Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / I Teatri di Broadway spettacoli, tutto chiuso fino al 2021

I Teatri di Broadway spettacoli, tutto chiuso fino al 2021

 

New York, 30 giugno 2020 – La Broadway League, cioè l’associazione di categoria che rappresenta i teatri di New York City, ha annunciato che a causa della pandemia da Coronavirus non ci saranno spettacoli per il resto dell’anno: se sarà possibile, le porte riapriranno solamente nel 2021. Si tratta di una decisione inevitabile ma sofferta, che causa enormi danni economici per il settore e che riverbera lasituazione che sta attraversando il mondo del teatro in altre parti del mondo, Italia compresa.

 

Teatri, Coronavirus e salute pubblica

Il nodo centrale della questione era già stato sollevato da Sir Cameron Mackintosh, il più importante produttore teatrale britannico, re dei musical londinesi: a inizio maggio aveva espresso il timore che i teatri fossero costretti alla chiusura fino ai primi mesi dell’anno prossimo, perché è impossibile garantire la salute di centinaia di spettatori in sala e di decine di artisti, musicisti e tecnici impegnati sul palco e dietro le quinte.

Partendo da questa considerazione, Mackintosh chiedeva che il governo destinasse fondi straordinari al sostentamento di un settore pesantemente danneggiato dal Coronavirus, un appello che lunedì 29 maggio è stato ripreso anche dall’attrice Helen Mirren, una colonna del teatro e del cinema inglesi.
 

A rischio quasi 97mila posti di lavoro

Ora giunge la decisione della Broadway League. Con le parole di Thomas Schumacher, presidente del consiglio d’amministrazione: “La salute del cast, della troupe, dell’orchestra e del pubblico è la nostra massima priorità e non vediamo l’ora di tornare in scena, ma lo faremo solo quando potrà essere fatto in sicurezza”.

Dunque porte chiuse fino all’inizio del 2021, una scelta che avrà enormi conseguenze economiche: secondo i dati della Broadway League, le sale teatrali newyorkesi danno lavoro a quasi 97mila persone e la stagione 2018-2019 ha contribuito all’economia cittadina con ben 14,7 miliardi di dollari.

Al momento la chiusura è programmata fino all’inizio di gennaio 2021, ma va da sé che le incertezze legate allo sviluppo della pandemia sono ancora grandi e non è affatto scontato che l’anno nuovo possa ricominciare come se nulla fosse. Thomas Schumacher è però ottimista e aggiunge: “Una cosa è certa: quando torneremo saremo più forti e indispensabili che mai”.

Redazione www.giornaledelladanza.com
 

Check Also

PROSPETTIVE01 – Ezio Tangini: “Il Butoh per me è la ricerca di una danza autenticamente vera”

“Prospettive01” è una rubrica rivolta ad artisti e contesti che rappresentano un mondo di talenti ...

In occasione di ‘Spoleto d’estate 2020’ in collaborazione con la Settimana Internazionale della Danza e Russian Ballet College

Venerdì 14 agosto 2 spettacoli | ore 18.30 e 21.30 | Teatro Nuovo Gian Carlo ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi