte dei lavori di Childs non è stata più rivista da quando sono stati mostrati per la prima volta negli anni ’70.

Infine, MARMO di Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi, celebra l’essenzialità con cui i corpi creano uno spazio tridimensionale e concreto, che sembra rispondere ai principi dell’architettura e della geometria. Il corpo assume la consistenza e le qualità minerali del marmo, una pietra che, per la sua particolare composizione e luminosità, è considerata il materiale scultoreo per eccellenza. L’opera è un viaggio che segue la trasformazione e l’evoluzione della pietra dalla fase iniziale di estrazione fino al laboratorio dello scultore, dove viene scolpita e prende forma.

INFO

12 e 13 maggio 2022, ore 19.30

Triennale Milano Teatro
Viale Emilio Alemagna, 6
Milano

 Telefono: +39 02 7243 4258

Stefania Napoli
Fotografia: Jubal Battisti
© www.giornaledelladanza.com

 

Check Also

Balletto di Roma, Giulietta e Romeo di Fabrizio Monteverde al Teatro Olimpico

Si apre la stagione della danza all’Accademia Filarmonica Romana martedì 4 ottobre al Teatro Olimpico di ...

Royal Ballet al cinema nel mondo con “Mayerling” omaggio a MacMillan

Per il trentennale dalla morte di Sir Kenneth MacMillan,  la Royal Opera House porta al ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi