Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / La danza incontra l’antropologia nell’ultimo lavoro di Virgilio Sieni

La danza incontra l’antropologia nell’ultimo lavoro di Virgilio Sieni

Martedì 11 gennaio 2011 farà tappa a Cesena il tour con cui Virgilio Sieni fa conoscere all’Italia, e non solo, il suo ultimo lavoro: Tristi Tropici.

Il coreografo fiorentino, attivo sin dagli anni ’80 e firma di lavori per i principali enti lirici ed istituzioni teatrali italiane (Teatro alla Scala di Milano, Teatro Comunale di Firenze – Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo, Balletto di Toscana), approda a Tristi Tropici dopo un lungo percorso di formazione e crescita sempre caratterizzato dall’uso della danza come “esercizio di rianimazione lungo il processo di disintegrazione dell’uomo”, come spiega lui stesso.

Liberamente ispirato a Tristes Tropiques di Claude-Lévi Strauss (1950), non può essere definito una semplice trasposizione in danza dello straordinario racconto di viaggio dell’antropologo strutturalista recentemente scomparso, ma piuttosto, una reazione alla questione sollevata da Lévi-Strauss: l’esplorazione delle terre del Mato Grosso, che questi condusse nello stesso tempo con gli occhi dell’esperto etnologo e del viaggiatore curioso, si conclude con un confronto duro fra società moderne e primitive, che si risolve spesso a favore di queste ultime, come se nel progredire le prime avessero perso qualcosa.

Virgilio Sieni individua questa forza perduta nella figura della donna, tramite del legame con l’inaccessibile, che è centrale nel suo lavoro: in scena due coppie di donne (le danzatrici Simona Bertozzi, Michela Minguzzi, Ramona Caia, Elsa De Fanti) e una ragazza non vedente (Filippa Tolaro) “si stringono nella nostalgia di un’unità perduta”, “donne nobili” che “ ci richiamano a quella che Lévi-Strauss definisce l’occasione perduta che era stata offerta all’Occidente di scegliere la sua missione” (Virgilio Sieni).

Presentato in occasione dell’ultimo Festival di danza della Biennale di Venezia (giugno 2010) in anteprima mondiale, Tristi Tropici ha ottenuto subito un buon successo di pubblico e di critica che ha portato il coreografo e la sua compagnia ad esibirsi anche all’estero (Berliner Fiestpiele), dove, d’altronde, Sieni aveva già riscosso grande consenso dal pubblico con La natura delle cose (2008, ancora una volta ispirato a un’opera scritta, questa volta il poema filosofico De Rerum Natura di Lucrezio).

INFO:

martedì 11 gennaio 2011 h21.00

Teatro Alessandro Bonci

Piazza Giudazzi, 9
47023 – Cesena (FC)
telefono: 0547355724
fax: 0543355720

http://www.teatrobonci.it

http://www.sienidanza.it

Francesca Romana Famà

Foto di Dario Lasagni

Check Also

Carmen infiamma Taormina a ritmo di flamenco

Il 9 Agosto alle 21.30, la monumentale produzione di Carmen infiammerà la magica cavea del ...

Teatro del Giglio, si rialza il sipario: in cartellone anche Eleonora Abbagnato

Quattro, ricordiamo, gli appuntamenti in programma per il cartellone di Danza 2022-2023, che offrirà al ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi