Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Le dodici cose che solo i ballerini possono capire

Le dodici cose che solo i ballerini possono capire

Chi ha ballato nella sua vita, professionalmente o a livello amatoriale ma con passione, lo sa bene: bisogna essere un po’ folli per dedicarsi alla danza, sentirla nel profondo e amarla visceralmente. Di seguito elenchiamo una lista esplicativa di situazioni che distinguono i bizzarri ballerini dai ‘comuni mortali’.

  1. ‘Non posso, ho danza’. E’ la frase più ripetuta, quasi un mantra, quando gli amici propongono un’uscita serale e il ballerino ha lezione di danza. La vita del danzatore, infatti, consiste in poche attività che si ripetono come routine coreografiche: andare a scuola o al lavoro, poi a lezione di danza, quindi tornare a casa. Questa sequenza si ripete all’infinito.
  2. Il danzatore approfitta di qualsiasi elemento di arredo urbano per improvvisare una seduta di stretching e dare sollievo ai muscoli indolenziti per il lavoro in sala. Allo stesso modo, ovunque si trovi, al supermercato o in ufficio, marca le sequenze coreografiche per introiettare i passi e il ritmo alla perfezione, guadagnandosi occhiate incerte dai presenti. Ma non gli importa, la danza viene prima.
  3. Il ballerino deve spesso spiegare a familiari e amici che la lezione di danza non è un pericoloso addestramento corpo a corpo dei Navy Seal. I lividi, le botte e i dolori post-allenamento sono assolutamente normali, anzi, sono motivo di orgoglio per lui, segni evidenti della sua passione per la danza.
  4. Se va dall’estetista, il ballerino chiede espressamente di non eliminare duroni e ispessimenti cutanei, preziose protezioni per i suoi piedi, forgiate in mesi di fatica, dolore e bruciore sopportati stoicamente.
  5. Per il ballerino la frase più terrificante pronunciata dall’insegnante, capace più di ogni altra di generare il panico in sala danza è: ‘Adesso tutto a sinistra’. Ma sa che non ha scelta, dovrà attenersi allo spaventoso ordine e confrontarsi con il suo spesso disorientato emisfero cerebrale destro, consapevole che prima o poi, forse, ce la farà.
  6. Il ballerino conta fino a otto, sempre, qualunque cosa stia facendo, quando sale i gradini di casa o cammina fino alla macchina o alla fermata dell’autobus.
  7. Spiegando ad amici o familiari i passi appresi durante la lezione, il danzatore ricorre sovente ai termini onomatopeici appresi dagli insegnanti, come “ta”, “da-da” e altre parole apparentemente senza senso, rendendo impossibile una comunicazione efficace con chi non ha mai frequentato una sala di danza.
  8. I ballerini vedono i loro maestri e compagni di danza più della loro stessa famiglia e degli amici. Sono infatti quasi totalmente privi di vita sociale, cui rinunciano con gioia in conformità a quanto segnalato al punto 1.
  9. Il danzatore vive una relazione complicata con il proprio fisico, un misto di amore e odio che tuttavia con il tempo lascia lo spazio alla consapevolezza e alla fiducia nelle potenzialità quasi infinite del suo corpo.
  10. Per il ballerino non esiste abbigliamento più attraente di body, calze e scaldamuscoli che (nei casi più gravi) indossa perfino in estate, motivo per cui nel suo armadio ci sono più abiti da danza che jeans, minigonne e camicette.
  11. Il danzatore si sente perfettamente a suo agio quando, dopo uno spettacolo o le prove, esce con il pomposo trucco di scena, lo chignon glitterato e il viso scolpito da fondotinta, fard e ombretto marcati.
  12. Il danzatore, infine, vive in un universo tutto suo, fatto di emozioni, musica, movimento, rigore e disciplina, un mondo a cui non potrebbe rinunciare. Infatti, una cosa che il ballerino non è proprio in grado di fare è immaginare la sua vita senza danza, e questo lo rende un essere un po’ stravagante, come dicevamo, ma unico e prezioso.

    Stefania Napoli
    www.giornaledelladanza.com

Check Also

Otto strategie per affrontare la paura del palcoscenico

Indipendentemente dallo stile e dal livello di danza praticati, l’esibizione sul palcoscenico genera sempre una ...

Eleonora Abbagnato protagonista della sfilata di Laura Biagiotti al Campidoglio

Charme, eleganza, talento, bravura e bellezza. Eleonora Abbagnato, l’etoile che tutto il mondo ci invidia, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi